La Cina abbraccia il sistema blockchain: verrà utilizzato per la verifica dell’identità

La Cina sta già muovendo grandi passi nel campo della blockchain, tracciando un percorso che altri stati potrebbero ben presto seguire.

La blockchain si è fatta conoscere inizialmente come una tecnologia associata alle criptovalute. Negli ultimi anni, invece, sta trovando applicazioni in settori anche molto diversi rispetto a quello finanziario.

la cina userà la blockchain per identificare i cittadini
La Cina vuole usare la Blockchain per un progetto ambizioso e anche piuttosto inquietante – crypto.it

Conosciuta per la sua capacità di offrire sicurezza, trasparenza e decentralizzazione, la blockchain si sta affermando come utile strumento per una vasta gamma di sfide tecnologiche e logistiche, al punto che anche molti governi stanno considerando la possibilità di usarla per rivoluzionare il modo in cui le informazioni pubbliche vengono gestite e condivise.

Una di queste nazioni è la Cina, un paese che ha mostrato un crescente interesse per l’uso della blockchain in ambiti governativi e amministrativi. L’ultima novità, annunciata proprio in questi giorni, segna l’ennesimo passo in avanti negli utilizzi di questa tecnologia, ma desta anche i soliti dubbi sulla sicurezza dei dati personali delle persone che utilizzano questi sistemi.

La proposta della Cina è ambiziosa e all’avanguardia, ma anche piuttosto inquietante

La Cina ha annunciato il suo ambizioso piano: vuole sfruttare la tecnologia blockchain per verificare l’identità dei suoi 1.4 miliardi di cittadini. Secondo l’annuncio del Blockchain-based Service Network (BSN), un ente governativo cinese, il progetto è finalizzato a creare un sistema di identità digitale decentralizzato, denominato RealDID.

la blockchain verrà usata in cina per identificare le persone
La blockchain verrà utilizzata per la verifica dell’identità delle persone in ogni loro movimento sul web – crypto.it

Il lancio del servizio RealDID consentirà agli utenti di registrarsi e accedere ai siti web in modo anonimo utilizzando indirizzi DID e chiavi private, garantendo che i dati aziendali e le transazioni rimangano disconnessi dalle informazioni personali.

Il governo cinese descrive RealDID come il primo sistema di identità decentralizzato a livello nazionale al mondo. In effetti, è un chiaro esempio della crescente convergenza tra tecnologie emergenti e governance, una collaborazione che in futuro segnerà un cambiamento significativo nel modo in cui le informazioni personali vengono gestite a livello statale.

Tuttavia, l’adozione di questo piano non è priva di controversie. La preoccupazione per la privacy dei dati e la sicurezza informatica è un argomento di grande interesse a livello globale. Negli Stati Uniti, ad esempio, è stato proposto un disegno di legge bipartisan che vieterebbe ai funzionari del governo federale di utilizzare blockchain prodotte in Cina. Questa mossa mira a mitigare i rischi per la sicurezza nazionale e dimostra quanto ancora poco il resto del mondo si fidi della Cina.

Impostazioni privacy