Che cos’è il DeFi lending e cosa serve? Esploriamo la finanza decentralizzata

La DeFi è uno degli aspetti rivoluzionari del mondo crypto. Il DeFi lending è uno di essi, come funziona quindi il suo sistema di prestito? 

Molti ritengono che la finanza decentralizzata presenti numerosi vantaggi rispetto al sistema finanziario tradizionale, in parte grazie al sistema unico di prestito decentralizzato. In questa guida ti parleremo del DeFi Lending!

defi lending
Adobe Stock

Un sistema finanziario decentralizzato

Immagina un sistema finanziario in cui non hai bisogno di terze parti e puoi effettuare transazioni con chiunque, ovunque, in qualsiasi momento senza restrizioni, sì! Questa è la DeFi. La finanza decentralizzata è un tipo di sistema finanziario basato sulla tecnologia blockchain.

La tecnologia mira a creare un ecosistema di servizi finanziari open source, senza autorizzazione, trustless e  completamente trasparente, disponibile per tutti e completamente decentralizzato (nessuna autorità centrale). In questo modo gli utenti mantengono il pieno controllo sulle proprie risorse e interagiscono con questo ecosistema tramite applicazioni decentralizzate (DApp) o interfaccia P2P.

Gli smart contract sono gli elementi costitutivi della finanza decentralizzata. Programmi per computer o protocolli che eseguono, controllano e applicano automaticamente l’accordo transazionale tra le parti nelle transazioni DeFi. Ethereum ha avviato le applicazioni di DeFi e la maggior parte delle applicazioni DeFi sono basate su Ethereum, rendendo la maggior parte dei token nell’ecosistema, token ERC-20.

La DeFi ha una serie di vantaggi rispetto al sistema finanziario tradizionale. Offre un facile accesso ai servizi finanziari senza restrizioni. È decentralizzato (nessuna autorità centrale). Ha eliminato la presenza di intermediari o arbitri, il che riduce il costo delle commissioni di transazione. Inoltre, l’opzione di prestito su DeFi è vantaggiosa perché è facilmente accessibile e si può ottenere profitto utilizzando il prestito di finanza decentralizzata. Ma torniamo all’argomento principale dell’articolo!

Che cos’è il DeFi lending

Il DeFi lending offre una piattaforma in cui il mutuatario incontra il prestatore sulla piattaforma in modo affidabile. Cioè, senza intermediari. Apre la possibilità ai proprietari di criptovalute sulla piattaforma di mettere i loro token in pool di prestito. Un utente che desidera prendere in prestito verrà quindi accoppiato direttamente al prestatore in un’interfaccia P2P.

Ogni volta che un utente desidera prestare le proprie criptovalute sulla piattaforma di prestito DeFi, questi token vanno a un pool di prestito a cui un mutuatario può accedervi. Gli smart contract collegano insieme sia il prestatore che il mutuatario.

Tuttavia, c’è il massimo anonimato con entrambe le parti, poiché, in questa situazione, non vi è alcuna proprietà fisica da utilizzare come garanzia come di solito fanno i sistemi finanziari tradizionali. Il mutuatario deve depositare almeno lo stesso valore del token che desidera prendere in prestito. Ad esempio, se vuoi prendere in prestito 10 Bitcoin dai pool di prestito, dovrai depositare l’equivalente di 10 Bitcoin tramite stablecoin.

Quando dovrai restituire il prestito, lo farai insieme ad un interesse, che ti verrà richiesto di pagare nel lending pool, quindi ti verrà restituito la stablecoin che hai depositato inizialmente e una percentuale va al pool di investitori che partecipato al processo di lending.

La finanza decentralizzata è senza dubbio la DApp più preziosa in termini di asset di criptovaluta bloccati sulla rete basata su Ethereum.

DeFi lending vs Prestito tradizionale

La DeFi ha finora offerto soluzioni ai vecchi problemi che devono affrontare i sistemi finanziari tradizionali come centralizzazione, sicurezza, ecc. Tuttavia, ha dato origine a nuove complessità come la mancanza di liquidità. Esamineremo alcune delle aree in cui la DeFi ha un vantaggio rispetto ai prestiti tradizionali e alcune aree in cui non lo fa.

Il prestito finanziario decentralizzato utilizza una rete basata su blockchain per le sue transazioni, rendendo l’intero processo privo di qualsiasi autorità centrale, terze parti o arbitri. Ciò rende il DeFi lending fluido ed esclusivamente tra il mutuatario e il prestatore invece del prestito tradizionale, che deve essere mediato da un intermediario (nella maggior parte dei casi le banche) e supportato da un arbitrato.

La natura decentralizzata del DeFi lending è un grande vantaggio, ma ha i suoi svantaggi. L’intero processo è decentralizzato e non c’è bisogno delle mille scartoffie, identificazione o KYC, rendendo la DeFi suscettibile alle pratiche di riciclaggio di denaro.

Un aspetto in cui il DeFi lending supera il prestito tradizionale è nell’area del collaterale che devi fornire. Il sistema di prestito finanziario convenzionale richiede garanzie sotto forma di proprietà fisiche. La maggior parte delle volte, immobili. Tuttavia, il DeFi lending non richiede proprietà fisiche come garanzia. Vengono invece utilizzati i token depositati nei protocolli DeFi.

Lo svantaggio del DeFi lending

Uno svantaggio è che a volte la garanzia necessaria per le piattaforme di prestito DeFi è sempre molto alto. Ad esempio, la piattaforma di prestito DeFi, MakerDAO, richiede ai mutuatari di depositare una garanzia contro i loro prestiti per un minimo del 150% del valore del prestito richiesto.

Tuttavia, il fatto che il valore della garanzia possa aumentare è un’attrazione per gli investitori. Ad esempio, quando depositi 1 Bitcoin (BTC) come garanzia per un prestito, il valore del Bitcoin che hai depositato potrebbe aumentare nel tempo del prestito. Quando è il momento di ritirare il collaterale, il valore sarebbe aumentato, guadagnandoti un profitto nel processo.

Tutto ciò che serve per ottenere prestiti DeFi sono una connessione Internet e un portafoglio DeFi.

Le migliori piattaforme di DeFi lending

Sono disponibili diverse piattaforme di prestito nel panorama DeFi. Oggi ne esamineremo alcune delle più popolari.

Aave

Aave è un tipo di protocollo di DeFi lending che consente agli utenti di prestare e prendere in prestito una vasta gamma di criptovalute utilizzando tassi di interesse stabili e variabili. Lanciato inizialmente come ETHLend, è stato fondato nel 2017 da Stani Kulechov. L’ICO ETHLend tenutosi a novembre 2017 ha raccolto 600.000$ in Ether in cambio di 1 miliardo di token LEND. ETHLend è stato successivamente rinominato Aave nel settembre 2018.

Una caratteristica distintiva di Aave è che utilizza un sistema di prestito flash. Ciò significa che non è necessario disporre di garanzie reali per richiedere prestiti sulla piattaforma. Invece di garantire il rimborso con garanzie (tramite il collaterale), i prestiti flash si basano sui tempi di rimborso del prestito. Finché il prestito viene utilizzato e rimborsato integralmente entro lo stesso blocco in cui è stato emesso, viene approvato. Se invece il prestito non viene rimborsato all’interno dello stesso blocco, l’intera transazione fallisce. Aave offre anche tassi flessibili sugli interessi sui prestiti.

Compound.finance

Compound.finance, come la maggior parte delle piattaforme di DeFi lending, è un sistema di smart contract apertamente accessibili basato su Ethereum. Robert Leshner l’ha fondata nel 2018. Utilizza il suo token nativo, Compound, per consentire agli utenti di guadagnare denaro sui propri soldi mentre lo utilizzano anche per le transazioni sull’applicazione. Questo rende Compound.Finance diverso dalle altre piattaforme di DeFi lending

Un’altra caratteristica distintiva di Compound è che quando i fondi dell’utente vengono convertiti in token ERC-20, possono essere facilmente spostati attraverso altre DApp. Questa capacità di combinare diversi protocolli come blocchi costitutivi rappresenta una caratteristica fondamentale del movimento DeFi.

Compound non è decentralizzato tuttavia, poiché il team del composto attualmente gestisce il protocollo. Tuttavia, la società ha in programma di ottenere il decentramento del 100% trasferendo tutta l’autorità a un’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) governata dalla comunità composta.

Maker

Maker è una piattaforma di prestito DeFi che consente agli utenti di prendere in prestito solo token DAI. Attualmente consente solo scambi di token ETH e BAT. MKR coinvolge gli utenti nei suoi guadagni operativi introducendo le “commissioni di governance”, che fungono da tassi di interesse per la rete. Gli utenti possono mantenere la loro garanzia in uno smart contract di Maker chiamato Collateralized Debt Position (CDP) per produrre DAI.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Pensieri finali

La finanza decentralizzata è sulla buona strada per superare il sistema finanziario tradizionale con alcuni vantaggi significativi come il decentramento delle sue transazioni, la riduzione dei costi di trasferimento e la semplificazione e la continuità del prestito. La finanza decentralizzata presenta ancora alcuni aspetti negativi che potrebbero ostacolarne la crescita, come i rischi tecnici e operativi e le varie frodi. Tuttavia, non si scommetterebbe che la DeFi prenda completamente il controllo del mondo finanziario.