Enzyme Finance (MLN): guida completa alla nuova veste di Melon Protocol

Il protocollo Melon (MLN) ha visto un rebranding completo ed è ora noto come Enzyme Finance.

Si tratta di un protocollo costruito sulla rete smart contract compatibile di Ethereum (ETH) che consente agli utenti di costruire, amministrare e investire in veicoli di gestione di asset crittografici personalizzati.

enzyme finance mln melon protocol
Adobe Stock

Il protocollo Enzyme Finance era precedentemente noto come Melon Protocol (MLN). L’obiettivo di Enzyme è quello di distribuire la funzione tradizionalmente centralizzata della gestione patrimoniale, tradizionalmente appannaggio di consulenti finanziari e organizzazioni professionali.

Il concetto alla base della criptovaluta MLN è che ha il potenziale di ridurre le barriere all’ingresso per la gestione patrimoniale, fornendo quindi l’accesso a un maggior numero di clienti a livello mondiale.

Ad esempio, i fondi gestiti spesso richiedono un importo minimo di investimento, oltre a commissioni di gestione, che potrebbero mettere questi strumenti di costruzione del patrimonio fuori dalla portata dei normali utenti. Ancora più irraggiungibile è la possibilità di istituire fondi di gestione patrimoniale, che al giorno d’oggi richiede una quantità significativa di risorse e di consulenza legale. Inoltre, anche il processo di presentazione della documentazione per un fondo potrebbe richiedere diversi anni.

Per difenderti adeguatamente dagli attacchi normativi e dai disastri di mercato, se hai esposizioni in criptovalute e DeFi leggi subito il nostro approfondimento per navigare senza paura durante la tempesta:
Sta arrivando l’Apocalisse DeFi e non ho niente da mettermi

Come sta evolvendo Enzyme Finance (formerly Melon Protocol MLN)

Enzyme sta lavorando per sviluppare un sistema diverso. Gli utenti hanno la possibilità di investire in fondi e portafogli creati da altri utenti utilizzando il portale online che il progetto mette a disposizione, e altri utenti hanno la possibilità di investire nelle creazioni dell’utente stesso. Per eseguire una serie di azioni sulla piattaforma, il protocollo Enzyme Finance utilizza il token crittografico MLN.

Attraverso il sito web e il blog ufficiali di Enzyme, gli utenti sono regolarmente informati sui progressi del piano di Enzyme.

Chi è stato il fondatore originale di Enzyme Finance

Melonport, un’azienda privata creata nel 2016 da Mona El Isa, ex vicepresidente di Goldman Sachs, e dal matematico Rito Trinkler, ha costruito Enzyme Finance, originariamente nota come Melon. Melonport, dopo il rebranding, è ora conosciuta come Enzyme Finance.

L’azienda, con sede in Svizzera, è responsabile della produzione e della distribuzione di 1.250.000 monete MLN nel corso del 2017 e del 2018.Nel 2017, Melonport ha completato con successo un’offerta iniziale di coin (ICO), che ha permesso alla società di raccogliere 2,9 milioni di dollari.

Dopo aver rilasciato la versione iniziale del protocollo Enzyme Finance nel 2019, Melonport ha deciso di sciogliere le proprie attività e di affidare l’amministrazione della società al Melon Council, un’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO).

Gli utenti della rete Melon (MLN) sono ora in grado di invitare nuovi membri, di aggiornare il protocollo e di modificarne le impostazioni grazie all’implementazione di un sistema di contratti intelligenti utilizzato per amministrare il Melon Council. I dati della rete devono essere protetti ad ogni costo e l’ecosistema deve essere stimolato per incoraggiare nuove forme di creatività e adozione diffusa.

Come funziona Enzyme Finance (MLN)

Il calcolo dei contratti intelligenti che compongono Enzyme Finance avviene tramite la blockchain di Ethereum (ETH). Questi contratti sono chiamati “enzimi”. Per il modo in cui è stato progettato questo sistema, le commissioni di transazione (note anche come gas fee devono essere pagate in Ether (ETH). Queste spese coprono il costo dell’utilizzo della potenza della CPU di Ethereum e del software fornito da Enzyme.

Il protocollo stesso è composto da due livelli: un livello di finanziamento e un livello di infrastruttura. Inoltre, include la propria libreria Javascript, che consente ai browser web di utilizzare il protocollo.

A cosa serve il livello di funding di Enzyme Finance (MLN)

Nel livello fondi, gli utenti possono avviare e controllare fondi in cui altri utenti possono investire. Questo livello è accessibile a tutti gli utenti.

Ogni fondo è costituito da due componenti distinti:

  • L’hub
    L’hub è considerato il componente più importante del livello fondi, perché contiene tutti gli strumenti necessari per creare un fondo e mantiene un registro dei componenti che costituiscono i fondi.
    L’Hub controlla i componenti utilizzati per costruire i fondi.
  • Gli Spokes
    Gli Spokes impiegano alcuni smart contract per definire i fondi, che sono formati da ciascun gestore di fondi, e forniscono servizi unici al fondo. In questo modo i fondi possono essere gestiti più facilmente. Il Vault, che è un componente utilizzato per detenere i token per conto dei fondi, e Shares, che è un componente che monitora la proprietà dei fondi, sono due esempi di questo tipo.

Come funziona il livello di infrastruttura di Enzyme Finance (MLN)

Il Melon Council, l’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) di Enzyme, è responsabile del livello infrastrutturale.

Il contratto “adattatore” collega asset specifici a feed di prezzi per il trading. Il contratto “motore” acquista MLN per ETH per contribuire a pagare determinati calcoli. Alcuni esempi di contratti infrastrutturali sono i seguenti:

  • Il contratto “motore”
    Il contratto motore acquista MLN per ETH per contribuire al pagamento di alcuni calcoli.
  • Il contratto “price source”
    Il contratto price source fornisce le informazioni generali necessarie per le attività all’interno dei fondi.

Se desideri una guida completa sul Margin Trading e l’importanza della comprensione profonda di leva finanziare ed esposizione sui mercati, non perdere il nostro approfondimento:
Cos’è il Margin Trading e come funziona nei mercati delle criptovalute

Quali sono i motivi per cui il token MLN di Enzyme Finance è di valore

È necessario utilizzare la moneta MLN per svolgere le attività del fondo e votare le politiche software del protocollo, come il tasso di inflazione. A seconda delle attività del fondo, possono essere sostenute spese di transazione, commissioni di performance e commissioni di gestione.

Durante l’era del contributo, sono state coniate e messe in circolazione in totale 1.250.000 token MLN; oggi, ogni anno viene prodotta una quantità prestabilita di 300.600 MLN.
Particolarmente degno di nota è il fatto che il protocollo utilizza un meccanismo di buy-and-burn come incentivo per gli utenti a fare uso del token nativo MLN.

Il DAO trasforma gli ETH ricevuti in MLN e poi brucia le monete, eliminandole essenzialmente dalla circolazione perché Ethereum (ETH) è la valuta utilizzata per pagare le commissioni di rete. Questo meccanismo fa si che si eserciti una costante pressione al rialzo sul prezzo ed è possibile che nel lungo periodo le token MLN acquistino maggior valore.

 

*NB: Le riflessioni e le analisi condivise sono da intendere ad esclusivo scopo divulgativo. Quanto esposto non vuole quindi essere un consiglio finanziario o di investimento e non va interpretato come tale. Ricorda sempre che le scelte riguardo i propri capitali di rischio devono essere frutto di ricerche e analisi personali. L’invito è pertanto quello di fare sempre le proprie ricerche in autonomia.
L’autore, al momento della stesura, detiene esposizioni in Bitcoin e altri asset crittografici, anche legati a quanto trattato nell’articolo.

Impostazioni privacy