Capitalizzazione di mercato “completamente diluita”: cos’è e perché è importante

Capitalizzazione di mercato completamente diluita: in che modo le emissioni possono ammazzare i token in un bear market.

La capitalizzazione di mercato completamente diluita prende in considerazione tutti i token di un particolare progetto, ovvero l’offerta massima. Ma perché questo è importante, specialmente nell’attuale bear market?

market cap capitalizzazione mercato
Adobe Stock

Ricordi i bei vecchi tempi di aprile quando eravamo tutti sul treno del move-to-earn?

move-to-earn-maggio
(credits: coinmarketcap.com)

Purtroppo quei tempi sono finiti. Riduciamo lo zoom…

Move-to-earn-ora
(credits: coinmarketcap.com)

Sebbene basato su un’idea nuova – con una base di utenti consistente – il token di STEPN è stato mangiato vivo dal mercato ribassista e dalla sua capitalizzazione di mercato completamente diluita, noto anche come valore completamente diluito (FDV). Ma cos’è veramente il FDV e perché è così importante? E perché la capitalizzazione di mercato completamente diluita conta ancora di più in un mercato ribassista? In questo articolo, esaminiamo:

  • Capitalizzazione di mercato completamente diluita rispetto alla capitalizzazione di mercato “semplice”;
  • Perché la capitalizzazione di mercato completamente diluita è così importante nei bear market;
  • Come interpretare le capitalizzazioni di mercato completamente diluite per fare dei buoni trade.

Immergiamoci.

Capitalizzazione di mercato completamente diluita rispetto alla capitalizzazione di mercato “semplice”

Capitalizzazione di mercato completamente diluita

Questa è la definizione di capitalizzazione di mercato completamente diluita:

Fornitura massima x Prezzo corrente della moneta

Sembra facile, quindi diamo un’occhiata ad alcuni esempi.

Bitcoin:

21 milioni x $19.169 (nel momento in cui scrivo) = $403 miliardi

Market cap diluita btc
(credits: coinmarketcap.com)

BNB:

200 milioni x $275 (arrotondato) = $55 miliardi

Market cap diluita bnb
(credits: coinmarketcap.com)

Capitalizzazione di mercato “semplice”

Vediamo la definizione di capitalizzazione di mercato “semplice” (ovvero NON completamente diluita):

Rifornimento circolante x Prezzo corrente della moneta

Per esempio:

Bitcoin:

19 milioni (arrotondati) x $19.169 = $364 miliardi

BNB:

161 milioni (arrotondati) x $275 (arrotondati) = $44,275 miliardi

La capitalizzazione di mercato (non completamente diluita) esamina i token in circolazione in questo momento, ovvero l’offerta in circolazione. Il mercato completamente diluito esamina tutti i token che saranno in circolazione al massimo dell’offerta, ovvero l’offerta massima. La differenza tra la capitalizzazione di mercato completamente diluita e non diluita di Bitcoin è di ben $40 miliardi! In altre parole, più di $40 miliardi di dollari – ai prezzi odierni – di BTC devono ancora essere immessi nel mercato.

Ricorda: alcune criptovalute come ETH non hanno una fornitura di token fissa. Possono essere inflazionistiche o addirittura deflazionistiche, e possono pertanto presentare vantaggi e svantaggi.

Perché utilizziamo la capitalizzazione di mercato completamente diluita?

Ci sono tre ragioni fondamentali per utilizzare la capitalizzazione di mercato completamente diluita. Lo facciamo per:

  • Valutare un progetto prima e dopo il lancio.
  • Capire le sue emissioni e misurare la potenziale pressione di vendita.
  • Determinare il sentiment del team e del mercato nei confronti del progetto.

Diamo un’occhiata ad ognuno di questi punti in modo approfondito.

Valutare al meglio un progetto

Supponiamo che un token non fungibile (NFT) e un progetto metaverse decida di lanciare un token simile ad ApeCoin (APE). Il token viene lanciato con successo, e il mercato si accontenta di una capitalizzazione di mercato completamente diluita di $10 miliardi di dollari. Questo valore è più del doppio del FDV di APE al momento della stesura di questo articolo, ovvero $5,6 miliardi.

Diresti che è un valore equo o sopravvalutato?

La risposta dipende da molti fattori, come la roadmap per il progetto, il sentiment del mercato, l’utilità dei token e la tokenomics.

Pertanto, confrontare il valore completamente diluito di un nuovo progetto con i suoi concorrenti ti dà una buona comprensione del suo valore reale. Se è di diversi multipli superiore alla media del mercato, dovresti valutare il motivo di questo risultato. Se è significativamente inferiore, dovresti esaminare perché il FDV è così basso e se il progetto potrebbe essere in realtà una gemma nascosta.

Allo stesso modo, capire quando un FDV è troppo alto può svelare interessanti operazioni short/long. Ad esempio, STEPN aveva una capitalizzazione di mercato completamente diluita di oltre $20 miliardi al suo picco. Questo valore è più della metà del valore di un gigante dei videogiochi affermato come Electronic Arts. Anche i possessori di token STEPN più bullish dovrebbero essere d’accordo sul fatto che si tratta di un caso di sopravvalutazione a causa dell’euforia del mercato.

Comprendere le emissioni di un progetto

Le emissioni di token sono fondamentali per comprendere la capitalizzazione di mercato completamente diluita. Se un token ha molte emissioni di token in sospeso e il suo FDV è significativamente superiore alla sua attuale capitalizzazione di mercato, è probabile che il token sia soggetto a continue pressioni di vendita, poiché i primi investitori vogliono soltanto realizzare dei profitti una volta sbloccati i token. Al contrario, basse emissioni di token potrebbero far sì che non ci sia molta pressione di vendita in futuro.

Leggi: Cosa significa Vesting nel mondo delle criptovalute

Ad esempio, STEPN ha ancora oltre il 90% dei suoi token in fase di emissione. Ciò significa che la pressione di vendita sul token rimarrà per un bel po’ di tempo.

Devi anche guardare il programma delle emissioni e l’utilità del token. Un token con utilità elevata (ad esempio un token gas) sarà sottoposto a una pressione di vendita inferiore. Allo stesso modo, un programma di vesting spalmato su diversi anni offre al team la possibilità di sviluppare il progetto e guadagnare quote di mercato.

Sentiment del team e del mercato

I trader spesso si chiedono:

Una capitalizzazione di mercato completamente diluita alta è una cosa buona o cattiva?

La risposta è: dipende.

Non è necessariamente un male se un team sceglie un FDV alto. A seconda del progetto, un FDV elevato può significare che il team è fiducioso sulle prospettive a lungo termine del proprio progetto.

Ma potrebbe anche significare che il team vuole sfruttare il sentiment rialzista del mercato per intascare un profitto. Ad esempio, al culmine della mania del play-to-earn nel novembre 2021, sono stati lanciati molti progetti con un FDV elevato, cercando di cavalcare l’onda del denaro facile. Crabada, un gioco play-to-earn su Avalanche, ha perso più del 99% del suo valore, e l’80% dei suoi token non sono neanche disponibili sul mercato!

Progetti brutti
(credits: coinmarketcap.com)

Una regola molto importante da tenere a mente: i valori completamente diluiti sono molto più importanti nei mercati ribassisti che nei mercati rialzisti.

Nei mercati rialzisti, la liquidità è facile da reperire e insegue la tendenza più calda. Nei mercati ribassisti, gli investitori guardano molto di più ai “fondamentali” e vendono i token più inflattivi.

Come interpretare questi dati per fare dei buoni trade

Ci sono tre regole utili per negoziare al meglio le informazioni sulle capitalizzazioni di mercato completamente diluite:

  • Osservare la valutazione iniziale e confrontarla con i concorrenti;
  • Capire a che punto siamo nel ciclo di mercato;
  • Evitare sempre FUD e FOMO.

Innanzitutto, è necessario confrontare il FDV di un nuovo token con i suoi concorrenti. È molto più basso o più alto? Se sì, perché? Come giustifichiamo questa differenza? Forse il token fa parte di una nuova tendenza come il move-to-earn e il mercato è euforico. O forse il progetto viene lanciato su una blockchain meno utilizzata. Un alto FDV all’inizio non crea o distrugge un progetto. Ma ti aiuta a misurare il sentiment del mercato e il posizionamento del team.

In secondo luogo, capire se sei in ritardo o in anticipo in un ciclo di mercato è la chiave. Nel mercato delle criptovallute, i cicli sono molto brevi. La DeFi è stata la narrativa calda dell’estate 2021, quando il mercato era estremamente bullish. Ad aprile 2021, l’euforia del mercato era quasi al culmine, ma la DeFi come standard del settore era già in scena da tempo, e il mercato era passato al play-to-earn e agli NFT. Questi trend possono svilupparsi anche nei mercati ribassisti, come mostra l’esempio del move-to-earn all’inizio del 2022. Tuttavia, spesso sono molto più brevi, e ci sono sempre buone opportunità per shortare se un token ha un FDV iper-esteso.

Infine, anche il FUD attorno alle capitalizzazioni di mercato completamente diluite può essere un fattore determinante. Ad esempio, Solana a un certo punto è stata soprannominata la “VC Chain” a causa di questo video.

Chamath Palihapitiya, un investitore di venture capital (VC) in Solana, avrebbe scherzato sul dump di SOL sui social, e il mercato ha reagito. Il FUD attorno alle capitalizzazioni completamente diluite diventa importante se un particolare progetto ha problemi o se il mercato è ribassista. Durante una bull run, anche i progetti con fondamentali deboli possono aumentare la loro valutazione grazie ad un buon marketing.

Il modo migliore per eliminare le emozioni dal processo di investimento è imparare a leggere un white paper e prestare molta attenzione alla tokenomics.

Considerazioni finali

La capitalizzazione di mercato completamente diluita è solo un altro strumento che ogni trader dovrebbe avere nel proprio arsenale. Spesso non è decisivo per il successo di un progetto, ma può aiutarti a individuare buone opportunità di trading nei mercati.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Buona fortuna!