Frenano i Titoli di Stato (BOT e BTP) nel 2024, le previsioni non sono positive

I titoli di stato nel 2024 potrebbero fermarsi, ed è una realtà molto vicina. A che cosa dobbiamo queste previsioni?

I titoli di Stato sono dei sostegni emessi dall’ente statale. Lo scopo è quello di risanare il debito pubblico o il deficit. Questi crediti vengono rilasciati allo scopo di finanziare alcuni progetti della singola persona. Così facendo lo Stato arriva a rimborsare il capitale iniziale. Questa possibilità viene utilizzata da tanti di noi. Il problema è che gli utenti italiani potrebbero riscontrare dei problemi a partire dall’anno prossimo.

I titoli di stato andranno in negativo
Ecco cosa sapere sui titoli di stato – Crypto.it

Sappiamo che i tassi di interesse scenderanno nel corso del 2024. Si tratta di alcune probabilità molto alte che non andrebbero sottovalutate. Tuttavia nulla esclude la possibilità che possano salire. Si presuppone che i tassi di interesse saranno fermi, ma non è nulla di certo. Anche perché i BTP vengono emessi e rimborsati alla stessa cifra. L’investitore incasserà le cedole previste non tenendo conto dei cambi di prezzo.

Previsioni sui BTP, non saranno più sicuri: è davvero così drastica la situazione?

Il punto è che il costo dei titoli di Stato non scende casualmente. Dobbiamo tutto al movimento dell’inflazione e dei tassi di interesse (lo spread non è escluso). Se salgono i tassi d’interesse i BTP scendono con i prezzi, per poi aumentare i rendimenti. Ma se i tassi di interesse sono fermi e scendono, i prezzi dei BTP salgono di molto e diminuiscono i rendimenti. Purtroppo è un discorso complesso che mette in difficoltà persino un investitore esperto.

I titoli di stato andranno in negativo
Scopri tutto sui titoli di stato adesso – Crypto.it

E non è neanche facile capire che cosa faranno i BTP in futuro. Se i prezzi salgono i rendimenti sono destinati a scendere. Anche se BTP Future ha chiuso la giornata di contrattazione il 15 dicembre a 118,96. Da inizio anno aveva segnato il minimo a 106,10, con un picco massimo di 119,27. Forse la situazione è stabile e potrebbe non peggiorare. Non si può sapere come cambieranno le cose da qui a un anno.

Il prezzo potrebbe arrivare fino a 120. Entro questa settimana potremmo assistere ad una chiusura a 115,80. L’obiettivo sarebbe di attestarsi intorno ai 110/107. Se il rialzo dovesse esserci in tempo, è probabile che si fermerà a 121,68 (oltre il suo picco massimo). Staremo a vedere come si fermeranno i titoli di Stato per quest’anno. Dobbiamo sperare che l’anno prossimo la situazione non peggiori, altrimenti sarà molto più difficile sostenerli. Gli investitori sono avvisati.

Impostazioni privacy