Staking di criptovalute su Coinbase: parliamo di Ethereum, Cardano e una sorpresa

Come mettere in staking le tue criptovalute su Coinbase: ci occuperemo di Ethereum, Cardano e di una sorpresa che non ti aspetti.

Oggi, Crypto.it discute le modalità di staking di alcune criptovalute su Coinbase, considerando vantaggi e ai rischi connessi.

coinbase staking ethereum cardano
Adobe Stock

Senza ulteriore indugio, immergiamoci subito!

Come mettere in staking le criptovalute su Coinbase: Ethereum (ETH) 

Ethereum è la seconda più grande criptovaluta per capitalizzazione di mercato. Sebbene originariamente implementato come blockchain PoW, grazie al recente Merge ha effettuato il passaggio da un meccanismo di consenso proof-of-work a proof-of-stake (PoS).

Ad ottobre 2022, 14.999.575 Ether erano presenti in staking sullo smart contract della Beacon Chain, per un totale di 443.038 validatori.

Come già accennato, ci sono diversi modi per mettere in stake Ethereum e le criptovalute in generale. Coinbase offre una funzione di staking integrata che consente ai clienti di mettere in staking i propri ETH. Per utilizzare questo servizio, dovrai prima registrare un account sull’exchange di criptovalute.

1. Registra un account: la creazione di un nuovo account con Coinbase è un processo abbastanza semplice. Hai bisogno di una carta d’identità rilasciata dal governo per dimostrare che hai almeno 18 anni, un numero di telefono attivo e un indirizzo e-mail.

Visita il sito Web di Coinbase per iniziare il processo di registrazione. Inserisci le tue informazioni – nome, email e password – per creare un account gratuito. Quindi procedi alla verifica del tuo indirizzo e-mail, numero di telefono e identità. È anche importante collegare un metodo di pagamento come un conto bancario, PayPal, carta di debito o Apple Pay per finanziare il tuo account. Dopo aver creato un account su Coinbase, procedi al passaggio successivo.

2. Acquista Ethereum: è un gioco da ragazzi. Devi avere un po’ di Ether da staking sulla blockchain di Ethereum. Coinbase ti consente di acquistare direttamente Ether (la valuta nativa della rete Ethereum).

3. Mettere in stake il tuo ETH: il prossimo passo è selezionare Ethereum dalla scheda “Asset”. Scorri verso il basso e fai clic sul pulsante “Stake now”. Leggi i dettagli e conferma che sei d’accordo con i termini facendo clic sul pulsante “Capisco”.

Poiché Coinbase gestisce diversi nodi di convalida, tutto ciò che un utente deve fare è depositare qualsiasi importo di ETH da staking e l’exchange si prenderà cura del resto. Al momento in cui scrivo, la rete Ethereum offre un rendimento annuo del 3,65%. Vale anche la pena ricordare che, secondo il protocollo Ethereum, gli ETH staking su Coinbase saranno bloccati e inaccessibili fino al previsto aggiornamento Shanghai di Ethereum.

Dovrei mettere staking i miei ETH su Coinbase?

Per rispondere a questa domanda, è importante conoscere tutte le opzioni disponibili quando si tratta dello staking su Ethereum. Secondo Ethereum.org, ci sono quattro modi per mettere in staking ETH; staking in solitaria, staking-as-a-service, staking pool e staking tramite exchange centralizzati.

Staking tramite exchange centralizzati: gli exchange di criptovalute come Coinbase, Binance, KuCoin e Kraken offrono servizi di staking. Sebbene questo sia il modo più semplice per mettere in staking i tuoi Ether, consegnerai la custodia delle tue risorse a un exchange centralizzato, e poiché questi fornitori di servizi consolidano grandi pool di ETH per eseguire un gran numero di validatori, diventano succosi bersagli per gli aggressori. Creano anche grandi punti di errore, vulnerabili ai bug.

Pro

  • Facile da configurare;
  • Richiede poca o nessuna conoscenza tecnica;
  • Puoi mettere in stake una frazione di un Ether;
  • Gestisce la custodia delle risorse cripto.

Contro

  • Ricompense minori a causa del costo del servizio;
  • Perdi la custodia e il controllo della tua criptovaluta;
  • Incoraggia la centralizzazione.

Solo Home Staking: se non ti senti a tuo agio nell’affidare i tuoi ETH a terze parti, creare la tua infrastruttura di staking potrebbe essere la strada da percorrere. Il solo staking è stato descritto come il “gold standard” per lo staking. Tuttavia, dobbiamo avvertirti che questa forma di staking può essere complicata. Richiede attrezzature informatiche e software adeguati, nonché una copia dell’intera cronologia delle transazioni di Ethereum. Ha anche un alto costo di ingresso.

Pro

  • Offre la migliore ricompensa, poiché riceverai le ricompense complete direttamente dal protocollo;
  • Migliora il decentramento della rete;
  • Premia i partecipanti per il raggruppamento delle transazioni in un nuovo blocco o per il controllo del lavoro di altri validatori;
  • Dà il pieno controllo sulle risorse.

Contro

  • Alto costo di ingresso. Devi possedere almeno 32 ETH (oltre 40.000 euro in questo momento) per iniziare.
  • Richiede un computer dedicato e un know-how tecnico sufficiente per eseguire il software di staking.
  • Ci sono sanzioni per coloro che vanno offline, il che significa che il tuo computer dedicato deve essere connesso a Internet quasi 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Staking-as-a-Service: simile allo staking in solitaria, lo staking-as-a-service richiede 32 ETH. Tuttavia, non dovrai occuparti di alcun hardware in questa forma di staking poiché i fornitori di servizi ti consentono di delegare la parte hardware. In genere comporta la creazione di un set di credenziali del validatore e quindi il caricamento delle chiavi di firma sul fornitore di servizi.

Pro

  • Offre premi per il protocollo completo meno le tariffe mensili per le operazioni sui nodi;
  • Dà il pieno controllo sulle risorse;
  • Facile tenere traccia del tuo client validatore;
  • Meno tecnico e ingombrante rispetto al solo staking.

Contro

  • Alto costo di ingresso;
  • Affidare le tue chiavi a terzi potrebbe essere rischioso;
  • Il rischio di controparte del fornitore di servizi penalizza coloro che vanno offline.

Staking pool: la quarta e ultima opzione quando si tratta di staking su Ethereum è lo staking pool. Proprio come lo staking su un exchange di criptovalute, lo staking pool ti consente di staking di qualsiasi importo di Ether. La maggior parte delle opzioni di pool staking prevede lo staking liquido, un’alternativa innovativa per aggirare i rischi associati all’illiquidità, alla complessità e alla centralizzazione. Ciò significa che riceverai token di liquidità che rappresentano i tuoi ETH in stake, che ti consente di uscire dalla tua posizione senza annullare lo staking dell’ETH effettivo.

Ci sono alcune cose importanti a cui prestare attenzione quando si entra a far parte di un pool, tra cui il track record, le commissioni e le commissioni del potenziale validatore e le loro politiche per proteggere le persone che delegano i token.

Pro

  • I servizi di staking in pool generalmente offrono uno o più token di liquidità che rappresentano i tuoi ETH in staking oltre alla tua quota dei premi del validatore;
  • Possibilità di uscire in qualsiasi momento;
  • I token di liquidità possono essere tenuti nel proprio portafoglio o utilizzati in altri servizi DeFi;
  • Basso costo di ingresso.

Contro

  • Vari gradi di rischio, inclusi rischi di controparte, smart contract ed esecuzione.

Come mettere in staking Cardano (ADA) su Coinbase

Nel marzo 2022, Coinbase ha annunciato l’espansione del suo servizio di staking agli investitori di Cardano (ADA). Sebbene l’exchange di criptovalute avesse inizialmente previsto che lo staking di Cardano avrebbe fruttato circa il 3,75% all’anno, il rendimento percentuale annuo (APY) sull’asset è del 2,6% al momento della scrittura di questo articolo. Inoltre, i clienti inizieranno a ricevere premi sul proprio account ogni 5-7 giorni dopo un periodo di blocco iniziale di 20-25 giorni.

È importante notare che l’APY è determinato dalla rete Cardano in base al numero di partecipanti allo staking. Coinbase addebita una commissione per il servizio di staking, dopodiché distribuisce il profitto agli utenti.

Il processo di staking di Cardano su Coinbase è di fatto uguale a quello di Ethereum. Per iniziare, dovrai acquistare alcuni ADA su Coinbase o depositare i token da un portafoglio esterno nel tuo account Coinbase.

Gli utenti possono disattivare il servizio di staking Cardano di Coinbase in qualsiasi momento.

Come mettere in stake Solana (SOL) su Coinbase

Il rendimento annuo stimato per lo staking di Solana su Coinbase è del 4% (al momento in cui scrivo). Le ricompense vengono distribuite ogni tre o quattro giorni. L’exchange di criptovalute distribuirà la ricompensa dopo aver rimosso la sua commissione standard del 25% per i servizi di staking. Per staking SOL su Coinbase, procedi nel seguente modo:

  1. Crea un account su Coinbase
  2. Acquista SOL direttamente su Coinbase o trasferisci da un portafoglio esterno
  3. Secondo l’exchange, “se sei idoneo per lo staking e soddisfi il saldo minimo di [$1 in SOL], verrai automaticamente iscritto e inizierai a guadagnare premi”.
  4. Il primo premio viene accreditato dopo circa 5-7 giorni. I premi successivi vengono ricevuti entro 3-4 giorni.