Bonus ristorazione 2024: mancano pochi giorni, come presentare domanda

Il MASAF fornisce contributi a fondo perduto fino a 30mila euro per ristoranti, pasticcerie e gelaterie. A partire dal primo giorno di marzo sarà possibile presentare le domande per nuovi apprendisti e macchinari.

Dal 1° marzo 2024, le imprese di ristorazione, pasticcerie e gelaterie in Italia avranno la possibilità di richiedere contibuti a fondo perduto utilizzando i 56 milioni di euro del Fondo per il sostegno della gastronomia made in Italy.

bonus ristorazione
Adobe Stock

Con due nuove agevolazioni, il MASAF (Ministero dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare e delle Foreste) offre sovvenzioni per l’acquisto di macchinari professionali e per l’assunzione di nuovi apprendisti.

Come funziona il nuovo Bonus Ristorazione 2024 e come presentare la domanda

Il MASAF (Ministero dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare e delle Foreste) ha previsto aiuti finanziari fino ad un tetto massimo 30mila euro e fino al 70% dei costi ammissibili:

  • Per l’investimento in macchinari per le imprese della ristorazione, delle gelaterie, delle pasticcerie e delle ditte che producono pasticceria fresca
  • Per l’assunzione di giovani apprendisti diplomati di età inferiore a trenta anni nei settori della ristorazione e dell’ospitalità alberghiera.
bonus ristorazione
Adobe Stock

Le domande dovranno essere inviate online sul portale messo a disposizione da Invitalia a paritire dal 1° marzo ed entro e non oltre il giorno 30 aprile 2024. Al provvedimento sono ammesse le aziende che soddisfano i seguenti requisiti:

  • Azienda con codice ATECO 56.10.11 (“Ristorazione con somministrazione”):
    iscritto nel Registro Imprese per 10 anni dalla data di pubblicazione del DM 21 ottobre 2022, oppure acquisto di prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo nel corso dei 12 mesi precedenti;
  • il settore ATECO 56.10.30 (“Gelaterie e pasticcerie”) e il settore ATECO 10.71.20 (“Produzione di pasticceria fresca”):
    i quali devono essere iscritti al Registro Imprese per un periodo di 10 anni dalla data di pubblicazione del DM del 21 ottobre 2022, oppure acquisire almeno il 5% del totale di prodotti certificati con DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici.

Per ulteriori informazioni, è stato messo adisposizione il numero verde gratuito 800 77 53 97.

Impostazioni privacy