Un anno fa come oggi El Salvador rendeva Bitcoin valuta a corso legale: vediamo se ha avuto ragione

Un anno fa come oggi, El Salvador adottava Bitcoin come moneta a corso legale. Com’è andata finora? Scoprilo in questo articolo.

El Salvador un anno esatto fa diventava il primo paese al mondo ad adottare Bitcoin come moneta a corso legale. Come procede? Leggi di più.

Sembra ancora che molti consumatori salvadoregni non siano consapevoli di cosa sia Bitcoin e dei potenziali vantaggi che porta. Basti pensare alle rimesse. Ma la questione è un po’ più complessa.

bitcoin el salvador
Adobe Stock

Finora l’esperimento è stato accolto male da istituzioni del calibro del Fondo monetario internazionale, senza considerare le proteste nelle strade. Tuttavia il presidente Nayib Bukele ha sempre ignorato queste preoccupazioni. Anzi, ha espresso sempre più determinazione nel voler trasformare l’economia e aumentare l’inclusione finanziaria nel processo. Vediamo bene cos’è successo.

Bitcoin moneta a corso legale: è passato un anno dalla storica decisione

Sono cambiate molte cose negli ultimi 12 mesi. Il 7 settembre 2021, quando è entrata in vigore la legge sui bitcoin, BTC veniva scambiato a $52.000. Da allora è sceso del 63%.

Il paese centroamericano è da allora determinato a costruire le proprie riserve di Bitcoin. Ha speso $103,9 milioni per acquistare 2.301 BTC, ma oggi è seduto su perdite di $60 milioni di dollari.

La volatilità di BTC fa sì che sia immaginarla come mezzo di pagamento quotidiano. Ma spesso e volentieri è stato messo alla pari con le valute forti, tanto che oggi è accettato ovunque, da McDonald’s a Starbucks. I dati suggeriscono che l’86% delle aziende non ha mai completato una transazione in Bitcoin.

Sul campo, sembra ancora che molti consumatori salvadoregni non siano consapevoli di cosa sia Bitcoin e dei potenziali vantaggi che porta. Carlos Acevedo, che era a capo della banca centrale del paese, ha recentemente dichiarato a Bloomberg:

Nessuno parla più di Bitcoin qui. È stato un po’ dimenticato. Non so se lo chiamereste un fallimento, ma di certo non è stato un successo“.

Dati alla mano

Un sondaggio svolto nel territorio locale ha misurato l’impatto della legge sui bitcoin sui consumatori. Il 71,1% di loro ha affermato che non ha fatto nulla per migliorare le finanze della propria famiglia, ed ha avvertito:

Se vai in qualsiasi mercato in El Salvador, è più probabile che tu riceva un insulto che poter acquistare qualcosa in Bitcoin. Non fa parte della routine quotidiana delle persone“.

In effetti, i dati della banca centrale mostrano che solo il 2% delle rimesse è stato inviato utilizzando wallet cripto. Questo indica che BTC deve ancora intaccare in modo significativo il redditizio mercato del trasferimento di denaro. I bitcoiner hanno ripetutamente affermato che questa risorsa digitale può rendere le transazioni molto più convenienti. Intendono dire che i consumatori possono conservare più denaro, di quello inviato a casa dai lavoratori stranieri. Inoltre, può anche essere notevolmente più veloce, soprattutto rispetto alle banche che impiegano diversi giorni lavorativi per elaborare una singola transazione.

Bitcoin valuta a corso legale: nuove sfide in arrivo

Secondo altre metriche, è possibile sostenere che la scommessa Bitcoin in El Salvador sia stata una cosa positiva. Molti funzionari governativi sottolineano come le loro politiche pro-cripto abbiano attirato molti investimenti da parte delle aziende. Tali politiche hanno dato al turismo una spinta fin troppo necessaria dopo la pandemia, e hanno attirato le aziende blockchain ad aprire sedi nel territorio.

È giusto dire che il lancio della Bitcoin Law potrebbe essere stato un fiasco. Soprattutto considerando che è stato annunciato solo tre mesi prima da Bukele alla conferenza Bitcoin 2021 a Miami, sebbene con grande entusiasmo.

Le perdite di $60 milioni di dollari non sono mai qualcosa da sottovalutare. Il ministro delle finanze Alejandro Zelaya ha ragione nel dire che questo da solo danneggerà l’economia della nazione.

Ambizioni e problemi di El Salvador

Quello che resta da vedere è se le altre ambizioni di Bukele per Bitcoin saranno soddisfatte. Il paese aveva precedentemente svelato i piani per lanciare i cosiddetti “Volcano Bonds“, raccogliendo 1 miliardo di dollari. La metà sarebbe investita in Bitcoin, mentre l’altra metà sarebbe destinata alle infrastrutture. Il lancio è stato ripetutamente ritardato a causa delle attuali condizioni di mercato (al momento sono previste per la fine dell’anno). Alcuni scettici ritengono che non verrà mai lanciato, perché non c’è abbastanza interesse da parte degli investitori.

E al culmine dell’incredibile bullrun dello scorso anno, il presidente ha raccontato alla folla il suo sogno di costruire Bitcoin City, una metropoli alla base di un vulcano che sarebbe stata dedicata a tutto ciò che riguarda BTC. Nessuno sa con certezza quando inizieranno i lavori. Tuttavia il governo ha recentemente stanziato 203 milioni di dollari per migliorare l’area che ospita Bitcoin Beach.

Fino a poco tempo fa, Nayib Bukele aveva degli occhi laser nella sua immagine del profilo Twitter. Ha usato tutti gli strumenti a disposizione per affermare la sua posizione bullish sulle criptovalute, adottando ad esempio l’hashtag #bitcoin nella sua biografia. Ma di recente i cenni a BTC sono caduti nel dimenticatoio, probabilmente perché il presidente ha altre gatte da pelare.

In El Salvador sono state imposte misure di emergenza a seguito di un picco di omicidi legati alle bande. Il mese scorso il capo delle forze di polizia del paese ha rivelato che da marzo erano stati detenuti ben 50.000 uomini, sospetti membri di associazioni a delinquere. Da un punto di vista economico, il FMI si rifiuta di concedere un prestito di 1,3 miliardi di dollari al Paese. Inoltre le agenzie di credito hanno ridotto il rating di El Salvador.

Roma non è stata costruita in un giorno

Elevare Bitcoin allo stato di valuta de facto è una mossa radicale. I problemi iniziali erano abbastanza preventivabili, e non sarebbe realistico presumere che ogni singolo consumatore avrebbe utilizzato questa criptovaluta sin dal primo giorno. Ma la rivendicazione di Bukele dipende dai livelli di adozione che continuano a crescere nel paese, e il suo investimento inizia a dare i suoi frutti.

Samson Mow è un imprenditore concentrato sull’adozione di Bitcoin da parte dello stato nazionale. La sua azienda Jan3 sta lavorando con El Salvador per costruire un’infrastruttura digitale sostenibile nel tempo.

Parlando alla conferenza The Capital di CoinMarketCap nel maggio scorso, Mow ha ammesso che un futuro governo potrebbe abrogare la legge Bitcoin. Paragonando il paese ad un “paziente zero“, ha detto:

Se Bitcoin può porterà prosperità in El Salvador, allora è improbabile che un altro governo 10 anni dopo abrogherà la legge e vieterà Bitcoin. Vedranno cosa è stato fatto. Bitcoin sarà molto radicato nella loro società, e sarà ancora una componente chiave della loro economia“.

Chi sarà il prossimo paese ad adottare Bitcoin come valuta a corso legale?

Durante l’incredibile bullrun dello scorso anno, ci sono state ferventi speculazioni su quale paese avrebbe seguito le orme di El Salvador, diventando il paese successivo ad adottare Bitcoin come moneta a corso legale. Finora, solo uno di loro ha fatto il grande passo: la Repubblica Centrafricana. Un anno dopo, è altamente improbabile che altre nazioni possano ispirarsi a El Salvador per quanto riguarda Bitcoin. Tuttavia, con l’aumento dell’inflazione, molte persone in alcune delle economie più colpite si stanno rivolgendo alle criptovalute per preservare la propria ricchezza.

El Salvador ha una visione di lungo periodo sulla sua “scommessa” Bitcoin. E non c’è alcun segno che abbia intenzione di cambiare idea.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Questa risorsa digitale tende a passare da un boom all’altro in cicli di quattro anni. Quindi potrebbe essere sbagliato giudicare questo esperimento dopo un solo anno. Entro il 2025 sarà molto, molto più chiaro se questa mossa apparentemente azzardata sia stata un colpo di genio o un disastro assoluto.