Come creare la tua DAO step-by-step: non crederai a quanto è facile (costo: 0,2 ETH)!

Come creare una DAO: scopri quali sono i vantaggi e perché così tante persone si rivolgono a loro quando hanno una grande idea.

In questo momento sembra ci sia una DAO per tutto. Una DAO per comprare la Costituzione degli USA, una DAO per comprare una squadra sportiva, una DAO per candidarsi alla presidenza (scherzo… per ora). Ma non c’è modo di sfuggire al fatto che esistono DAO in quasi tutti i settori: sono il nuovo modo per gestire un progetto nel Web3.

creare dao
Adobe Stock

Quali sono i vantaggi delle DAO e perché così tante persone si rivolgono a loro quando hanno una grande idea?

Le organizzazioni autonome decentralizzate possono fornire un modo migliore per coordinare gruppi di persone che vogliono portare avanti un progetto. Le DAO consentono alle persone che vivono in diverse parti del mondo di lavorare insieme trustless e senza intermediari. Le DAO consentono alle aziende, agli enti di beneficenza e ad altre organizzazioni di ottenere investimenti a livello globale non appena vengono lanciati.
E – forse la cosa più importante – le DAO sono intrinsecamente democratiche; i loro membri ricevono una quota equa di tutti i profitti e hanno voce in capitolo su come opera la loro organizzazione.

Questa guida esplora cosa sono le DAO, come funzionano e i costi e i vantaggi associati alla creazione di una nuova DAO, per lanciare la tua grande idea senza costruire un’organizzazione tradizionale.

Alla fine di questa guida, spieghiamo come costruire la tua DAO step-by-step su due piattaforme: Aragon e DAOhaus. Immergiamoci.

DAO: che cos’è

Il fatto che le DAO siano organizzazioni autonome e decentralizzate significa che possono assumere molte forme diverse.

Ma alla base, possiamo definire una DAO come un business nativo di Internet che funziona in modo autonomo con l’aiuto di contratti intelligenti, che ne definiscono l’architettura e le regole.

Lo smart contract di una DAO consente ai suoi membri di inviare e ricevere fondi senza un intermediario: questa è la chiave della struttura di una DAO.

Una volta che lo smart contract di una DAO è operativo su una blockchain, nessuno può cambiarne il contenuto, compresi i suoi membri. Questa sicurezza basata su codice mantiene solida la struttura sottostante di ogni DAO in tutte le circostanze, consentendogli di operare in modo affidabile e autonomo.

Le DAO hanno delle vere e proprie casse che custodiscono i fondi di proprietà collettiva e gestite dai loro membri, che insieme decidono come spenderli per gestire al meglio l’organizzazione. I membri scelgono come spendere i fondi attraverso un meccanismo di voto automatico che è codificato nello smart contract della DAO: questa è una delle parti più importanti della DAO stessa.

I meccanismi di voto sono disponibili in varie forme e dimensioni, e ogni DAO può adattare il proprio meccanismo di voto in base alle esigenze dei propri membri. Alcuni meccanismi consentono ai membri di condividere nuove proposte ogni minuto, mentre altri consentono solo una nuova proposta ogni giorno. Alcuni meccanismi di voto richiedono una quota minima dei membri per votare prima che una proposta sia valida, mentre altri non hanno un minimo di affluenza alle urne.

Come abbiamo detto prima, le DAO sono diverse tra loro per natura, in base al motivo per cui esistono: non è necessario che due DAO siano uguali per funzionare bene.

Governance: come una DAO prende le decisioni

La maggior parte delle DAO utilizza un meccanismo di votazione basato su token di governance. Il meccanismo richiede il raggiungimento di una soglia minima di elettori affinché una proposta sia valida, chiamato quorum.

In termini più semplici, se si vota in base al quorum, una proposta può essere approvata solo se un numero sufficiente di elettori partecipa alla votazione. Questo meccanismo impedisce che le misure vengano approvate da una minoranza di utenti: se un problema ottiene un voto di approvazione del 100%, ma hanno votato solo tre persone su 100… puoi immaginare i problemi che ne derivano.

In questo tipo di votazione – una volta raggiunto il quorum – la proposta viene approvata o respinta a seconda della decisione dei membri.

Un’altra opzione per le DAO è il voto autorizzato da una maggioranza relativa. Questo metodo funziona in modo simile al caso precedente, ma senza il requisito del quorum. Un ulteriore meccanismo di voto – che è nativo di Moloch DAO – è chiamato “rage quitting“. Come suggerisce il nome, consente ad ogni membro della DAO – se non è d’accordo con una proposta – di uscire in qualsiasi momento dalla DAO, incassando la propria quota del fondo.

In che modo le DAO gestiscono le iscrizioni?

Esistono tre modelli che determinano il funzionamento di una DAO: appartenenza basata su token, su azione e sulla reputazione.

Le DAO basate su token sono generalmente senza autorizzazione, il che significa che se possiedi il token della DAO, puoi prendere parte alle sue operazioni. Semplice. Le DAO con questo tipo di appartenenza in genere gestiscono un protocollo decentralizzato, come le DApp DeFi.

Le DAO basate su azione di solito richiedono ai potenziali membri di presentare una proposta o un tributo simbolico prima di poter aderire alla DAO. Hanno quindi una barriera all’ingresso relativamente più elevata rispetto alle DAO basate su token sopra menzionate. I modelli di appartenenza basati su azioni sono utilizzati principalmente da DAO più piccole, come enti di beneficenza o microgruppi di investimento.

Le DAO che utilizzano l’appartenenza basata sulla reputazione chiedono ai potenziali membri di presentare delle vere e proprie proposte per aderirvi. Se questi vengono accettati, ricevono “punti reputazione” o token in cambio del proprio contributo. Di solito non è così semplice entrare in una DAO basata sulla reputazione: devi guadagnarti la tua iscrizione. Questo modello di adesione è più adatto ad organizzazioni come i collettivi di lavoro, in particolare quelli focalizzati sullo sviluppo decentralizzato.

DAO vs le tipiche strutture aziendali

Un’azienda tipica impiega dirigenti – come CEO, CFO e vari membri del consiglio di amministrazione – per gestire l’attività e il processo decisionale per conto dei membri o della forza lavoro in generale. Le DAO invece non operano mediante una gerarchia dall’alto verso il basso, il che offre loro un vantaggio collaborativo rispetto alle attività tradizionali.

Invece di pochi dirigenti che decidono per conto di molti, una DAO consente a tutti i membri della community di decidere sul futuro dell’organizzazione. Ciò impedisce a qualsiasi persona o gruppo di minoranza di spendere i fondi della DAO o di prendere decisioni senza l’approvazione di altri membri. È questa equità e uguaglianza intrinseca che rende le DAO (un po’ più) più democratiche delle strutture organizzative tradizionali.

Il modo in cui operano le DAO è in qualche modo simile a come funzionano le cooperative. Per chi non lo sapesse, le cooperative sono imprese interamente possedute, controllate e gestite dai loro membri; tuttavia non sono decentralizzate, autonome o native del digitale. Nonostante queste differenze, è possibile – confrontando le prestazioni delle cooperative rispetto alle attività top-down – ottenere alcune informazioni utili sul futuro delle DAO.

Molti studi accademici hanno scoperto che le persone che lavorano per le cooperative sono generalmente più felici rispetto a quelle che lavorano per imprese convenzionali. È stato riscontrato anche che le persone che lavorano per le cooperative si licenziano meno spesso, hanno un livello di soddisfazione sul lavoro più elevato e una maggiore fiducia nel proprio team di gestione. Infine, le cooperative – nel complesso – hanno lo stesso successo delle loro controparti top-down.

Grandi cooperative mondiali

Prendi Sunkist ad esempio, una cooperativa di oltre 6.000 frutticoltori sparsi in tutta l’America del nord. Dalla sua fondazione nel 1893, i suoi membri hanno trasformato l’azienda in uno dei più grandi proprietari terrieri della California. Una cooperativa di simile successo in Spagna – chiamata Mondragon – è oggi composta da 95 cooperative separate e autonome che danno lavoro a più di 80.000 persone. La prima cooperativa degli Stati Uniti – una compagnia di assicurazioni nell’area di Filadelfia – è stata fondata nel 1752 nientemeno che da Benjamin Franklin, ed è attiva ancora oggi.

Anche se sono ancora i primi passi per le DAO, ci sono buone ragioni per pensare che potrebbero diventare imprese globali e competitive. Tieni presente che l’avvio di una DAO non creerà automaticamente una community da un giorno all’altro. Hai prima di tutto bisogno di un forte motivo per avviare un’organizzazione come DAO anziché come attività tradizionale; il che ci porta a una domanda importante: dovresti creare un DAO?

Dovresti creare un DAO?

Il fatto che tu debba creare o meno una DAO dipende dal tipo di progetto che intendi avviare. Una DAO è preferibile ad un’attività tradizionale solo se le caratteristiche uniche della stessa andrebbero a vantaggio tuo o del tuo progetto.

Supponiamo, ad esempio, di voler lanciare un ente di beneficenza per aiutare a finanziare la ricerca medica su una malattia specifica. In questo caso, avviare una DAO potrebbe essere un percorso di successo da intraprendere. Questo perché puoi ottenere facilmente finanziamenti e donazioni, nonché assumere personale per la raccolta fondi – da tutto il mondo – sin dal primo giorno. Esiste un obiettivo comune condiviso dalle persone a livello globale, e potrebbe essere possibile creare una community basata su questo obiettivo.

D’altra parte, se il tuo ente di beneficenza finanziasse attrezzature per la prevenzione delle inondazioni di un fiume specifico, probabilmente non saresti in grado di ottenere fondi da utenti stranieri, e non avresti bisogno di assumere persone da altri paesi. In questo caso, una DAO non sarebbe adatta: sarebbe come mettere un sasso rotondo in un foro quadrato.

Ovviamente, molte altre attività commerciali – come bar e ristoranti – non sono adatte ad una struttura DAO, poiché per funzionare richiedono determinate licenze commerciali che richiedono una struttura aziendale tradizionale.

Se non hai ancora selezionato un’idea valida, stai pur certo che ci sono un sacco di casi d’uso interessanti per le DAO. Uniswap, ad esempio, è un exchange decentralizzato gestito da una DAO. Anche altri progetti cripto come MakerDAO, che gestisce la stablecoin DAI, sono gestiti da DAO. Esistono anche DAO di investimento – come BitDAO – che gestiscono per l’appunto investimenti in criptovalute, e centinaia di DAO che supportano lo sviluppo di nuove attività interessanti.

Preparati a lanciare la tua DAO

Le DAO sono intrinsecamente flessibili, in quanto puoi progettarle come preferisci, entro limiti ragionevoli. Pertanto sarebbe prudente pianificare prima alcuni elementi essenziali, altrimenti si corre il rischio di dover avviare una nuova DAO da zero. Questa sezione presuppone che tu conosca già lo scopo della tua DAO.

Prima di iniziare a pianificare la tua DAO, c’è una domanda scomoda che deve essere affrontata subito: esiste già una DAO con uno scopo simile? In tal caso, potresti prendere in considerazione l’idea di unirti a quella DAO piuttosto che avviarne una tua, soprattutto considerando il fatto che dovrai competere con una community già consolidata.

Per creare un DAO, devi prima trovare una community di persone che condividano la tua visione e i tuoi obiettivi, preferibilmente online. È proprio questa community che ti aiuterà a far crescere il tuo progetto ed a realizzare la tua visione. Se non sai da dove cominciare, probabilmente c’è un subreddit pieno di persone affascinate dalla tua idea. Non appena incontri (virtualmente) le persone che fanno al caso tuo, imposta un canale Discord per gestire tutte le comunicazioni in un unico posto.

Il lavoro svolto dalla community per creare la tua DAO

Il prossimo obiettivo è capire l’entità del finanziamento necessaria, quella cioè di cui la DAO ha bisogno per raggiungere gli obiettivi. Devi capire se sono necessari finanziamenti in anticipo, e da dove prenderai questi fondi. La tua community deve anche decidere quanto investire nelle varie proposte che vengono presentate. A questo punto – a seconda di quanto è ampia la community della tua DAO – potresti assegnare questi compiti a una o due persone che ricoprirebbero il ruolo di unico punto di contatto per finanziatori e investitori esterni.

Una volta che la community della tua DAO ha stabilito la sua direzione e le fonti di finanziamento, devi pensare a come ricompensare i membri della tua DAO per i loro contributi. La struttura dei premi sarà naturalmente diversa a seconda degli obiettivi della DAO, siano essi profitto, networking, divertimento o beneficenza.

Dovresti anche considerare come i membri della DAO incorporeranno a loro volta nuovi membri: un membro deciderà per conto di tutti? I nuovi membri possono partecipare quando vogliono? La votazione sarà aperta anche ai nuovi membri?

Una volta decise tutte queste piccole – ma fondamentali – cose, passiamo alla parte divertente. Adesso è il momento di creare la DAO nero su bianco.

Come creare una DAO step-by-step

C’è più di un modo – e più di una piattaforma – per creare la tua DAO. Di seguito spieghiamo come funzionano alcune di queste piattaforme, ma ti consigliamo comunque di ricercare ogni opzione da solo. Dopotutto, fai le tue ricerche è uno dei mantra preferiti dalla community di criptovalute, e c’è un motivo valido!

Come creare un DAO utilizzando Aragon

Aragon è una piattaforma grazie alla quale puoi creare la tua DAO, o unirti alle DAO più affermate su Ethereum. Aragon è una piattaforma no-code, quindi non è necessario imparare Solidity o qualsiasi altro linguaggio di programmazione per creare la tua DAO su questa piattaforma.

Nel momento in cui scrivo, la creazione di una DAO con Aragon richiede almeno 0,2 ETH. Pertanto il prezzo di Ethereum – nel momento in cui costruisci – avrà un impatto sui costi di avvio.

Se invece vuoi provare come funziona prima di acquistare, è possibile sperimentare gratuitamente Aragon utilizzando un ambiente di test, anziché lanciare subito sulla blockchain di Ethereum. Spiegheremo come farlo di seguito; ma prima, ecco una rapida guida step-by-step per configurare una DAO completamente da zero utilizzando Aragon.

  1. Acquista un po’ di ETH: avrai bisogno di almeno 0,2 ETH.
  2. Invia i tuoi ETH a un portafoglio Web3: MetaMask è forse il più facile da usare.
  3. Vai sul sito web di Aragon e fai clic sul pulsante blu “Crea la tua DAO”.
  4. Nella nuova pagina, fai clic su “Crea un’organizzazione”.
  5. Scegli il modello DAO più adatto al tuo progetto.
  6. Inserisci il nome della tua DAO.
  7. Scegli una soglia per la durata del voto, quindi fai clic su “Avanti”.
  8. Inserisci un nome per il token nativo della tua DAO
  9. Ora puoi rivedere tutte le impostazioni della tua DAO. Al termine, fai clic su “Avvia la tua organizzazione”.
  10. Infine, ti verrà chiesto di firmare una transazione su qualsiasi portafoglio Web3 utilizzi (Metamask nel nostro caso). Una volta firmato, la tua DAO andrà online.

Se vuoi avviare una DAO di prova su Aragon, segui i seguenti passaggi. Al momento, puoi utilizzare le testnet Rinkeby o Goerli. Ti verrà consigliato di usare Goerli, dato che Rinkeby sarà presto chiuso a causa dell’imminente merge di Ethereum. Abbiamo quindi utilizzato Goerli in tutte le istruzioni seguenti.

  1. Vai sul sito di Goerli.
  2. Segui le istruzioni per acquisire alcuni ETH di prova gratuiti (che ovviamente non funzioneranno sulla rete principale di Ethereum).
  3. Vai sulla Testnet di Aragon .
  4. Scegli la Testnet su cui desideri avviare dal menu a discesa.
  5. Collega il portafoglio Web3 (con i tuoi ETH di prova) ad Aragon. Assicurati che il tuo portafoglio sia connesso alla rete corretta (in questo caso, Goerli. Da qui in poi, le istruzioni sono le stesse di cui sopra).
  6. Fai clic su “Crea un’organizzazione”.
  7. Scegli il modello di DAO più adatto al tuo progetto.
  8. Dai un nome alla tua DAO.
  9. Scegli una soglia per la durata del voto, quindi fai clic su “Avanti”.
  10. Scegli un nome per il token nativo della tua DAO.
  11. Ora puoi rivedere tutte le impostazioni della tua DAO. Al termine, fai clic su “Avvia la tua organizzazione”.
  12. Infine, ti verrà chiesto di firmare una transazione su qualsiasi portafoglio Web3 utilizzi. Una volta firmato, la tua DAO in Testnet andrà online.

Come creare una DAO utilizzando DAOhaus

DAOhaus è, come suggerisce il nome, una piattaforma che ti consente di creare DAO. Attraverso DAOhaus, puoi creare la tua DAO o unirti ad altre DAO affermate. Tieni presente che se crei la tua DAO tramite DAOhaus, sarà un Moloch DAO. Che vuol dire?

Per chi non lo conoscesse, Moloch è un framework DAO open source e semplice da usare, noto soprattutto per la sua funzione “ragequit” (discussa sopra), che consente ai membri di uscire dalla DAO e ricevere la propria quota indietro ogni volta che lo desiderano. Le DAO Moloch hanno un codice molto semplice, quindi sono considerate sicure e facile da modificare in base alle tue esigenze specifiche.

Tutte le DAO Moloch condividono quattro caratteristiche chiave:

  • membership autorizzata, il che significa che i membri della DAO votano tutti i nuovi membri;
  • voto ponderato, che attribuisce a ciascun membro un potere di voto diverso;
  • potere di governance non trasferibile, che impedisce la vendita o la liquidazione dei diritti di voto;
  • ragequit, che consente a ciascun membro di dimettersi dalla DAO e ricevere indietro la propria quota di partecipazione.

Molte DAO famose utilizzano il framework Moloch. MetaCartel – una DAO di investimento che punta a creare un gruppo solido di creatori per il metaverso e l’ecosistema Web3 – utilizza il framework Moloch con grande successo.

Quindi abbiamo capito che tutte le DAO su DAOhaus sono Moloch DAO; se ritieni che il framework Moloch non sia adatto alla tua specifica DAO, allora sarebbe meglio creare la tua DAO attraverso un framework o una piattaforma diversi, come Aragon.

Ma se il Moloch DAO è adatto ai tuoi scopi, segui i seguenti passaggi per creare la tua DAO.

  1. Apri il tuo portafoglio Web3 – possiamo usare Metamask anche qui – e scegli la rete su cui vuoi lanciare la tua DAO. La maggior parte delle DAO sono basate su Ethereum, ma anche altre reti come Polygon e Arbitrum possono ospitare delle DAO.
  2. Clicca su https://app.daohaus.club/summon
  3. Leggi le opzioni disponibili e scegli il tipo di DAO che desideri creare. Quando fai clic sulle varie opzioni, vedrai come cambia il framework della DAO. I Club DAO ad esempio, consentono una nuova proposta ogni minuto, mentre i Venture DAO concedono solo una nuova proposta al giorno. Se desideri optare per qualcosa di unico e personalizzato, fai clic sul pulsante arancione “Modalità difficile”. Ricorda: queste impostazioni non possono essere modificate una volta che la DAO è attiva.
  4. Ricontrolla le tue impostazioni, quindi fai clic su “Summon”. Se desideri lanciare subito la tua DAO con più membri, fai clic su “Aggiungi più summoners”, il che ti farà risparmiare la votazione di tutti i membri fondatori, dopo che la tua DAO sarà attiva.
  5. DAOhaus ti chiederà di firmare una transazione tramite il tuo portafoglio Web3, che richiederà il pagamento di commissioni di importo variabile, a seconda della rete su cui operi.
  6. Una volta che la transazione è andata a buon fine, vai all’hub DAOhaus per registrare i metadati e lanciare ufficialmente la tua DAO.

Spero che questa guida sia stata utile, e spero che la tua DAO abbia successo!