Appchain: ecco perché hanno successo nel mercato delle criptovalute

Blockchain specifiche per le applicazioni (AppChain): in questo articolo parleremo di un trend interessante nel mercato delle criptovalute.

Criptomercato fa un’immersione profonda nelle appchain, ovvero le blockchain progettate per gestire un’applicazione specifica.

appchain
Adobe Stock

Nel mondo in rapida evoluzione della scalabilità delle blockchain, le appchain sono uno dei nuovi contendenti per aiutare tutti a raggiungere l’utopia decentralizzata.

Ma cosa sono e da dove vengono?

In questo articolo vedremo:

  • Cos’è un’appchain e come funziona?
  • Quali blockchain utilizzano le appchain?
  • Un confronto tra appchain e altre soluzioni blockchain.
  • Quali sono le appchain più popolari sul mercato?

Appchain: ecco perché hanno successo nel mercato delle criptovalute

Un’appchain è una blockchain progettata per un’applicazione specifica. Può essere vista come una soluzione specializzata Layer 1 che si collega a una soluzione generale Layer 0. La soluzione di livello 0 fornisce l’infrastruttura di base. La soluzione layer-0 fornisce l’infrastruttura di base e l’interoperabilità per le appchain, mentre le appchain forniscono funzionalità e prestazioni personalizzate per le applicazioni.

Il vantaggio delle appchain è una maggiore libertà e controllo per gli sviluppatori. Inoltre, ereditano la sicurezza e la scalabilità del layer-0 a cui sono collegate.

Gli ecosistemi blockchain possono scegliere un’architettura appchain per diversi motivi.

Scalabilità

Le applicazioni non devono competere per lo spazio dei blocchi in un sistema appchain. Questo migliora le prestazioni e il throughput delle applicazioni, oltre a ridurre la congestione e le commissioni sulla rete principale.

Personalizzazione

In un sistema appchain, gli sviluppatori sono liberi di scegliere un meccanismo di consenso, strutture di governance e modelli economici. Ciò offre agli sviluppatori maggiore libertà e creatività nella progettazione delle loro applicazioni.

Interoperabilità

Le applicazioni possono comunicare e scambiare valore nell’ecosistema più ampio, grazie a protocolli e standard comuni. Questo crea un ecosistema di applicazioni più connesso e diversificato.

Innovazione

Gli sviluppatori sono liberi di sperimentare nuovi modelli economici e di governance senza impattare negativamente sulla blockchain principale. Ciò favorisce un ambiente di sviluppo più dinamico e collaborativo.

Quali blockchain utilizzano le appchain?

Esistono diversi modi per implementare le appchain, ma due degli esempi più importanti sono Cosmos e Polkadot.

Cosmos funziona come “internet delle blockchain” con l’SDK Cosmos e il meccanismo di consenso Tendermint al centro. Le appchain sono chiamate “zone” e si collegano alla blockchain principale di Cosmos, creando una rete interconnessa di blockchain.

Alcuni esempi di appchain costruite su Cosmos sono:

  • Akash Network: Una piattaforma di cloud computing decentralizzata che sfrutta la capacità di calcolo inutilizzata per fornire servizi cloud economici e resistenti alla censura.
  • Osmosis: Una piattaforma di scambio decentralizzata che consente agli utenti di creare e scambiare pool di liquidità personalizzati in diverse zone.

Un altro esempio è Polkadot, che utilizza una rete di blockchain eterogenee. Queste cosiddette parachain sono collegate alla Relay Chain, la blockchain centrale della rete Polkadot. Come nel caso di Cosmos, ciò consente di condividere la sicurezza senza sacrificare la scalabilità. Inoltre, facilita lo scambio di valore per le parachain.

Alcuni esempi di appchain costruite su Polkadot sono:

  • Acala: Un hub finanziario decentralizzato che offre una stablecoin multicollateralizzata, un derivato di palificazione senza fiducia e una piattaforma di scambio decentralizzata.
  • Litentry: Un aggregatore di identità cross-chain, che offre una verifica decentralizzata dell’identità e la gestione della reputazione.

Confronto tra AppChain e altre blockchain nel mercato delle criptovalute

Le appchain si concentrano in genere su un’applicazione in una rete più ampia di blockchain. Come si colloca questo aspetto rispetto ad altre architetture blockchain?

Appchain vs blockchain monolitiche

Le blockchain monolitiche sono soluzioni all-in-one in cui tutte le funzionalità, comprese le applicazioni, vengono eseguite sul livello di base. Tra gli esempi di blockchain monolitiche vi sono Bitcoin ed Ethereum 1.0. Questi tipi di blockchain presentano diversi vantaggi:

  • Semplicità: Le blockchain monolitiche non si affidano a parti o protocolli esterni per funzionare, riducendo la complessità della rete.
  • Sicurezza: Con una superficie di attacco più ridotta, le blockchain monolitiche offrono generalmente una maggiore sicurezza.
  • Decentralizzazione e immutabilità: Tutti i nodi seguono le stesse regole e convalidano le stesse transazioni, garantendo un alto grado di decentralizzazione.

Tuttavia, le blockchain monolitiche presentano anche notevoli svantaggi:

  • Scalabilità: Le risorse e la larghezza di banda limitate limitano il numero di transazioni e l’archiviazione dei dati, con conseguente congestione della rete e costi elevati.
  • Flessibilità e innovazione: L’aggiornamento o la personalizzazione della piattaforma possono essere difficili da realizzare senza influenzare o dipendere dalle applicazioni esistenti.

Le blockchain monolitiche si differenziano dalle appchain per diversi aspetti:

  • Nelle appchain, un’applicazione utilizza tutto lo spazio dei blocchi, mentre nelle blockchain monolitiche ci sono più applicazioni.
  • Le blockchain monolitiche forniscono sicurezza ad altre applicazioni, mentre le appchain sfruttano la sicurezza di una blockchain layer-0.
  • Le appchain sono flessibili in termini di personalizzazione, mentre le blockchain monolitiche hanno parametri fissi e rigidi per la loro piattaforma.

AppChain vs Blockchain modulari

Le blockchain modulari dividono le loro funzioni principali in livelli o componenti separati, tra cui il consenso, l’esecuzione, la disponibilità dei dati e il regolamento. Esempi di blockchain modulari sono Ethereum 2.0 e Solana. Queste blockchain offrono diversi vantaggi:

  • Scalabilità: Le blockchain modulari possono elaborare più transazioni e memorizzare più dati utilizzando tecniche di parallelizzazione e specializzazione.
  • Ottimizzazione delle risorse: Esternalizzando alcuni compiti ad altri livelli o blockchain, le blockchain modulari possono ottimizzare le risorse e la larghezza di banda.

Tuttavia, le blockchain modulari presentano anche alcuni svantaggi:

  • Complessità: Le blockchain modulari dipendono da parti o protocolli esterni per funzionare, il che aumenta la complessità della rete.
  • Sicurezza: L’aumento della superficie di attacco e la dipendenza da soggetti esterni possono presentare problemi di sicurezza.
  • Trade-off di decentralizzazione: I diversi livelli o blockchain possono avere livelli diversi di fiducia e convalida, con un impatto sulla decentralizzazione complessiva.

Blockchain modulari e appchain nel mercato delle criptovalute presentano alcune analogie, ma anche differenze fondamentali:

  • Le appchain dedicano ancora spazio di blocco a un’applicazione specifica, mentre le blockchain modulari eseguono più applicazioni.
  • Le appchain si collegano a una soluzione generale di livello 0, mentre le blockchain modulari utilizzano soluzioni specializzate di livello 1 o 2.

AppChain vs blockchain Layer 2 nel mercato delle criptovalute

Le blockchain Layer-2 sono soluzioni di scala che operano sopra una blockchain di livello 1, gestendo alcune o tutte le funzioni di esecuzione e regolamento di una rete.

Esempi di chain layer-2 sono Optimism e Arbitrum. Le blockchain di livello 2 offrono una serie di vantaggi:

  • Velocità: Le tecniche di compressione e di aggregazione consentono alle blockchain di livello 2 di elaborare un maggior numero di transazioni e di applicare commissioni più basse.
  • Finalità più rapida: I layer-2 possono fornire tempi di finalizzazione e conferma più rapidi utilizzando prove ottimistiche o a conoscenza zero.

Tuttavia, i layer-2 presentano anche alcune limitazioni:

  • Dipendenza: I layer-2 dipendono dalla blockchain del layer-1 per il consenso e la disponibilità dei dati, il che può limitare la loro autonomia e sovranità.
  • Rischi per la sicurezza: I layer-2 sono potenzialmente soggetti a frodi o censure da parte di soggetti malintenzionati a causa della loro dipendenza dalla blockchain del layer-1.

Layer 2 e appchain si differenziano per diversi aspetti:

  • Le appchain gestiscono tutte le funzioni principali sulla propria chain, mentre i layer-2 gestiscono alcune o tutte le funzioni di esecuzione e regolamento sulla propria piattaforma.
  • Le appchain si collegano a una soluzione generale di layer-0, invece di operare sopra una specifica blockchain di layer-1.

AppChain vs Sidechain nel mercato delle criptovalute

Le Sidechain sono blockchain compatibili con un’altra blockchain. Gestiscono tutte le funzioni principali sulla propria blockchain, ma non utilizzano la sicurezza o la scalabilità dell’altra blockchain. Esempi di sidechain sono Polygon.

Le sidechain offrono diversi vantaggi:

  • Prestazioni: Le sidechain possono elaborare più transazioni e memorizzare più dati utilizzando le proprie risorse e la propria larghezza di banda.
  • Flessibilità: Le sidechain possono personalizzare i loro parametri e le loro caratteristiche in base alle loro esigenze e preferenze.

Tuttavia, anche le sidechain devono affrontare alcune sfide:

  • Sicurezza: Non fare affidamento sulla sicurezza o sulla scalabilità delle altre blockchain espone le sidechain a un maggior numero di attacchi e vulnerabilità.
  • Interoperabilità: Le sidechain possono incontrare difficoltà nella comunicazione e nello scambio di valore con l’altra blockchain, poiché richiedono ponti o adattatori per consentire le transazioni cross-chain.

Le appchain presentano alcune somiglianze e differenze con le sidechain:

  • AppChain e sidechain hanno entrambe i propri token e modelli di governance nativi e gestiscono tutte le funzioni principali sulle loro blockchain.
  • Le AppChain sfruttano la sicurezza e la scalabilità di una rete più ampia, mentre le sidechain non lo fanno.
  • Le AppChain si collegano a una soluzione generale di livello 0, mentre le sidechain sono compatibili con una blockchain specifica.

AppChain popolari nel mercato delle criptovalute

Molte appchain sono attive o in fase di sviluppo, ma ecco alcune delle più importanti:

Osmosis

Osmosis è una piattaforma di scambio decentralizzata che consente agli utenti di creare e scambiare pool di liquidità personalizzati in diverse zone della rete Cosmos. È un’appchain costruita su Cosmos utilizzando il Cosmos SDK e Tendermint. Ha un proprio token nativo (OSMO) e un modello di governance e sfrutta la sicurezza e l’interoperabilità di Cosmos Hub. Osmosis offre a utenti e sviluppatori una piattaforma ad alte prestazioni e personalizzabile per il market-making automatizzato e la fornitura di liquidità.

Litentry

Litentry è un aggregatore di identità decentralizzato che consente agli utenti di collegare le proprie identità tra diverse blockchain e piattaforme. È un’appchain costruita su Polkadot utilizzando Substrate e parachain. Litentry ha un proprio token nativo (LIT) e un modello di governance, e sfrutta la sicurezza e l’interoperabilità della Relay Chain. Offre agli utenti e agli sviluppatori una piattaforma cross-chain che preserva la privacy per la verifica dell’identità e la gestione della reputazione.

dYdX

dYdX è una piattaforma di trading a margine decentralizzata che consente agli utenti di negoziare contratti perpetui e mercati a pronti con effetto leva. È un’appchain costruita su Ethereum utilizzando la tecnologia di rollup a conoscenza zero di StarkWare. Dispone di un proprio token nativo (DYDX) e di un modello di governance e sfrutta la sicurezza e la disponibilità di dati di Ethereum. dYdX offre a utenti e sviluppatori una piattaforma veloce e a basso costo per funzioni di trading avanzate e derivati.

Acala

Acala è un hub finanziario decentralizzato che offre una stablecoin multicollateralizzata, un derivato di staking senza fiducia e una piattaforma di scambio decentralizzata. È un’appchain costruita su Polkadot utilizzando Substrate e parachain. Ha un proprio token nativo (ACA) e un modello di governance e sfrutta la sicurezza e l’interoperabilità della Relay Chain. Acala offre a utenti e sviluppatori una piattaforma veloce e a basso costo per applicazioni e asset finanziari Web3.