Come facciamo a sapere quali criptovalute sopravvivono ai mercati ribassisti? Te lo spiego in 3 minuti!

Quali criptovalute sopravviveranno a questo bear market? In quali conviene investire? Rispondiamo a queste e a molte altre domande! 

Nel bel mezzo di un mercato ribassista come quello attuale, prevale sempre una domanda: dove dovrei distribuire il mio capitale in criptovalute? Ecco una guida per scoprire in anticipo vincitori e perdenti: continua a leggere!

Se sei come la maggior parte degli investitori in criptovalute, fai trading principalmente sul lungo periodo, il che significa che guadagni solo quando il valore di mercato dei tuoi asset supera il tuo prezzo di entrata.

Sebbene questa possa essere una strategia relativamente semplice da implementare in un mercato rialzista, √® molto pi√Ļ difficile in un mercato ribassista, dove molti meno asset riescono a invertire la tendenza generale al ribasso.

criptovalute mercato ribassista
Adobe Stock

Ma non è impossibile. Sebbene il 2018 sia spesso ricordato come uno dei peggiori mercati ribassisti nella storia delle criptovalute, decine di asset non solo sono andati in controtendenza, ma hanno prosperato nel tempo.

Per coloro con ambizioni a lungo termine, i precedenti mercati ribassisti hanno anche contribuito a puntare i riflettori sugli asset pi√Ļ resilienti, che sono riusciti a mantenere il loro valore mentre tutto il resto √® sceso ai propri minimi.

Individuare questi progetti √® pi√Ļ facile a dirsi che a farsi, ma ci sono alcune strategie che puoi utilizzare per aumentare le tue possibilit√† di successo. Le esploreremo in dettaglio in questo articolo, quindi tieni gli occhi aperti e non perdere nessuna occasione: iniziamo!

Quali criptovalute sopravvivono ai mercati ribassisti?  Quelle con i fondamentali forti!

Anche se il recente successo delle memecoin pu√≤ aver spostato l’attenzione da questo, gli asset con i fondamentali forti tendono a funzionare meglio di quelli deboli nel lungo termine. Quindi se sei un investitore e non un trader – non che ci sia nulla di male ad esserlo – dovresti tenere a mente questo concetto.

Durante i mercati ribassisti, una delle caratteristiche fondamentali pi√Ļ importanti √® l’utilit√† del token. Se c’√® una buona ragione per cui le persone vogliono acquistare/detenere un token, oltre alla semplice speculazione, √® sempre probabile che ci sia una domanda da parte dell’acquirente. Allo stesso modo, se l’azienda dietro il progetto ha una solida reputazione ed √® nota per offrire risultati, gli attuali titolari saranno pi√Ļ contenti di continuare a detenerlo.

Ecco una serie di importanti indicatori fondamentali

  • Capitale umano: i progetti con un team solido di individui esperti e con una lunga storia di successi, tendono ad avere i risultati migliori.
  • Finanziamento: i progetti finanziati male possono avere difficolt√† a costruire, durante un mercato ribassista. Molti devono coprire tale deficit vendendo i token nativi per raccogliere fondi. Al contrario, i progetti con buone basi di finanziamento possono approfittare dei mercati ribassisti per raccogliere i migliori talenti e acquisire asset sottovalutati. Pertanto, potrebbe essere saggio valutare quanto¬†i progetti scelti sono ben finanziati, e rimanere al passo con i recenti round di finanziamento.
  • Attivit√† di sviluppo: sia il numero che la qualit√† degli sviluppatori allineati con il progetto sono due indicatori della forza dell’asset. Se il progetto ha un repository GitHub pubblico, pu√≤ essere prudente tenere traccia del tasso di commit, poich√© questo pu√≤ indicare la quantit√† di lavoro svolto dietro le quinte.
  • Solidit√† della community: una community leale e appassionata pu√≤ essere un chiaro segno di forza. Questo indica che un progetto sar√† supportato dagli utenti durante i periodi difficili e ben posizionato per un’ulteriore crescita durante i periodi favorevoli. Alcuni dei modi pi√Ļ semplici per verificarlo includono il monitoraggio della crescita/decrescita del numero degli investitori, e il coinvolgimento all’interno dei social media della community del progetto.

Esamina sempre la Tokenomics!

La stragrande maggioranza delle criptovalute è inflazionistica, almeno a breve termine. Ciò significa semplicemente che il numero di token in circolazione aumenta nel tempo; solitamente tutto questo è definito dal programma di maturazione e sblocco dei token.

Come ci si potrebbe aspettare, i progetti con una tokenomics altamente inflazionistica possono avere un momento particolarmente difficile durante i mercati ribassisti. Con il saldo acquirente/venditore gi√† sbilanciato verso quest’ultimo, ondate di sblocchi di token possono evidenziare ancora di pi√Ļ questo problema.

Leggi: Cos’√® la Tokenomics?

Un token che sale del 100% in un anno dovr√† vedere la sua domanda raddoppiare solo per rimanere allo stesso prezzo. Raddoppiare la domanda in un mercato ribassista √® tutt’altro che semplice.

Alla luce di ci√≤, √® di fondamentale importanza essere consapevoli di come la quantit√† dei tuoi token si gonfier√† nell’orizzonte temporale target. In pratica, questo comporter√† un esame della sua tokenomics, e l’analisi del suo programma di vesting (se pubblico). Se il programma di maturazione e sblocco non √® pubblico, puoi iniziare a preoccuparti, poich√© spesso significa che il token √® pericolosamente inflazionistico.

Per uno sguardo pi√Ļ approfondito al vesting, consulta la nostra guida!

Studio preliminare

La maggior parte dei progetti – da qualche parte sul loro sito Web, blog o white paper – fornir√† una panoramica della loro tokenomics: quelli che non lo fanno potrebbero avere qualcosa da nascondere! Una volta che sei consapevole di come √® probabile che l’offerta di token cambi nel tempo, puoi iniziare a calcolare la sua potenziale capitalizzazione di mercato a diversi punti di prezzo, e orizzonti temporali che possono aiutarti a impostare i tuoi obiettivi di ingresso/uscita.

Detto questo, è importante notare che molti programmi di emissione mostrano solo quando i token verranno sbloccati, non necessariamente quando entreranno in circolazione.

L’importanza della tokenomics √® particolarmente evidente quando si esaminano progetti con sistemi di ricompensa, come i giochi play-to-earn e le yield farm. Ci sono numerosi esempi in cui l’inflazione estrema ha portato a uno squilibrio tra domanda e offerta, portando successivamente al crollo del valore. Il token CAKE di PancakeSwap e il token Green Satoshi (GST) di STEPN sono due di questi esempi.

Leggi: Che cos’√® lo Yield Farming?

Molti asset affermano di essere deflazionistici grazie ai loro meccanismi di burn, ma pochissimi in realt√† lo sono a breve termine. Tutto questo pu√≤ ingannare gli investitori, che credono erroneamente che la diminuzione dell’offerta aumenter√† il valore del token.

Quali criptovalute sopravvivono ai mercati ribassisti? Controlla sempre la performance storica, ovvero i grafici

Sebbene le prestazioni passate non siano sempre un indicatore del successo futuro, le criptovalute che si comportano bene durante i periodi di debolezza del mercato hanno spesso chiare motivazioni per esplodere durante la successiva – e auspicabile – bull run.

Uno dei modi pi√Ļ semplici per verificarlo √® osservare come si √® comportata la criptovaluta scelta durante i periodi ribassisti, come ad esempio il mercato ribassista del 2018. Possiamo vedere la sua performance rispetto al dollaro USA (USD) o la performance relativa rispetto a Bitcoin (BTC) o un’altra criptovaluta di riferimento.

Dopo aver identificato gli asset che tendono a invertire le tendenze ribassiste, è una buona idea approfondire le ragioni della loro forza relativa. Se ci sono ragioni chiare e facilmente identificabili per il loro successo, è un buon segno: molto probabilmente il team sa come mantenere utilità e interesse durante un mercato ribassista.

Due esempi

BNB fornisce un eccellente esempio di questo concetto. Per tutto il 2018, BNB ha perso solo il 27% del suo valore, mentre la maggior parte delle criptovalute ha perso fino all’80%. L’anno successivo (2019), il valore √® aumentato del 124%, spazzando via la maggior parte degli altri asset.

Le ragioni di ci√≤ erano semplici: Binance stava utilizzando una frazione dei suoi profitti per riacquistare regolarmente e burnare una grossa fetta della fornitura di BNB. Nel frattempo, stava espandendo l’utilit√† del token ospitando diverse offerte iniziali di monete (ICO) sul suo launchpad, a cui gli utenti potevano accedere solo detenendo BNB.

Al contrario, Celsius (CEL) di Celsius Network ci dimostra l’importanza di fare sempre le dovute ricerche prima di saltare a conclusioni affrettate sulla forza di una risorsa. Dopotutto, nonostante l’attuale mercato ribassista, CEL ha guadagnato quasi il 4.000% negli ultimi due mesi. Anche se questo pu√≤ essere impressionante a prima vista, dopo ulteriori ricerche scopriresti che Celsius ha recentemente dichiarato bancarotta, ed ha perfino provato a manipolare il mercato.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Alcuni progetti senza forza sono gi√† crollati: un’importante correzione dei prezzi ha spazzato via un gran numero di players che hanno tentato di partecipare alla gara. Per questi motivi, la recente “buona performance” di CEL – seppur col senno di poi – pu√≤ essere considerata un falso segnale.