Death Cross e Golden Cross: prevedere il mercato è impossibile, ma qui ci andiamo vicino!

Una guida completa a Death Cross e Golden Cross: due indicatori tecnici semplici da individuare ma estremamente importanti.

Attualmente ci sono molte forme di analisi tecnica disponibili, quindi è sempre interessante rivedere le basi. Discutiamo di Death Cross e Golden Cross, due degli indicatori più importanti nei mercati finanziari!

Nell’articolo di oggi, discutiamo due degli indicatori tecnici più popolari e facili da identificare. La cosiddetta Croce è un semplice evento che chiunque può imparare a identificare e utilizzare.

Death Cross e Golden Cross fanno riferimento ad una media mobile a lungo termine e una media mobile a breve termine che si incrociano. Prima di approfondire ulteriormente, diamo un’occhiata brevemente a cos’è una media mobile.

ethereum-layer-omg-boba.jpeg
Adobe

Una media mobile è un indicatore utilizzato per semplificare la direzione del trend di un asset. Prende il prezzo medio per un determinato periodo di tempo. Ad esempio, la media mobile a 50 giorni traccia il prezzo medio degli ultimi 50 giorni. Il giorno seguente, rimuove il punto dati più vecchio e ne aggiunge uno nuovo. Le medie mobili più comunemente utilizzate sono le medie mobili a 50 giorni e a 200 giorni. Ora siamo pronti per partire.

Death Cross: ecco che cos’è

Un death cross si verifica quando una media mobile più corta incrocia al di sotto di una media mobile più lunga. Ad esempio, quando la media mobile a 50 giorni scende al di sotto della media mobile a 200 giorni. Questo indica che la tendenza a breve termine è molto più debole rispetto alla tendenza a lungo termine, e quindi il mercato può essere considerato ribassista.

Ma prima che si verifichi il Death Cross, il prezzo probabilmente si sarà già ritirato, ben lontano dai massimi. In generale il mercato tende al rialzo quando le medie mobili a breve termine sono superiori a quelle a lungo termine. Pertanto è necessario un calo brusco prima che il prezzo abbassi la media a breve termine abbastanza da passare al di sotto di quella a lungo termine.

Questo significa che a volte un Death Cross presenta è un falso allarme: il prezzo troverà il suo minimo poco dopo la presentazione del segnale.

Death Cross: come usarlo nel mercato delle azioni e delle criptovalute?

Diamo un’occhiata ad alcuni esempi di Death Cross. Il grafico sottostante mostra un recente death cross sul Nasdaq 100, uno dei principali indici azionari degli Stati Uniti. Come puoi vedere, il Death Cross è avvenuta solo tre mesi dopo il picco del Nasdaq.

DC1
(credits: TradingView)

Ma come puoi ben vedere, ha continuato a scendere di un altro 10%. A causa della sua natura tardiva, può anche presentare falsi segnali. Come puoi vedere nel grafico sottostante, il Nasdaq 100 ha anche realizzato un death cross dopo il crollo di marzo del 2020. Tuttavia ha rapidamente invertito il segnale e ha continuato a macinare al rialzo per più di un anno.

DC 2
(credits: TradingView)

Esempi di Death Cross per Bitcoin

Recentemente il death cross è apparso anche sul grafico di bitcoin. Nell’ultimo anno, il death cross è apparso due volte! Una volta a giugno 2021 e una volta solo lo scorso gennaio. Anche in questo caso, questi incroci si sono verificati dopo che il mercato ha raggiunto il suo massimo, ed hanno spinto il prezzo verso il basso.

DC3
(credits: TradingView)

Per riassumere, il death cross si verifica quando una tendenza rialzista si inverte a favore di una tendenza ribassista. Gli effetti sul grafico possono richiedere del tempo, a seconda di quanto siano vicine tra loro le due medie mobili. In generale, più ripida è la tendenza rialzista, più tempo ci vorrà prima che si verifichi un cross ribassista una volta che il prezzo inizia a invertire.

Golden Cross: ecco che cos’è

Il Golden Cross è il fratello rialzista del Death Cross. La maggior parte dei partecipanti al mercato tende a preferire il Golden Cross, in quanto segnala l’inizio di una nuova tendenza rialzista. Contrariamente alla croce della morte, la croce d’oro si verifica quando una media mobile più corta incrocia al di sopra una media mobile più lunga a livello temporale. Questo succede ad esempio quando la media mobile a 50 giorni supera la media mobile a 200 giorni. Questo ci dice che la tendenza a breve termine è molto più forte della tendenza a lungo termine, pertanto il mercato può essere considerato rialzista. Ma prima di vedere un Golden Cross – come vedremo tra poco – è probabile che il prezzo stia già iniziando a crescere.

Golden Cross: come usarlo nel mercato delle azioni e delle criptovalute

Diamo un’occhiata ad alcuni esempi di Golden Cross. Il grafico seguente mostra uno dei migliori esempi di Golden Cross nella storia recente. Dopo questa croce, l’S&P 500 ha continuato a crescere per quasi 18 mesi consecutivi. Bello vero? Come puoi vedere, la media mobile a 50 giorni ha superato la media mobile a 200 giorni, e il resto è storia.

GC1
(credits: TradingView)

Ma il Golden Cross non è esclusiva di azioni o indici. Diamo un’occhiata alle criptovalute per vedere se l’indicatore è ugualmente valido.

Esempi di Golden Cross per Bitcoin

Il Golden Cross in passato ha già innescato forti rally al rialzo di Bitcoin. Come mostra il grafico sottostante, un buon esempio possiamo trovarlo nell’aprile 2019, dopo che il mercato ribassista di Bitcoin ha toccato il fondo. Il Golden Cross ha innescato un rally, riportando bitcoin fino al massimo di 13k.

GC2
(credits: TradingView)

Ma come è vero per la croce della morte, anche la croce d’oro può mostrare falsi segnali. Come puoi vedere nel grafico sottostante, Bitcoin ha realizzato un Golden Cross subito prima del “COVID-Crash” di marzo 2020. È stato un bagno di sangue. Il Golden Cross nel maggio dello stesso anno ha avuto molto più successo, poiché ha preceduto la bull run di Bitcoin verso i $60.000 ed oltre.

GC3
(credits: TradingView)

Death Cross vs Golden Cross

Il Death Cross ed il Golden Cross sono segnali facili da identificare e utilizzare nella tua analisi tecnica. Ma a causa della natura tardiva intrinseca degli indicatori, potrebbero alla fine risultare falsi segnali o essere in ritardo rispetto al reale cambiamento di tendenza. Ma come abbiamo visto, il Golden Cross ha innescato più tendenze rialziste che altro in precedenza, quindi essere in ritardo di alcune settimane potrebbe non essere una cosa eccessivamente negativa.

La maggior parte delle persone guarda i grafici giornalieri per identificare Death Cross e Golden Cross, ma l’idea è universalmente applicabile a qualsiasi intervallo di tempo: ha solo più peso su intervalli di tempo più lunghi, a costo di un maggiore ritardo.

Quindi come con qualsiasi altro indicatore, è meglio usarlo in combinazione con altri. Non usarne troppi, ma costruisci un sistema che – se ben assortito – fornisce informazioni accurate su tendenze, cambiamenti di tendenza e direzione generale del mercato.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Queste ultime considerazioni completano questo articolo su Death Cross e Golden Cross e di come mi piace incorporarli nel mio personale sistema di trading. Come al solito, ricorda che questo articolo si basa sulla mia limitata esperienza nel trading di criptovalute e non deve essere considerato come un’istruzione o peggio un consiglio finanziario. Continua a studiare, divertiti e guadagna!