Storia del prezzo Bitcoin Parte 2: 2011-2013 — LA NUOVA SERIE UFFICIALE

In questa seconda puntata sulla storia del Prezzo di Bitcoin, esploriamo la cronologia della criptovaluta nel periodo 2011 – 2013.

Benvenuti a questa seconda puntata della Storia del Prezzo di Bitcoin. In questo capitolo vedremo gli aggiornamenti più importanti del biennio 2011 – 2013.

Se ti sei perso la prima parte, puoi recuperarla CLICCANDO QUI

bitcoin storia
Adobe Stock

Bitcoin è una tecnologia ancora relativamente giovane. Il nostro obiettivo è capire perché è l’asset che storicamente ha performato meglio. Immergiamoci in questa seconda puntata.

Cronologia del prezzo di Bitcoin: 2011

Ci eravamo lasciati con Satoshi che a metà dicembre 2010 pubblica il suo ultimo messaggio sul forum Bitcointalk.org. Scopriamo subito la risposta!

26 aprile 2011, Prezzo BTC: $1,00 – La corrispondenza confermata finale di Satoshi, che di fatto era un’e-mail a Gavin Andresen, puoi trovarla qui.

Giugno 2011, Prezzo BTC: $31 – Il prezzo di BTC sale a $31 prima di crollare di nuovo sotto i $10, segnando la prima “bolla” di Bitcoin.

A luglio, il NYT riporta che il crollo dei prezzi di Bitcoin è stato causato da una serie di incidenti di hacking sui primi exchange di Bitcoin.

Ottobre 2011, Prezzo BTC: $3,27 – Spesso descritto come “Bitcoin Lite”, Charlie Lee ha creato Litecoin (LTC) con l’obiettivo di consentire lo scambio istantaneo peer-to-peer a tariffe convenienti. Litecoin è uno dei primi progetti di criptovalute ad opera di Lee, un dipendente di Google e direttore dell’ingegneria di Coinbase. Litecoin può essere considerato un’altcoin: con questo termine indichiamo le criptovalute create dopo Bitcoin.

Cronologia del prezzo di Bitcoin: 2012

Marzo 2012, Prezzo BTC: $4,89 – Degli hacker attaccano una piattaforma di cloud computing e hosting di siti Web chiamata Linode.

Secondo theregister.com, sono stati rubati 43.554 BTC, molti dei quali appartenevano a Gavin Andresen. All’epoca, Andresen era lo sviluppatore principale di Bitcoin, quindi questo attacco informatico è stata una battuta d’arresto particolarmente imbarazzante per il team di sviluppo di Bitcoin.

12 maggio 2012, prezzo BTC: $4,95 – Bitcoinica, uno dei primi exchange di Bitcoin, ha ottenuto un’ampia attenzione da parte dei media a causa di un altro attacco hacker, in cui sono stati rubati più di 18.000 Bitcoin. L’exchange, di fronte a numerosi milioni di dollari in cause legali, ha deciso di chiudere.

17 agosto 2012, prezzo BTC: $12,51 – Il WSJ riporta che Trendon Shavers era stato arrestato per aver gestito uno schema Bitcoin Ponzi che a un certo punto rappresentava il 7% dell’offerta totale di Bitcoin.

Le autorità condannano Shavers a 18 mesi di prigione: ha dovuto affrontare pesanti multe e un’azione civile da 40 milioni di dollari.

22 settembre 2012, BTC Prezzo: $12,26 – Gavin Andresen lancia la Bitcoin Foundation, un’organizzazione no-profit che mira ad accelerare la crescita di Bitcoin. Il lancio ha ricevuto un bel po’ di attenzione da parte dei media mainstream, incluso da Forbes.

15 novembre 2012, BTC Prezzo: $11,09 – WordPress annuncia di aver stretto una partnership con BitPay per consentire ai propri clienti di pagare gli aggiornamenti con Bitcoin.

Questa è stata la prima volta che un’azienda globale riconosciuta ha accettato di accettare Bitcoin come pagamento per i suoi servizi.

28 novembre 2012, BTC Prezzo: $12,27 – Si verifica il primo halving della storia di Bitcoin (ne abbiamo parlato in modo approfondito in questo articolo). Dal blocco 210.000 in poi, la ricompensa da mining è dimezzata da 50 BTC a 25 BTC.

Cronologia del prezzo di Bitcoin: 2013

25 febbraio 2013, prezzo BTC: $30,14 – Mike Hearn, uno dei primi sviluppatori di Bitcoin, rivela in un post sul forum Bitcointalk che Satoshi ha informato lui e alcuni altri sviluppatori, tra cui Gavin Andresen, del suo piano di lasciare il progetto Bitcoin per concentrarsi su “altre cose.”

11 marzo 2013, prezzo BTC: $47,20 – La rete Bitcoin subisce una terribile battuta d’arresto.

Di fatto venne creata una seconda blockchain di Bitcoin che funzionava in parallelo con la versione vera. Ogni blockchain aveva il proprio registro delle transazioni distinto.

Il trading di bitcoin è stato immediatamente interrotto in modo che gli sviluppatori potessero trovare e correggere il bug. In sole sei ore viene rilasciata una versione aggiornata che includeva una patch per evitare che il bug causasse nuovamente lo stesso problema.

Due giorni dopo, Vitalik Buterin ha pubblicato un articolo su Bitcoinmagazine.com descrivendo cosa era successo.

Questo bug ha scosso la fiducia di molti utenti di Bitcoin, eppure molti considerano ancora la velocità e l’accuratezza della correzione un risultato straordinario da parte del team di sviluppo e di tutta la community.

Prima volta sopra i $100

1 aprile 2013, prezzo BTC: $98,63 – Bitcoin supera per la prima volta la barriera dei $100, ma il panic sell generale porta il prezzo a scendere rapidamente a $68, per poi risalire a $228 nella seconda settimana di aprile.

11 aprile 2013, BTC Prezzo: $127,17 – I gemelli Winklevoss, noti anche come Winklevii, arrivano sulla scena delle criptovalute.

I gemelli sono stati tra le prime figure pubblicamente riconoscibili a rivelare una grande partecipazione in Bitcoin. A quel tempo, affermavano di avere una scorta di $11 milioni di dollari in Bitcoin, con un prezzo medio di circa $10 per moneta.

Cameron Winklevoss ha detto al New York Times: “La gente non vuole davvero prenderlo sul serio. Ad un certo punto la narrativa si sposterà su “le valute virtuali sono qui per restare”. Siamo ancora agli albori“. Diciamo che per ora – settembre 2022 – ci ha preso.

1 maggio 2013, prezzo BTC: $127,74 – Il celebre attore Ashton Kutcher ha detto a una folla alla conferenza TechCrunch Disrupt che “i bitcoin stavano diventando sempre più rilevanti” e “la stessa infrastruttura che ha costruito bitcoin potrebbe essere utilizzata nel settore della sicurezza per il bene della massa”.

6 maggio 2013, BTC Prezzo: $114,13 – Bill Gates definisce Bitcoin un “techno tour de force” durante un’intervista con Fox Business. Tuttavia, Gates in seguito ha espresso alcune considerazioni positive sull’anonimato delle criptovalute.

Charlie Munger invece, vicepresidente di Berkshire Hathaway, risponde con la sua ormai celeberrima convinzione è che Bitcoin sia “veleno per topi“. Warren Buffet gioca sul sicuro, dicendo “Penso che Charlie o Bill abbiano ragione“.

Ad oggi, Munger ha mantenuto questa posizione. Nel 2019, ha detto: “Penso che l’intero dannato sviluppo sia disgustoso e contrario agli interessi della civiltà“.

13 ottobre 2013, BTC Prezzo: $130,20 – In una caffetteria a Vancouver, in Canada, apre un bancomat in grado di convertire dollari canadesi in Bitcoin. L’ATM richiedeva ai clienti di eseguire la scansione dei palmi delle mani prima di poter scambiare qualsiasi Bitcoin.

Prima volta sopra $500

18 e 19 novembre 2013, prezzo BTC: $578,41 – La commissione bancaria del Senato degli Stati Uniti discute i vantaggi e i potenziali rischi di asset digitali come Bitcoin. Il governo degli Stati Uniti per la prima volta apre alla possibilità di Bitcoin.

Il comitato ha scoperto che Bitcoin aveva usi legittimi e vantaggiosi come micropagamenti, tempi di regolamento dei pagamenti più rapidi e maggiore sicurezza. Naturalmente, si è discusso molto dei rischi di Bitcoin, come fornire ai criminali una strada più semplice per il riciclaggio di denaro.

Jennifer Shasky Calvery del Dipartimento del Tesoro, ha affermato che “per quanto riguarda Bitcoin… sembra che ci siano molti utenti legittimi là fuori e come qualsiasi tipo di sistema di pagamento può essere sfruttato da malintenzionati“.

Calvery in seguito ha aggiunto: “in alcuni paesi potrebbe esserci un interesse per Bitcoin perché dove hai una valuta locale considerata estremamente volatile, Bitcoin potrebbe essere considerato un posto migliore in cui immagazzinare valore“. Non pensare all’euro, pensa alle valute fiat minori.

20 novembre 2013, Prezzo BTC: $567,35 – Un rappresentante del governo cinese di nome Wang Yi annuncia che i cittadini cinesi possono scambiare Bitcoin.

Il Financial Times ha riferito che – mentre Pechino non aveva ufficialmente dato la sua benedizione a Bitcoin – la dichiarazione di Yi significava che il governo cinese era “contento di lasciare che il mercato si sviluppasse“.

Il prezzo di Bitcoin supera la soglia dei 1.000$ poco dopo l’annuncio di Yi, raggiungendo un altro massimo storico di $1.156,10 a dicembre.

18 dicembre 2013, prezzo BTC: $597,50 – Sul forum Bitcointalk, il famigerato post HODLING è a disposizione di tutti.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Cosa succede dopo? Ehehehehe… la terza puntata della serie è in arrivo. Alla prossima!