Analisi On Chain: le metriche relative all’On-Chain Activity

L’analisi on chain è un efficacissimo alleato di investitori e analisti di Bitcoin e dei mercati delle criptovalute. Unita a diverse tecniche di analisi, può fornire preziose indicazioni, altrimenti impossibili da cogliere.

Come sappiamo le blockchain hanno la caratteristica di generare un gran numero di dati finanziari aperti e incorruttibili.

analisi on chain activity
Adobe Stock

Utilizzando questi dati on-chain, possiamo cambiare il modo in cui misuriamo il sentiment e il comportamento del mercato oppure troviamo confluenze o divergenze che possono aiutarci a prendere in modo più saggio e completo le nostre decisioni di investimento o di trading.

Oltre chiaramente ad essere uno strumento fondamentale e irrinunciabile quando facciamo analisi sui fondamentali di Bitcoin e vogliamo vedere quanto la rete è sana, vigorosa e sopratutto utilizzata dagli utenti.

Le metriche relative all’On-Chain Activity

Il primo paniere di metriche che andremo a vedere insieme, va a rientrare nella categoria chiamata On-chain Activity, o attività on chain.

Queste metriche vanno a descrivere e indicarci la salute e la crescita della rete Bitcoin user-base. Inoltre hanno la caratteristica di poterci aiutare a farci un’idea chiara sui cosiddetti Bitcoin Network Effects, ossia gli effetti di rete di Bitcoin.

Le metriche contenute nella categoria on-chain activity possono essere utilizzate ad esepio per fare una stima e valutare se gli effetti della rete e la base di utenti si stanno espandendo o si stanno contraendo.

Se volessimo definire i Bitcoin Network Effects, potremmo ad esempio dire che un aumento del numero di utenti che partecipano alla rete, si traduce in un aumento del valore, o utilità della rete.

#1: Active Addresses

Questa metrica ci indica il numero di indizzi Bitcoin attivi nella rete in un dato momento. Ogni qual volta un utente va a compiere operazioni, inviare transazioni o comunque interagisce con il proprio wallet, in genere lo fa per inviare delle coin da un indirizzo a un altro.

Questo però non ci dice che tipo di operazione abbia compiuto, potrebbe essere un prelievo o un deposito al loro scambio, o un pagamento da o per il loro portafoglio personale. Questo non è dato saperlo.

Analisi On Chain active addresses
(Credits: GlassNode)

Ma la metrica che possiamo osservare nell’immagine mostra quanti indirizzi sulla rete Bitcoin erano “attivi” ogni giorno nel periodo preso in esamo.

Indirizzi più attivi sono chiaramente spesso un segno di sano utilizzo della rete, mentre l’attività in declino può segnalare un declino della base di utenti o di interesse verso questo strumento.

#2: Number Of New Addresses

In modo molto simile alla metrica appena vista “Active Addresses”, la metrica “New Addresses” tiene traccia di quando un indirizzo che non ha mai ricevuto coin prima, viene attivato, ossia entra nella rete.

La maggior parte dei software per wallet Bitcoin genererà un nuovo indirizzo per ogni transazione, quindi sarà facile notare che questa metrica ha un comportamento abbastanza simile a quello degli indirizzi attivi.

Siamo in grado di identificare picchi e discese nelle attività On-chain. Queste sono anche spesso correlate rispettivamente con cicli di mercato bullish o bearish di Bitcoin.

Analisi On Chain number of new addresses
(Credits: GlassNode)

Interpretazioni

Le metriche Active e New Address possono essere generalmente interpretate nel seguente modo:

  • Valori elevati. Osservare valori elevati nelle metriche di attività on chain, significa che in quella data il network mostra un maggior numero di attività. Ci segnala quindi più utenti attivi, exchange ed entità di varia natura che interagiscono con i propri wallet crittografici. Questo dato va spesso a preannunciare un aumento nel Bitcoin Network Effects
  • Valori bassi. Osservare valori bassi o in decrescita nelle metriche di attività on chain, spesso ci indica che in quella data il network mostra un minor numero di attività. Ci segnala quindi una carenza o un calo negli utenti attivi, exchange e chiunque interagisca con un wallet per qualche motivo. Questo dato va spesso a preannunciare un calo nel Bitcoin Network Effects

Un piccolo appunto prima di proseguire: Le metriche associate all’attività sulla blockchain hanno spesso una significativa variazione giornaliera. Questo è dovuto agli effetti della naturale diversità dei giorni feriali rispetto al fine settimana, ore di negoziazione in diverse aree geografiche e fusi orari, e altri tipi di influenza stagionale o periodica.

È quindi utile applicare una media mobile di 7 giorni o 14 giorni, o lavorare con una mediana per attenuare questo rumore e osservare le tendenze di massima sottostanti.

#3: Transactions Counts

La metrica Tranactions Counts, ossia conteggi delle transazioni, va a misurare il numero di transazioni confermate sulla rete Bitcoin ogni giorno. Questo naturalmente va ad includere tutti i tipi possibili di transazione.

Alcuni esempi chiave delle transazione che vengono conteggiate sono i pagamenti, i depositi e prelievi da e verso gli exchange, depositi e prelievi da e verso wallet multi-sig di custodial e canali aperti o chiusi su rete Lighting Network.

Analisi On Chain transactions counts
(Credits: GlassNode)

In linea generale, una maggiore domanda di transazioni mostra naturalmente un crescente utilizzo della rete, ma questo può anche essere influenzato dai progressi tecnologici come il batching delle transazioni da parte degli exchange.

#4: Transfer Volume

Il Transfer Volume (BTC) misura l’importo totale del controvalore in dollari americani dei BTC inviato attraverso la rete Bitcoin ogni giorno.

Quando un grande quantitativo di valore viene fatto transitare dalla rete Bitcoin, in genere indica un utilizzo elevato e suggerisce una maggiore domanda di monete in rete. Viceversa, quando meno volume viene trasferito sulla rete Bitcoin, può suggerire un’utilità in declino e una minore domanda di monete nella rete.

Analisi On Chain transfer volume
(Credits: GlassNode)

È anche importante tenere a ente che questa metrica può essere visualizzata su GlassNode anche in dollari, il che tenderà ad aumentare naturalmente con l’aumento della capitalizzazione di mercato (e della quotazione in dollari delle monete).

Le applicazioni degli strumenti di On-Chain Activity per monitorare le fasi di Bull Market e Bear Market

Come abbiamo visto all’inizio della guida, la metrica Active Addresses ci fornisce un comodo strumento per visualizzare la crescita o il calo dei Network Effects di Bitcoin. Oltre a diverse informazioni circa il suo utilizzo e la sua adozione tra le masse.

La rete Bitcoin ha storicamente visto un aumento della crescita degli utenti durante le fasi di euforia dei mercati Bullish. Al contrario, è possibile tracciare e notare un calo nell’attenzione verso la rete Bitcoin e il suo reale utilizzo, durante i periodi più legati alla paura delle fasi di mercato bearish.

Con questa riflessione di carattere generale, possiamo ora osservare e provare a identificare questi periodi di crescita e calo degli utenti direttamente sul grafico.

Cosa ci dicono questi indicatori di on chain activity

Questi indicatori on chain ci forniscono un’idea di massima sugli imminenti movimenti di mercato. Nello specifico:

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
  • Trend verso l’alto, in aumento e in fase di accelerazione.
    Questa situazione indica generalmente l’arrivo e l’aumento di nuova attività, nuovi utenti della rete e attenzione da parte delle persone che interagiscono con i propri wallet Bitcoin ed eseguono qualche tipo di transazione. Come già accennato, questi segnali vanno spesso a indicarci i momentum più bullish del mercato di Bitcoin e delle criptovalute in generale.
  • Trend verso il basso, in calo e in fase di rallentamento.
    Questa situazione indica generalmente una fase di calo dell’attenzione verso btc. Possiamo quindi interpretare questo segnale come una situazione di bassissima domanda, con le naturali conseguenze della cosa sui mercato finanziari. Una situazione simile va quindi spesso a indicarci i momentum più bearish del mercato.