La linea sottile tra parsimonia e ansia finanziaria: se la gestione del denaro mette paura

L’ansia finanziaria è un problema più diffuso di quanto si possa credere: ecco come riconoscerla per combatterla efficacemente.

Il momento economico e finanziario che vive il nostro Paese è di quelli drammatici. Rincari in ogni settore che stanno fiaccando tutti gli italiani anche sotto il profilo psicologico. Le ricette messe fin qui in campo dalla politica non sembrano dare i frutti sperati. E così, sempre più cittadini fanno di necessità virtù, con scelte oculate e parsimoniose. Ma quand’è che superiamo il confine di una spesa morigerata e cadiamo nella (a volte comprensibile) ansia della gestione del denaro?

Ansia finanziaria
Il sottile confine tra parsimonia e ansia finanziaria – (crypto.it)

L’ansia legata alla gestione del denaro è diventata un aspetto sempre più rilevante nella vita delle persone. La crisi finanziaria non ha potuto che accelerare percorsi che forse erano già nati nella società. Ma sicuramente, i rincari riguardanti l’energia, con bollette di luce e gas sempre più alte, i carburanti, con diesel e benzina sui due euro al litro e persino sulla spesa, con il costo delle materie prime alle stelle, non poteva che avere conseguenze gravi.

L’ansia finanziaria può manifestarsi in modi diversi e influenzare significativamente il benessere emotivo di individui di tutte le fasce d’età. L’ansia finanziaria può derivare da molteplici fonti, tra cui la paura di non riuscire a pagare le bollette, il debito accumulato, l’incertezza sul futuro economico e persino la pressione sociale di mantenere uno standard di vita elevato. La crescente necessità di prendere decisioni finanziarie complesse, come investire, risparmiare per il futuro e pianificare la pensione, può anche aumentare l’ansia finanziaria.

Come riconoscere e come contrastare l’ansia finanziaria

L’ansia legata al denaro può manifestarsi attraverso vari sintomi. Alcuni fisici e mentali, come insonnia e stress. Altri comportamentali: alcuni cercano di mascherare l’ansia finanziaria spendendo eccessivamente, il che può peggiorare la situazione finanziaria. In generale, il problema non va evitato, mentre invece uno dei sintomi più frequenti è quello di non riconoscere e non accettare la situazione. 

Ansia finanziaria
Come riconoscere e come contrastare l’ansia finanziaria – (crypto.it)

Anche perché, di questi tempi, il problema è più diffuso di quanto si possa credere. Un recente sondaggio ha affermato che più di 6 donne su 10 – il 65% – prova ansia finanziaria. Mentre, tra gli uomini preoccupati, la percentuale scende al 54%. Imparare di più sulla gestione del denaro può aumentare la fiducia nelle proprie capacità finanziarie

Superare l’ansia finanziaria richiede una combinazione di consapevolezza e azione. Può essere per esempio utile monitorare entrate e uscite, creando un budget dettagliato che tenga traccia e fornisca una visione chiara della situazione finanziaria. Utile poi conoscere le nostre abitudini: questo ci aiuterà nel necessario monitoraggio. Non dimenticare il valore di un verbo: risparmiare. Mettere da parte una parte delle entrate in un fondo di emergenza può fornire una rete di sicurezza per far fronte a spese impreviste.

Rivolgersi a un consulente finanziario può inoltre aiutare a sviluppare una strategia finanziaria personalizzata. Questo aiuterà anche a pianificare gli obiettivi: per esempio, se si ha del debito, pianificare un piano di rimborso può alleviare l’ansia finanziaria a lungo termine.

Impostazioni privacy