Analisi della blockchain di Ethereum (ETH) a fine 2022: cosa ci dobbiamo aspettare nel 2023?

Crypto.it effettua l’analisi on-chain di Ethereum, mentre l’anno 2022 volge al termine: cosa ci dobbiamo aspettare da ETH nel 2023?

In questo momento, gli investitori di Ethereum non sono particolarmente contenti di consultare il grafico ETH/USD. Ethereum ha perso ben due terzi del suo valore in USD dall’inizio dell’anno. Ma scavando un po’ più a fondo, le cose non sembrano essere così male.

ethereum blockchain analisi
Adobe Stock

Ecco cosa abbiamo scoperto grazie all’analisi on-chain di Ethereum.

Analisi on-chain Ethereum: prezzo contro BTC in crescita

Il grafico ETH/USD sicuramente non è dei migliori. Ma il grafico ETH/BTC racconta un’altra storia: ETH è sceso solo di un buon 15% rispetto a BTC dall’inizio dell’anno. Durante l’estate, Ethereum ha persino over-performato in modo significativo Bitcoin – in previsione del riuscito Merge – e si è diretto verso la tanto desiderata offerta deflazionistica di ETH. Dopo il successo di Merge, l’entusiasmo si è placato. Il mercato tende sempre più a comparare i primi due cripto asset. Alcuni si augurano che la gerarchia venga sovvertita.

Analisi on-chain Ethereum: guadagni giornalieri in profitto

La blockchain di Ethereum è in grado di generare un profitto? Puoi scommetterci! Le tariffe del gas sono la fonte di entrate del protocollo, quindi maggiori sono le commissioni, maggiori saranno le entrate di Ethereum. Quando le tariffe del gas supera l’emissione di nuovi ETH (come incentivi per i validatori), Ethereum diventa redditizio: questa è la famosa dinamica deflazionistica in ETH. Ethereum è diventato deflazionistico, e quindi redditizio, per la prima volta dopo il Merge. Tuttavia, questo è probabilmente dovuto alla volatilità derivante dal crollo di FTX.

Ethereum: post-fusione deflazionistica

Elevate emissioni di nuovi ETH ne avrebbero frenato lo sviluppo. Il Merge, che ha visto la transizione della rete Ethereum da proof-of-work (PoW) a proof-of-stake (PoS), ha ridotto l’emissione di nuovi ETH del 90%+.

Come parte dell’aggiornamento EIP-1559, una parte delle tariffe del gas viene bruciata. Quando ETH brucia più di quanti ETH riesca ad emettere, l’offerta di ETH diventa deflazionistica. Per ora, non ci sono stati effetti a breve termine sul prezzo, ma ETH deflazionistico (al momento in cui scrivo) implica che il protocollo operi in profitto: un enorme cambiamento lato fondamentale.

Ethereum: indirizzi con saldo diverso da zero

Anche se il prezzo è diminuito, il numero di indirizzi ETH con saldo diverso da zero è aumentato di oltre il 25%. Tutti questi indirizzi sono utenti del protocollo potenziali o già attivi. Un indirizzo potrebbe non corrispondere necessariamente a un utente, ma questa crescita è comunque una testimonianza di un maggiore interesse fondamentale per Ethereum.

Layer 2: indirizzi univoci

Arbitrum

Gli utenti del Layer 2 potrebbero essere chiamati “utenti esperti di Ethereum”, poiché molti conoscono entrambe le blockchain. Ma grazie alle minori commissioni di transazione e al continuo sviluppo di DApp, l’interesse per L2 come Arbitrum sta crescendo in modo parabolico: il numero di indirizzi Arbitrum è cresciuto di un fattore quattro quest’anno. Questo supera di gran lunga la crescita sul primo livello ed è ancora più impressionante considerando che Arbitrum è stato lanciato a settembre 2021!

Optimism

È un’immagine quasi identica per Optimism: la quantità di indirizzi attivi su L2 è aumentata di oltre 10 volte dall’inizio dell’anno. Il tanto pubblicizzato lancio del token OP con un airdrop di accompagnamento ha sicuramente aiutato. Rispetto ad Arbitrum, le due blockchain sono quasi testa a testa nell’interesse degli utenti.

Il numero di transazioni sui layer 2 supera quello della Mainnet

In concomitanza con il picco dei portafogli unici, la quantità di transazioni L2 è aumentata notevolmente nel quarto trimestre, ed è quasi raddoppiata nelle ultime settimane. Parte di quella crescita è arrivata tagliando una quota di mercato delle transazioni Ethereum sulla Mainnet: le transazioni sui L2 ora superano le transazioni sul L1. Ma aggregando entrambi i conteggi, la quantità di transazioni è cresciuta di circa il 25% negli ultimi tre mesi.

Valore totale bloccato: Mainnet vs. Layer 2

Tuttavia, quando si tratta di valore totale bloccato (TVL), la Mainnet di Ethereum regna sovrana. Circa l’80% del valore totale bloccato L1+L2 combinato si trova sulla Mainnet. Sembra che per ora l’interesse per i prodotti L2 stia crescendo rapidamente, ma i grandi guadagni rimangono sulla L1.