Assicurazione auto, bisogna farla anche ad un veicolo fermo in aree private chiuse? Le nuove norme fanno tremare gli automobilisti: cosa si rischia

Grandi novità in arrivo anche per l’assicurazione auto e, in particolare, per la gestione dei veicoli fermi e detenuti in aree private.

L’RCA è obbligatoria come sistema di sicurezza che viene sottoscritto da tutti gli automobilisti al fine di garantire un supporto in caso di sinistri e problematiche a persone o cose. I veicoli che circolano su strada, che siano auto ma anche moto, scooter e simili sono tenuti sempre ad essere coperti da apposita assicurazione.

Assicurazione auto veicolo fermo
RCA quando è obbligatoria (crypto.it)

Vi è quella di base, obbligatoria, che serve a coprire eventuali incidenti e danni a terzi e poi vi sono quelle accessorie su cui è possibile decidere in autonomia. Un esempio possono essere quelle contro furto e incendio, questo tipo di assicurazione è a discrezione dell’utente perché addizionale e pensata per coprire il bene e non la sicurezza.

Assicurazione auto su veicoli fermi: cosa cambia

Una delle grandi novità che sono state sancite dalla normativa è sicuramente relativa ai veicoli posti in stato di fermo nei garage privati, quindi quelle auto che non vengono utilizzate ma che al tempo stesso non sono in uso per circolare. Si può procedere alla demolizione, alla vendita oppure si possono anche custodire e conservare quando rappresentano un valore importante.

Assicurazione auto aree private
RCA esenzioni (crypto.it)

La scelta in questo senso è propria e personale, tuttavia non si è liberi di scegliere se assicurare o meno la vettura perché la legge ora è molto chiara in questo senso e non lascia spazio a molti dubbi. La nuova normativa stabilisce di fatto che bisogna eseguire sempre la sottoscrizione dell’assicurazione sulla vettura, che questa sia in uso o meno non importa. Quindi, anche se avete un’auto di vostra proprietà, chiusa in garage privato per ricordo, siete obbligati per legge a procedere con l’RCA.

“L’obbligo di assicurazione per la responsabilità civile si applica ai veicoli a motore indipendentemente dalle caratteristiche del veicolo, dal terreno su cui è utilizzato e dal fatto che sia fermo o in movimento”, e viene ulteriormente chiarito nel documento“L’obbligo i estende anche ai veicoli utilizzati soltanto in zone il cui accesso è soggetto a restrizioni”.

Ci sono però delle eccezioni, la polizza non deve essere sottoscritta per veicoli esportati, ritirati o demoliti, che siano stati sequestrati o vietati dalle autorità, oppure per veicoli che non possono circolare perché sono sprovvisti di una parte fondamentale per il funzionamento come il motore. In quel caso bisogna procedere alla sospensione dell’assicurazione che va comunque comunicata all’Agenzia assicuratrice.

Impostazioni privacy