Pensione anticipata di 7 anni ma fino al 2026: come approfittare della novità

Vuoi approfittare della nuova opportunità per avere la pensione anticipata di 7 anni? Hai tempo fino al 2026 e devi fare così

L’Inps ha dato questa opportunità e la si può chiedere ancora per tre anni. Andare in pensione con qualche anno in anticipo è quindi davvero possibile e per ancora più persone di quelle che si può credere. L’isopensione così chiamata è una possibilità per moltissimi lavoratori che potranno andare in pensione a 60 anni.

Isopensione, la manovra per l'esodo dal lavoro
Come smettere di lavorare 7 anni prima (Crypto.it)

Non più a 67 anni come prevede la pensione di vecchiaia. Una vera novità nell’intero welfare che può dare dei grandi vantaggi a tutto il sistema sociale. Ma chi è quindi che può beneficiare di questa incredibile offerta? Cerchiamo di capire in che cosa consiste questa manovra sociale che non è una vera e propria pensione. Si tratta più di un’indennità che viene data al lavoratore ogni mese purché questa persona abbia preso tale accordo con la sua azienda di lavoro accettando di anticipare il riposo pensionistico.

Il vero trattamento pensionistico arriva quindi passati i 7 anni, cioè una volta terminata l’isopensione o fino a che queste persone non potranno accedere alla pensione anticipata ordinaria. Cerchiamo dunque di capire meglio di che cosa stiamo parlando.

Isopensione: per avvicinarsi alla pensione senza lavorare

Una grande novità per i lavoratori è stata apportata alla normativa vigente con la nascita di questo nuovo strumento per accompagnare i lavoratori verso l’esodo dal lavoro. Questa è la semplice definizione dell’isopensione: in altre parole, l’azienda durante questo periodo si fa carico di versare all’ente previdenziale l’indennità del lavoratore in modo da fargli avere l’indennità correlata mentre al lavoratore viene dato un assegno di esodo.

Isopensione, la manovra per l'esodo dal lavoro
Come smettere di lavorare 7 anni prima (Crypto.it)

Tale cifra di denaro mensile non può essere oggetto di perequazione dell’ISTAT e non è possibile richiedere nemmeno il riscatto della contribuzione o la ricongiunzione. I requisiti da avere per ottenere questo trattamento di esodo sono soltanto due, oltre ovviamente l’età: ovvero,

  • la fidejussione
  • l’accordo di esodo firmato dagli esponenti sindacali e convalidato dall’ente di previdenza sociale

Si calcola che già diverse persone stiano pensando di chiedere questa opzione di avvicinamento alla pensione ma ancora in pochi la conoscono. Il presente articolo ha il solo scopo divulgativo e non può assolutamente sostituirsi al parere di un professionista al quale è sempre bene rivolgersi prima di compiere qualunque scelta in merito.

Stiamo parlando di uno strumento sociale introdotto dalla Legge 92 del 2012, art. 4 commi 1 e 2. L’Isopensione è inoltre disciplinata dalla legge di conversione del Decreto Milleproroghe n. 198 del 2022 per quanto riguarda la sua applicazione in ambito aziendale.

Impostazioni privacy