Come capire se una crypto sta per crollare e salvarti la pelle in tempo

Investire in criptovalute e beni digitali è un a attività apparentemente semplice e alla portata di tutti. Ma come hanno insegnato gli avvenimenti degli ultimi anni, non si tratta per nulla di qualcosa di così banale e i disastri sono sempre dietro l’angolo.

Investire in questo settore è tra le attività più rischiose che possiamo immaginare. Le truffe e le manipolazioni di mercato sono all’ordine del giorno. Il valore intrinseco è un miraggio per la stragrande maggioranza di questi asset, che stanno diventando sempre più degli oggetti esclusivamente speculativi. Come orientarsi quindi in questa giungla senza regole?

crollo mercato crash
Adobe Stock

La prima cosa quando ci avvicianiamo al mondo delle criptovalute è prendere consapevolezza dei rischi e delle problematiche che ancora non possiamo evitare.

Partiamo con una rapida rassegna dei recenti disastri che hanno sconvolto il settore, così da prepararci davvero a tutto, e nella seconda parte di questo approfondimento andremo a vedere in modo schematico come procedere ad un due diligence, ossia come valutare se una criptovaluta ha delle basi solide per valutare un’ipotesi di investimento, oppure è meglio starne direttamente alla larga.

I più famosi esempi di fallimenti di criptovalute e lezioni apprese da essi

Il collasso dell’exchange FTX

Un incidente importante che si è verificato nel settore delle criptovalute è stato il disastroso fallimento dell’exchange FTX, che ha portato alla luce la necessità di condurre ricerche approfondite e di essere responsabili con le proprie finanze. Un tempo FTX era un marchio molto rispettato nel settore degli exchange di criptovalute. Era famoso per la sua capacità di rendere semplice il trading di criptovalute e i prodotti derivati, con un’attenzione particolare agli operatori più avanzati o esperti, grazie alle funzionalità uniche e i contratti e gli strumenti particolari offerti.

D’altra parte, ha dovuto affrontare un rapido collasso a causa di una cattiva gestione e di azioni fraudolente, che hanno rapidamente portato a un sostanziale disallineamento tra le sue attività e le sue obbligazioni nell’autunno del 2022.

Il caso FTX ha portato alla luce un enorme vuoto nell’autoregolamentazione del settore delle criptovalute.

Ciò è in contrasto con le istituzioni finanziarie tradizionali, che effettuano revisioni contabili continue delle loro attività e passività.Al centro della questione c’era il fatto che l’exchange avrebbe dovuto generare entrate grazie ai bassi costi associati a ogni transazione che avveniva sull’exchange, garantendo al contempo la sicurezza dei beni dei clienti. Al contrario, tali attività sono state dirottate in investimenti più rischiosi, il che ha fatto sì che ogni volta che i clienti hanno richiesto i loro pagamenti e i fondi non hanno potuto essere erogati, il valore del token nativo, FTT, è precipitato.

Questo fallimento non solo ha avuto un impatto sugli interessi degli stakeholder di FTX, ma ha anche causato un’ondata di preoccupazione in tutto il mercato delle criptovalute. Il fallimento di FTX ha portato alla luce la necessità di implementare misure di conformità finanziaria più rigorose, di migliorare le pratiche di gestione e di sfruttare la trasparenza caratteristica della tecnologia blockchain per garantire verifiche continue delle società di criptovalute, al fine di evitare il verificarsi di simili eventi catastrofici. Il fallimento ha portato alla luce le carenze normative esistenti nel settore delle criptovalute, che a loro volta hanno dato vita a conversazioni sulla possibilità di stabilire regole più severe.

La condanna di Sam Bankman Fried

Sam Bankman-Fried, l’ex CEO di FTX, è stato dichiarato colpevole di sette capi d’accusa per frode e cospirazione il 2 novembre 2023. I suoi soci d’affari, alcuni dei quali conosciuti fin dall’adolescenza, hanno testimoniato contro di lui durante il processo.12 Un tempo era considerato una delle persone più ricche di età inferiore ai 30 anni, e ora rischia di passare decenni di carcere.

L’incapacità di Genesis Lending Unit di pagare i propri debiti

Nell’ambito del finanziamento delle criptovalute, Genesis era un nome molto apprezzato. Tuttavia, ha rischiato di fallire perché non è riuscita a gestire correttamente le proprie responsabilità una volta che è stato imposto il blocco dei prelievi. La sezione prestiti della società ha dichiarato di essere in debito con i debitori per 3,4 miliardi di dollari quando ha presentato istanza di fallimento all’inizio del 2023.

A causa di questo fallimento, sono stati portati alla luce i pericoli intrinseci legati alle piattaforme di prestito di criptovalute, soprattutto in tempi di condizioni di mercato imprevedibili. Inoltre, ha fatto emergere ulteriori questioni riguardanti le procedure di gestione finanziaria del settore e la necessità di una conformità normativa più rigorosa all’interno delle piattaforme di prestito di criptovalute.

Un effetto domino sfavorevole che si diffonde ad altre aziende del settore delle criptovalute

Il disaccordo tra Genesis e Gemini, un altro exchange di criptovalute, in merito a un prodotto di prestito in criptovaluta noto come Earn ha portato alla luce le intricate complessità legali e finanziarie presenti nei contratti di prestito in criptovaluta.

Il crollo di TerraUSD (UST)

Essendo legata al valore del dollaro statunitense, la stablecoin algoritmica TerraUSD (UST) è stata sviluppata con l’intento di preservarne il valore. Invece, ha subito un violento crollo e si è discostata notevolmente dal dollaro, passando da un dollaro a trentacinque centesimi nell’anno 2022. Nella primavera del 2023 è tornata al suo valore precedente.

La crisi è stata causata da un rapido sell-off sugli scambi di asset digitali, non adeguatamente ammortizzato dalle procedure algoritmiche. Le conseguenze sono state notevoli e hanno comportato azioni legali e una perdita di fiducia nell’affidabilità delle stablecoin algoritmiche.

Il caso ha evidenziato le difficoltà insite nel processo di stabilizzazione algoritmica delle valute, la necessità di un monitoraggio continuo nella gestione degli asset cripto e l’importanza di disporre di solide procedure di stabilizzazione e di una supervisione normativa per garantire l’integrità e la stabilità delle criptovalute.

La fiducia degli investitori nelle stablecoin è stata scossa a seguito del crollo, che ha causato interruzioni nel più ampio mercato delle valute digitali legate al dollaro e alle monete fiat. In seguito al fallimento del progetto, sono state intraprese azioni legali contro di esso, che hanno messo ulteriormente a dura prova le sue finanze e la sua reputazione. A seguito del brusco crollo di mercato gli investitori e gli altri stakeholder hanno subito perdite finanziarie davvero  notevoli.

analisi criptovalute
Adobe Stock

Due diligence sulle criptovalute: Le migliori pratiche

Per effettuare una due diligence completa sulle criptovalute, sono necessari diversi processi.È necessario condurre una valutazione tecnica per valutare la solidità tecnologica e le misure di sicurezza della tecnologia blockchain utilizzata. È molto importante anche la valutazione del team responsabile del progetto di criptovaluta, per determinare il suo livello di competenza e onestà.

Le caratteristiche del mercato, il livello di concorrenza e il potenziale di crescita della criptovaluta possono essere meglio compresi attraverso un’analisi di mercato. Una valutazione della conformità normativa garantisce che l’asset criptovalutario sia conforme ai requisiti legali nelle giurisdizioni di riferimento, riducendo così la probabilità di problemi legali.

Come fare una due diligence di un progetto o una criptovaluta

Per riassumere le parti più importanti nella due diligence di un progetto crypto, suddividiamole in processi che costituiscono le migliori prassi per la due diligence delle criptovalute.

Prima di ogni altra cosa, condurre una ricerca esaustiva. La verifica della reputazione comporta la lettura di recensioni, valutazioni e la partecipazione alle conversazioni della comunità. La presenza di commenti positivi da parte di un numero significativo di utenti può essere indice di una piattaforma affidabile. Tuttavia, questo non dovrebbe essere l’unico dato da considerare.

  • Esaminate la storia per valutarne i precedenti
    Le piattaforme con una vita più lunga hanno spesso un maggior grado di stabilità e affidabilità. In secondo luogo, assicuratevi che la conformità normativa sia rispettata.
  • Controllare la licenza della piattaforma
    Verificate se la piattaforma è autorizzata o registrata nella giurisdizione in cui opera.
    Privilegiate le piattaforme che sono soggette a revisioni finanziarie effettive e regolari condotte da terzi attraverso il programma di revisione.

Valutare la sicurezza

  • Determinare i protocolli di custodia
    Determinare il modo in cui la piattaforma protegge il contante, cercando opzioni come lo stoccaggio a freddo o soluzioni di custodia assicurata.
  • Valutare le protezioni tecniche.
    Le piattaforme dovrebbero implementare misure di sicurezza rigorose, come la crittografia end-to-end e l’autenticazione a due fattori. Cercate l’apertura e l’onestà.
  • Esaminate le strutture dei prezzi
    Le piattaforme più affidabili forniscono informazioni trasparenti su tutte le commissioni, garantendo così che il cliente non sia sorpreso da costi inaspettati.
  • Aprire i canali di comunicazione
    È essenziale che una piattaforma mantenga aperte le sue linee di comunicazione, soprattutto in caso di condizioni di mercato dirompenti o di difficoltà tecnologiche.

Definire lo stato delle finanze

  • Indagare sulle politiche di riserva
    Se una piattaforma o un punto vendita tratta le stablecoin o concede rimborsi, assicuratevi che sia in grado di farlo. Per garantire la redditività e la sostenibilità a lungo termine della piattaforma, è importante esaminare l’economia dei token e comprendere la “tokenomica” sottostante. È un investimento redditizio? Qual è il volume del suo trading?
  • Valutare la sua fluidità
    Se vale la pena investire in questa attività, la risposta a queste domande dovrebbe essere semplice.
  • Esaminare eventuali collaborazioni
    Ci sono state diverse crisi nel settore delle criptovalute che non sono state causate da un problema all’interno della piattaforma o dell’asset stesso, ma piuttosto dal coinvolgimento significativo in altre attività cripto. Queste crisi sono state causate da affiliazioni e collaborazioni. In generale, le piattaforme affiliate a società di criptovalute affidabili o a istituzioni finanziarie consolidate godono di un livello di fiducia maggiore.

Valutare il rapporto con i clienti

  • Determinare il livello di reattività
    Le piattaforme che mettono al primo posto le esigenze dei consumatori dovrebbero rispondere rapidamente.
    Attenzione a non fare troppe promesse.
  • Aspettative fondate sulla realtà
    Le piattaforme che promettono profitti altissimi vanno affrontate con estrema cautela. Lo scetticismo è giustificato dal fatto che i sostenitori della criptovaluta prevedono rendimenti troppo favorevoli.I sostenitori di una criptovaluta non devono necessariamente essere disonesti, ma potrebbero essere attirati dalle loro iperboli e dalle loro speranze. In entrambi i casi, ciò non indica che ci sia una preparazione adeguata nel caso in cui si verifichino delle difficoltà.
    Infine, mantenere un monitoraggio continuo dell’asset.
  • Tenersi al passo con gli ultimi sviluppi:
    Poiché il settore delle criptovalute continua a subire rapidi cambiamenti, le piattaforme che aggiornano regolarmente i loro servizi e prodotti possono essere un segno della loro dedizione all’innovazione incentrata sull’utente.Tuttavia, questo potrebbe anche indicare che sono instabili e che stanno solo cercando di cavalcare la prossima ondata di entusiasmo intorno alle criptovalute.

L’esecuzione della due diligence è un processo continuo, proprio come in altri settori del mondo finanziario. Combinando un’accurata due diligence con una cultura dell’educazione e dell’apertura, i consulenti finanziari sarebbero quindi in grado di rispettare i loro obblighi fiduciari e di assistere i loro clienti nell’approccio al mondo delle criptovalute in modo saggio e in linea con gli obiettivi finanziari dei clienti e il loro livello di tolleranza al rischio.

Quali sono i rischi e le sfide più importanti nell’ambito degli investimenti in criptovalute?

Gli alti livelli di volatilità, le limitazioni alla liquidità, i pericoli per la sicurezza informatica, la mancanza di tutele per gli investitori, l’incertezza normativa, la vulnerabilità alle frodi e altre vulnerabilità sono tra i rischi più significativi. In passato, i mercati delle criptovalute sono stati caratterizzati da un alto grado di attività speculativa, da una significativa volatilità dei prezzi e dalla mancanza di accettazione dei token crittografici per le applicazioni del mondo reale.Questi fattori continuano a creare problemi.

Come possono i privati e le aziende individuare i punti vendita di criptovalute che siano responsabili dal punto di vista finanziario?

Iniziare con l’educazione e la consapevolezza è il primo passo per garantire la responsabilità finanziaria nel settore delle criptovalute. Per evitare complicazioni legali, è essenziale che gli individui e le imprese acquisiscano una comprensione completa della tecnologia blockchain e delle particolari criptovalute in cui investono.

Condurre regolari verifiche finanziarie può garantire la trasparenza e la salute finanziaria, ed è essenziale rispettare i quadri normativi già in vigore nelle giurisdizioni in cui operano.

Per coloro che sono coinvolti in transazioni di criptovalute, quali sono i requisiti di conformità che devono essere soddisfatti?

La misura in cui le persone e le organizzazioni che effettuano transazioni in criptovaluta sono tenute a rispettare le normative varia da Paese a Paese. D’altra parte, i criteri comuni includono l’adesione agli standard KYC e AML al fine di evitare operazioni illegali. Poiché le persone e le organizzazioni sono obbligate a dichiarare e pagare le tasse sul reddito ottenuto dalle transazioni in bitcoin praticamente in ogni Paese, anche la conformità fiscale è un aspetto estremamente importante.

Nel caso in cui un asset crittografico sia classificato come un titolo, è richiesta la conformità alle normative sui titoli. La conformità alle normative sulla protezione dei dati, che sono progettate per salvaguardare la riservatezza delle informazioni degli utenti, è un’altra componente essenziale della conformità nelle transazioni di criptovalute.

Conclusioni

L’uso delle criptovalute a fini di investimento è ancora un sentiero poco battuto tra i consulenti finanziari che si trovano di fronte a sfide mai viste prima. A causa dell’espansione del settore delle criptovalute, i consulenti finanziari si trovano spesso a navigare a vista. Il loro ruolo di fiduciari si estende alla conduzione di ricerche approfondite sulle criptovalute per fornire ai clienti raccomandazioni basate su informazioni accurate.

Oltre a esaminare i rendimenti storici, i consulenti finanziari dovrebbero quindi approfondire anche le complessità della tecnologia blockchain, dei protocolli di sicurezza, dei cambiamenti all’interno del mercato, della liquidità e di un quadro normativo in continuo mutamento.In un mercato noto per la sua volatilità e l’assenza di tutele per gli investitori, l’obiettivo è garantire la responsabilità finanziaria, la gestione del rischio e la conformità normativa. Il settore delle criptovalute può imparare dai recenti incidenti in diversi modi. Le procedure di base che sostengono l’integrità e promuovono la fiducia nel settore dovrebbero essere informate da queste lezioni.

Impostazioni privacy