SushiSwap: il nuovo Head Chef si definisce un “Wartime Ceo”

Il team e la community di SushiSwap dovrebbero avvicinarsi ulteriormente, secondo il nuovo capo chef Jared Grey. Il nuovo Ceo spera anche di rilanciare la conversazione, ma il tempo stringe.

Oltre a tutto questo, la piattaforma sta affrontando crescenti sfide normative ed è necessario più che mai porre l’attenzione a questi rischi.

Jared Grey, il nuovo apo chef di SushiSwap, uno dei più importanti e utilizzati exchange decentralizzati, è ben consapevole del difficile lavoro che li attende.

sushiswap ceo
Crypto.it

Dopo una lunga ricerca e un processo di assunzione aperto, Gray è stato confermato per l’incarico tre settimane fa. Da allora è entrato a far parte di una squadra che ha vissuto controversie e conflitti interpersonali. Tre persone hanno precedentemente ricoperto la posizione, tra cui una che ha rubato 16 milioni di dollari dalle casse del progetto, una che è stata licenziata dal team e una che si è rivolta a Twitter per dare la colpa a tutti tranne che a se stesso.

Sushiswap stava sparendo dai radar

In mezzo tutti a questi problemi, SushiSwap era in gran parte scomparso dall’attenzione della community cripto. Mentre i volumi dell’exchange una volta si avvicinavano a quelli del suo principale rivale Uniswap, erano solo del 2,2% gli stessi il mese scorso.

Tuttavia, Gray è fiducioso di poter migliorare le cose, proprio come un nuovo CEO potrebbe trasformare un’azienda in fallimento.

“Direi che è proprio quello su cui mi sto concentrando in questo momento: una sorta di metodologia del CEO per un periodo di guerra. Ad esempio, dove possiamo fare un taglio? Dove possiamo prenderci una pausa?”, ha dichiarato il nuovo capo.

Questo modo di pensare sarà utile mentre Gray si impegna in tre conflitti cruciali. Il suo primo compito è riparare le lacune e le fratture all’interno del team SushiSwap e della sua base di utenti. Quindi, per evitare che l’exchange esaurisca la pista finanziaria, deve invertire rapidamente le sorti dell’exchange. Sotto il controllo crescente delle autorità di regolamentazione interessate allo spazio finanziario decentralizzato, Gray dovrà compiere tutti questi passaggi.

Combattere le difficoltà interne

Il progetto è “in pericolo dentro e fuori”, secondo l’ex CTO Joseph Delong, che ha lasciato l’azienda. Di conseguenza, Gray dovrà iniziare promuovendo l’unità all’interno del team e della sua comunità. Tuttavia, Gray afferma che il gruppo ha già compiuto alcuni progressi verso l’unità e il desiderio di lasciarsi alle spalle il suo amaro passato.

“Tutti sono molto entusiasti di ciò che possiamo realizzare. Tutti i membri del team sono positivi e ottimisti riguardo al progetto.” Il nuovo Ceo ha quindi espresso la speranza che l’exchange “possa uscire da questo mercato ribassista, completamente posizionato con uno stack di prodotti freschi per recuperare parte della quota di mercato che ha perso a favore dei suoi concorrenti e quindi, sai, innovare in alcune aree in cui si può”, aggiungendo che tutti erano “veramente concentrati sul proprio compito e vogliono vedere Sushi avere successo e passare al livello successivo, così da prosperare davvero”.

Per quanto riguarda i suoi piani per la leadership, Gray ha dichiarato che l’apertura sarà cruciale per il suo lavoro, cosa che spera possa prevenire drammi e polemiche. Oltre a ciò, Gray vuole delineare una visione chiara e quindi dare al team gli strumenti e la libertà di cui hanno bisogno per realizzarlo.

“Se vuoi essere in una posizione di leadership, devi essere onesto. Dovrai ritenerti responsabile di quegli standard. Ed è così che intendo procedere”, ha dichiarato.

Individuare un percorso sostenibile

Secondo Grey, la sostenibilità del modello di business di SushiSwap determinerà in definitiva il suo futuro. Vuole cambiare l’economia dei token del progetto in modo che crei valore anziché estrarlo per rendere redditizio l’exchange senza fare affidamento sulle emissioni dei token.

“Penso che avremo una buona opportunità per rendere Sushi un successo”, ha detto, “se saremo in grado di farlo su tutti e tre i fronti e saremo in grado di mantenere la squadra in allineamento, cosa di cui sono fiducioso che possiamo fare”.

Nell’ultimo anno, Uniswap ha notevolmente sovraperformato SushiSwap in termini di quota di mercato. The Block Research, nell’immagine

Attualmente, l’exchange trasferisce la maggior parte delle commissioni ai suoi fornitori di liquidità e trattiene solo una piccola parte, o circa lo 0,005% delle operazioni, per finanziare la sua tesoreria. Secondo Grey, l’obiettivo è trovare nuovi modi per fare soldi piuttosto che deviare tutte le tasse al Tesoro.

Gray ha dichiarato che sta lavorando a una tabella di marcia per un prodotto futuro che delineerà gli obiettivi del team per il 2023. Vuole completare il suo “Piano di rivitalizzazione del sushi” nei due mesi successivi.

Ma ha solo così tanto tempo per salvare il progetto. Ha stimato che la pista del Tesoro SushiSwap durerà circa 10 mesi, ma potrebbe essere interrotta perché la maggior parte dei suoi fondi sono detenuti nel token SUSHI nativo del progetto.

Adeguarsi alle pressioni del governo

SushiSwap deve affrontare crescenti preoccupazioni normative oltre a problemi di gestione del team interno e difficoltà di adattamento al mercato dei prodotti.

Ooki DAO è un altro DAO che la CFTC ha preso di mira, sostenendo che si tratta di un’associazione priva di personalità giuridica che offre servizi di trading senza licenza. Ciò avrà un impatto sulle DAO legate a progetti che offrono strumenti finanziari, se l’agenzia si farà a modo suo.

“Credo che le autorità di regolamentazione siano attualmente in una fase in cui competono per la priorità normativa. E di conseguenza, stanno adottando misure per stabilire in qualche modo il loro dominio”, ha affermato Gray, osservando che la SEC e la CFTC sono impegnate in un battaglia legale su questo.

SushiSwap ha già iniziato ad agire per difendersi. Il team avrebbe bisogno di stabilire una fondazione delle Isole Cayman, una fondazione panamense e una società panamense se la nuova struttura dovesse essere approvata dal DAO. Queste organizzazioni serviranno come base per la struttura di governance del progetto, tra le altre componenti.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Gray ha affermato che l’organizzazione è stata fondata sulla guida del team legale che ha difeso WhatsApp durante la sua acquisizione da parte di Meta, Fenwick & West. Ha affermato che l’azienda aveva completato alcune di queste strutture per altri progetti e che, alla luce di ciò, il team aveva presentato l’idea alla comunità, che aveva votato a favore all’unanimità, suggerendo che potrebbe esserci più unità di quanto sembri inizialmente.