L’evoluzione della Blockchain: dalla Blockchain 1.0 alla 4.0

Nel corso degli anni, la blockchain è cresciuta in modo significativo evolvendosi dalla prima alla quarta versione. Ma cosa è cambiato in tutti questi anni?

Facciamo un tuffo nell’evoluzione della blockchain dalla versione 1.0 alla 4.0!

Blockchain evoluzione

La blockchain e la sua evoluzione

L’evoluzione della blockchain ha visto la tecnologia emergere da una fase sorprendente all’altra. Con un sacco di funzionalità aggiornate e più avanzate, la tecnologia blockchain è cresciuta dalla sua prima versione fino alla quarta.

Sebbene blockchain sia diventata una parola d’ordine ed è senza dubbio tra le tecnologie più di tendenza di questa generazione, un certo numero di persone deve ancora capire meglio cosa significhi blockchain. In quanto tale, è meglio capire cosa sia la blockchain e cosa comporti prima di approfondire le sue fasi di crescita nel corso degli anni.

Cos’è la Blockchain

La Blockchain può essere semplicemente descritta come un sistema digitale in cui le transazioni di criptovalute vengono registrate e mantenute su diversi computer in una rete peer-to-peer. È fondamentalmente un registro pubblico decentralizzato, distribuito digitalmente, che esiste attraverso una rete di sistemi informatici.

Blockchain 1.0

L’era della blockchain 1.0 ha visto l’iterazione dell’intero concetto di decentramento ed era tutto incentrato sull’evoluzione delle criptovalute. L’emergere iniziale della blockchain è iniziato con l’avvio e lo sviluppo della prima criptovaluta, Bitcoin (BTC).

Ciò è accaduto quando un team di esperti chiamati Cypherpunks ha sollevato preoccupazioni sul futuro di Internet e del sistema finanziario. Il team credeva che il futuro di Internet sarebbe stato monitorato e censurato. In quanto tali, hanno tentato di sviluppare un sistema di contanti elettronico che garantisse la privacy e preservasse l’Internet aperta dal punto di vista economico.

Il sistema si era basato sul lavoro precedente che aveva creato ECash (contanti elettronici) proposti negli anni ’80 e ’90. Questa fase ha visto le blockchain incentrate su transazioni peer-to-peer altamente sicure, anonime di una valuta digitale completamente decentralizzata.

La tecnologia Blockchain 1.0 comprende alcuni componenti che includono un Blockchain Core per la rispettiva criptovaluta, software di portafoglio, piattaforme di mining e software di mining. Il Blockchain Core per ogni criptovaluta viene utilizzato per consentire a qualsiasi computer di avviare un nodo.

Apparentemente, la blockchain 1.0 può essere definita come la prima generazione di tecnologia blockchain incentrata fondamentalmente sul decentramento e sulle criptovalute.

Blockchain 2.0

La seconda versione,la  Blockchain 2.0 è una versione aggiornata della Blockchain 1.0 che è rappresentata da Ethereum (ETH).

La versione 2.0 è sostanzialmente incentrata sull’ascesa di Ethereum e sull’integrazione degli smart contract.

Ethereum è stato creato come mezzo di creazione per applicazioni decentralizzate. Quindi, la Blockchain 2.0 è incentrata su di esse in quanto ha fornito agli sviluppatori una strada più ampia per implementare smart contract sulla blockchain di Ethereum in un metodo open source e senza autorizzazione.

Questa tecnologia ha innescato l’innovazione della finanza decentralizzata (DeFi), delle organizzazioni autonome decentralizzate (DAO), delle offerte iniziali di monete (ICO) e dei token non fungibili (NFT).

In generale, Blockchain 2.0 può essere definita come la seconda generazione di tecnologia blockchain incentrata sugli smart contract.

Blockchain 3.0

Questa è la fase della sua evoluzione che cerca di migliorare la caratteristica della scalabilità consentendo al contempo alle blockchain di interagire tra loro. la Blockchain 3.0 ha introdotto Cardano (ADA) sulla scena.

Il suo potenziale è incentrato sulla creazione di soluzioni per servizi e industrie al di fuori dell’economia. La Blockchain 3.0 è considerata una blockchain aziendale e istituzionale. Cerca di ridurre le elevate tariffe (gas fee) che derivano dalla versione precedente, migliorando al contempo le funzionalità di sicurezza della blockchain.

Poiché questa continua a crescere, potrà, e lo sta già facendo, venir integrata in catene di approvvigionamento, sicurezza informatica, votazioni, assistenza sanitaria, servizi Web e molto altro. Pertanto, consentendo loro di godere dei vantaggi di un registro scalabile e decentrato che migliorerebbe la tracciabilità, aumenterebbe l’efficienza riducendo le interruzioni e migliorerebbe la sicurezza e la velocità delle transazioni.

Come detto in precedenza, Blockchain 3.0 è una versione aggiornata della 2.0, costruita per migliorare le capacità della tecnologia durante l’utilizzo di applicazioni decentralizzate. Si concentra sulla risoluzione dei problemi esistenti della medesima tecnologia. Mira inoltre a facilitare transazioni più rapide, convenienti ed efficienti.

Mettiamole a confronto

Le Blockchain 1.0, 2.0 e 3.0 rappresentano la fase di crescita graduale di sudetta tecnologia. Ogni versione successiva mira a migliorare gli errori della fase precedente. La versione 1.0 è iniziata con l’iterazione della prima e principale criptovaluta al mondo, Bitcoin. La 2.0 era incentrato su Ethereum, mentre la terza versione ha accolto Cardano.

La combinazione di queste versioni ha fornito al settore un uso efficiente delle criptovalute, l’esecuzione di smart contract e l’uso di dApp.

La Blockchain 4.0: tecnologia di nuova generazione

Apparentemente, la versione 4.0 è una nuova generazione di tecnologia blockchain che succede alla 3.0. Cerca di rendere la blockchain in definitiva utile negli ambienti aziendali per la creazione e l’esecuzione di applicazioni, portando così la tecnologia completamente mainstream.

Le fasi precedenti dell’evoluzione della blockchain hanno ovviamente potenziali vantaggi per le aziende che includono sicurezza, registrazione automatizzata e immutabilità, oltre alla possibilità di pagare fatture, bollette e salari all’interno di un quadro totalmente sicuro.

Tuttavia, c’è ancora spazio per un migliore potenziamento nei casi di velocità e la limitata capacità di apportare facilmente innovazioni sulla blockchain. La versione 4.0 cerca di migliorare l’esperienza dell’utente nel settore.

Cosa succederà in futuro

Considerando le potenzialità esclusive della Blockchain 4.0 e gli impatti delle sue generazioni precedenti, è corretto affermare che il futuro di quetsa è molto promettente, con la speranza che aziende e aziende operino con maggiore efficienza.

Cerca di consentire alle aziende di trasferire alcune o tutte le loro operazioni correnti su applicazioni sicure e auto-registranti basate su registri decentralizzati, trustless e crittografati. Le aziende e le istituzioni possono facilmente godere dei vantaggi di base della blockchain.

Ricapitolando

L’evoluzione della blockchain ha finora raggiunto un enorme successo ed è apparentemente vicina all’essere mainstream. Dal momento che la sua prima versione è stata creata per supportare esclusivamente una criptovaluta, i suoi aspetti negativi erano la bassa velocità e un’interfaccia utente complessa. la seconda versione è emersa per superare le gradni limitazioni.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Ciò ha visto l’emergere di una blockchain come Ethereum, costruita deliberatamente per facilitare una serie di attività e applicazioni. Mentre spingeva verso una tecnologia blockchain ben sviluppata, la Blockchain 3.0 è emersa e lo spazio ora attende con impazienza la nuova generazione di suddetta tecnologia, la 4.0.