Archiviare e condividere file in modo sicuro e decentralizzato non è mai stato così facile: le migliori opzioni

Crypto.it esplora alcuni dei più promettenti servizi di archiviazione e condivisione di file decentralizzati sul mercato. Il web3 è qui!

Il settore decentralizzato della condivisione di file sta guadagnando sempre più popolarità ogni giorno che passa. Invece di archiviare i dati su un unico server centralizzato – dove possono essere compromessi o censurati – la condivisione di file decentralizzata offre resistenza alla censura e un modo solido per archiviare i dati online. La tecnologia Blockchain aiuta a migliorare i servizi di condivisione di file decentralizzati esistenti aggiungendo incentivi token ai nodi.

archiviare blockchain file
Adobe Stock

Crypto.it esamina tre dei più grandi servizi di archiviazione e condivisione di file decentralizzati sul mercato:

  • Filecoin;
  • Bullit;
  • File system BitTorrent (o BTFS);
  • Storj;
  • Siacoin.

Immergiamoci!

Servizi decentralizzati di archiviazione file: #1. Filecoin

Filecoin
(credits: filecoin.io)

Filecoin è una rete peer-to-peer per l’archiviazione di file che sfrutta la tecnologia blockchain per fornire incentivi ai provider di archiviazione. Filecoin crea un mercato aperto e decentralizzato, in cui gli utenti pagano per archiviare i propri file e i fornitori di servizi di archiviazione ricevono Filecoin (FIL) per fornire questo servizio. La prova di archiviazione viene registrata sulla blockchain, rendendo Filecoin un mercato trasparente ed equo per l’archiviazione di file.

Filecoin: ecco come funziona

Filecoin è una rete distribuita peer-to-peer composta da nodi Filecoin e provider di archiviazione.

I nodi Filecoin – o client Filecoin – sincronizzano la blockchain e convalidano i messaggi in ogni blocco. I nodi propongono offerte di archiviazione e recupero (ne parleremo più avanti) ai provider di archiviazione e pagano per la loro esecuzione. I fornitori di storage di Filecoin eseguono le transazioni ed estraggono nuovi blocchi sulla blockchain ogni 30 secondi. Ricevono in cambio ricompense in FIL.

Le offerte in Filecoin sono divise tra offerte di archiviazione e offerte di recupero. I contratti di archiviazione sono accordi per archiviare i dati. Quando accetta un tale accordo, il provider di archiviazione deve segnalare ripetutamente alla blockchain che i dati sono ancora archiviati, se vuole ricevere i premi in FIL. In caso contrario, la quota del provider può essere ridotta. Le offerte di recupero invece sono offerte atte a estrarre i dati dai provider di archiviazione. I provider di recupero possono essere o meno gli stessi dei provider di archiviazione.

I provider di archiviazione utilizzano prove crittografiche chiamate proof-of-replication e proof-of-spacetime per dimostrare che i dati vengono effettivamente archiviati. La prova viene registrata sulla blockchain.

Casi d’uso di Filecoin

Filecoin crea un mercato aperto – con prezzi competitivi – per il servizio di archiviazione dati offerto. Grazie alle sue basse barriere all’ingresso, chiunque può partecipare all’ecosistema Filecoin, che fissa i prezzi in base alle dinamiche di mercato. Inoltre, i fornitori di servizi di archiviazione su Filecoin creano un track record dei propri servizi, creando incentivi per fornire strutture di archiviazione affidabili.

Filecoin è resistente alla censura e – quando il contenuto deve essere distribuito a una moltitudine di utenti – può adattarsi alla domanda del mercato. Inoltre, il suo meccanismo di consenso blockchain garantisce l’archiviazione sicura dei dati senza avere delle conseguenze negative come avviene nelle blockchain proof-of-work.

Rispetto ai tradizionali provider di archiviazione come Google o Amazon, Filecoin presenta diversi vantaggi:

  • Ha una struttura dei prezzi competitiva e dinamica.
  • Lo storage è decentralizzato e l’affidabilità è monitorata pubblicamente attraverso la blockchain.
  • Le applicazioni possono accedere a tutti i provider di archiviazione tramite la stessa API.
  • Ha basse barriere all’ingresso per i fornitori di servizi di archiviazione.
  • È resistente alla censura.

Tokenomics di Filecoin

Filecoin ha una fornitura massima di 2 miliardi di FIL. FIL viene utilizzato per partecipare all’ecosistema Filecoin e pagare i fornitori di servizi di archiviazione e di recupero per i loro servizi. La distribuzione di FIL è la seguente:

  • Ricompense per i fornitori di servizi: 70%
  • Protocol Labs (l’azienda dietro Filecoin): 10,5%
  • Team di Protocol Labs: 4,5%
  • Filecoin Foundation: 5%
  • Sviluppo dell’ecosistema: 2,5%

Servizi decentralizzati di archiviazione file: #2. Bullit

Bullit
(credits: bullit.app)

Bullit è un servizio di condivisione di file che consente la crittografia e l’invio di file. Migliora la privacy e il controllo utilizzando soluzioni blockchain e NFT. I bullit sono tipi di file crittografati che possono contenere qualsiasi tipo e quantità di contenuto, e possono essere codificati al fine di essere disponibili solo per il destinatario previsto. In futuro, Bullit prevede di registrare le transazioni sulla blockchain e convertire i file in NFT per avere la massima privacy e il massimo controllo possibile.

Bullit: ecco come funziona

Un Bullit è un file generato offline dal sistema Bullit. Può essere condiviso tramite i consueti canali di distribuzione come posta, servizi di messaggistica, chiavette USB e altri. Questi file possono contenere qualsiasi tipo di informazione, come ad esempio:

  • Un piano aziendale;
  • Una traccia audio;
  • Informazioni finanziarie;
  • Riprese video
  • Dati sulla protezione dei minori;
  • Dati sanitari;
  • Documenti legali;
  • E quasi ogni tipo di informazione sensibile.

Bullit è crittografato, e i file possono essere aperti offline solo da un destinatario specificato tramite l’app autenticata, e solo dopo aver completato l’autenticazione a due fattori. Il sistema Bullit è open source e pubblico. Bullit è attualmente centralizzato ma ha in programma in futuro di decentralizzarsi. La società prevede inoltre di offrire Bullit come NFT per migliorare la privacy e il controllo degli utenti.

In quanto sistema integrato di protezione file creato per il proprietario del contenuto, solo il proprietario e i destinatari previsti possono visualizzare il contenuto. Pertanto, Bullit offre al proprietario dei contenuti la privacy e il controllo da eventuali app o servizi di terze parti che utilizzano Bullit come fornitore di servizi di archiviazione cloud o trasferimento file.

Ogni utente e file ha una chiave pubblica e una chiave privata. Le chiavi non vengono memorizzate presso un singolo interlocutore ma sono invece divise tra il sistema, l’utente e il codice.

Casi d’uso di Bullit

Bullit può essere utilizzato in diversi modi e in diversi ambiti:

  • Legale, finanziario e assicurativo: mantenere la riservatezza nelle relazioni azienda-cliente.
  • Corporate e telecomunicazioni: come soluzione SaaS e consumer-to-enterprise.
  • Assistenza sanitaria: Bullit è conforme a HIPAA e lascia una traccia di controllo completa.
  • Marketing e intrattenimento: Bullit può tracciare e acquisire chi visualizza le comunicazioni e raccoglie gli indirizzi e-mail.
  • Governo: con la sua crittografia di livello militare e l’architettura sicura, Bullit può essere utilizzato per la comunicazione nel settore pubblico.

Bullit offre trasferimento sicuro di file, archiviazione dati ed e-mail. Può essere utilizzato come prova immutabile di consegna, prova di apertura e prova di accettazione. Bullit può anche imporre il pagamento alla consegna e tenere traccia di chi visualizza i contenuti, quando e dove. Bullit è indipendente dal contenuto, dal dispositivo e dal canale e può essere utilizzato su diversi canali di distribuzione e località geografiche.

Caratteristiche del prodotto Bullit

Diverse caratteristiche del prodotto di Bullit sono già attive:

  • Crittografia e decrittografia: puoi caricare qualsiasi tipo di file e convertirlo in un Bullit, e caricare un Bullit per decrittografarne e visualizzarne il contenuto.
  • Termini e condizioni: puoi caricare i termini e le condizioni che il destinatario deve accettare per aprire il tuo Bullit.
  • Termina: puoi ritirare il contenuto se sospetti che qualcuno abbia violato i termini concordati.
  • Notifica e-mail: puoi ricevere una notifica ogni volta che i tuoi Bullit vengono aperti.
  • Protezione AI: Bullit è protetto con intelligenza artificiale.
  • Pannello di controllo: facile accesso a tutti i Bullit in entrata e in uscita.

Le funzionalità future includeranno notifiche di testo, pagamento per aprire Bullits, una funzione radar, firme multiple, Bullit NFT, registrazione sulla blockchain, account super utente e altro ancora.

Bullit utilizza la cosiddetta prova a conoscenza zero con l’obiettivo di mantenere i file degli utenti privati ​​e sicuri. Quando un utente carica il proprio file sul sistema, tale file viene crittografato con la funzione di hash AES-256 e archiviato su un servizio di archiviazione cloud. Utilizzando il concetto di conoscenza zero, le chiavi pubbliche sono archiviate nel database Bullit, ma le chiavi private sono archiviate nel database del cliente. Pertanto, Bullit non ha accesso ai dati di un utente.

Bullit Tokenomics

Bullit prevede di sfruttare il suo prodotto attraverso la tecnologia blockchain e NFT e raccoglierà fondi per il suo token BULT. BULT sarà un token TNT-20 – su Theta – che verrà utilizzato per incentivare gli utenti e pagare i servizi di Bullit come abbonamenti, notifiche e NFT. BULT avrà una fornitura circolante di 500 milioni con la seguente suddivisione:

  • Prevendita: 6% – 10% maturato mensilmente
  • Ricompense per lo staking: 15% – 12,5% maturato trimestralmente;
  • Burn: 10% – maturato 12,5% trimestralmente;
  • Marketing: 14% – investito 12,5% trimestralmente;
  • Team: 25% – maturato 12,5% trimestralmente;
  • Fondazione: 30% – maturato 12,5% trimestralmente.

Bullit pianifica eventi di burning dopo il raggiungimento di determinati (ancora non definiti) traguardi.

Secondo la roadmap del progetto, la registrazione blockchain e la decentralizzazione completa sono previsti entro la fine del 2022.

Servizi decentralizzati di archiviazione file: #3. BitTorrent File system (BTFS)

BTFS
(credits: bt.io)

BTFS è un protocollo di condivisione file nell’ecosistema BitTorrent. Originariamente era una piattaforma di condivisione di torrent peer-to-peer, BitTorrent è stata acquisita da TRON a luglio 2018, e da allora ha aggiunto elementi blockchain per migliorare la sua proposta di valore. Con BitTorrent, gli utenti possono condividere file in modo semplice e sicuro in modo peer-to-peer senza fare affidamento su controparti o server centralizzati.

BTFS: ecco come funziona

BTFS facilita la condivisione di file attraverso il suo client BitTorrent, un programma per computer che implementa il protocollo BitTorrent. Gli utenti possono scaricare da diversi host che forniscono il file per il download. Ad esempio, un file può essere ospitato da diversi computer della rete – chiamati seed – e quindi scaricato tramite la rete BitTorrent. I file più grandi vengono solitamente suddivisi in molte parti più piccole, consentendo la loro distribuzione in modo non sequenziale ed efficiente.

Casi d’uso di BTFS

BTFS ha visto un’adozione particolarmente forte nel settore dell’intrattenimento. Sebbene il protocollo sia diventato popolare per la distribuzione di contenuti piratati, un numero crescente di individui e organizzazioni nell’industria cinematografica e musicale distribuisce contenuti con licenza tramite la piattaforma. BTFS viene utilizzato anche nell’industria del software e dei giochi per distribuire contenuti scaricabili e nel settore dell’istruzione per condividere grandi set di dati.

BTFS Tokenomics

La fornitura totale di token BTT è di 990 miliardi. BTT viene utilizzato per incentivare l’utilizzo della rete. Ad esempio, gli utenti possono pagare in BTT per download più veloci. BTT è distribuito come segue:

  • Token di vendita pubblica – 6%
  • Token di vendita privata – 2%
  • I token di vendita seed – 9%
  • Airdrop vari – 20,1%
  • BitTorrent Team e BitTorrent Foundation – 19%
  • TRON Foundation – 20%
  • Ecosistema BitTorrent – 19,9%
  • Partnership – 4%

Servizi decentralizzati di archiviazione file: #4. Storj

Storj è un livello di archiviazione cloud decentralizzato e open source con privacy e sicurezza integrate. Consente agli sviluppatori di creare applicazioni tenendo conto della protezione dei dati e della privacy. Storj vanta un’architettura affidabile e un’elevata disponibilità multi-regione con crittografia predefinita. Ciò significa che solo gli utenti con l’autorizzazione concessa possono accedere ai file caricati.

Storj: ecco come funziona

Il componente principale di Storj è il suo livello di archiviazione cloud decentralizzato (DCS). Gli utenti possono caricare file su DCS, che vengono quindi crittografati e suddivisi in 80 o più parti che vengono distribuite su migliaia di diversi nodi di archiviazione. A causa dell’elevato grado di decentralizzazione – i nodi si trovano in quasi 100 paesi – non esiste un singolo punto di errore che possa causare interruzioni, tempi di inattività, ransomware o violazioni dei dati. Nel caso in cui un nodo si interrompa, il file non viene perso e può essere ripristinato.

Storj inoltre – rispetto ai provider centralizzati – offre una soluzione conveniente. Ad esempio, gli utenti possono creare un account Storj DCS e ricevere un livello gratuito di storage di oggetti cloud decentralizzato con un massimo di tre progetti con 50 GB di larghezza di banda ciascuno.

Storj Tokenomics

STORJ ha una fornitura totale di 425 milioni. 125 milioni di STORJ sono stati distribuiti pubblicamente, con 2,99 milioni di STORJ destinati a fornitori di servizi e 72 milioni venduti al pubblico. I restanti token sono in possesso del team di Storj.

Servizi decentralizzati di archiviazione file: #5. Siacoin

Siacoin è una piattaforma di cloud storage decentralizzata protetta dalla tecnologia blockchain. Punta a creare un mercato di archiviazione dati che superi le prestazioni dei fornitori di archiviazione tradizionali, utilizzando la capacità del disco rigido inattivo sui computer di tutto il mondo. Puoi caricare i tuoi file su Sia: qui vengono divisi, crittografati e distribuiti su diversi host in tutto il mondo. Una volta caricati, i file rimangono accessibili poiché vengono copiati più volte. Gli host ricevono solo parti crittografate di un intero file, garantendo così la piena sicurezza dei dati di un utente.

Siacoin (SIA): ecco come funziona

Gli utenti possono essere affittuari o host. Un affittuario carica file grazie allo spazio messo a disposizione da altri utenti. Questi sono i cosiddetti padroni di casa (o host). Siacoin funge da mercato che trova spazio di archiviazione dagli host per gli affittuari. Il tasso di mercato è determinato in modo competitivo dagli host. Siacoin quota un prezzo di rete tipico di $2 per TB al mese, con la possibilità di diventare più efficiente in termini di costi man mano che vengono archiviati più dati.

Siacoin Tokenomics

Siacoin (SIA) sono i token di utilità della rete utilizzati per facilitare le operazioni di rete. Tipici casi d’uso di SIA sono:

  • Caricamento di file e pagamento per l’archiviazione.
  • Memorizzazione dei dati di qualcun altro e ricezione di SIA.
  • Possedere una quota della rete SIA.

La fornitura totale di token SIA è illimitata. La spiegazione di questa scelta è la seguente: Siacoin sostiene che i dati siano illimitati, pertanto il livello di archiviazione standard del settore richiede una quantità illimitata di SIA, al fine di soddisfare questa esigenza. Siacoin ha un tasso di inflazione integrato nel suo ecosistema – il quale è in grado di diminuire la fornitura ogni anno – fino a raggiungere il 2,3% di crescita dell’offerta dopo il ventesimo anno. Inoltre, la meccanica del burning che implementeranno in futuro mira a ridurre la quantità di SIA in circolazione. Qui troverai maggiori informazioni.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Considerazioni finali

L’archiviazione e la condivisione decentralizzate dei file probabilmente cresceranno solo quando la tecnologia blockchain sarà pronta all’adozione di massa. Bullit, Filecoin e BTFS possono essere considerati pionieri di questo settore, e dovresti assolutamente approfondire singolarmente ciascuno di essi.