Cos’è Bitcoin? Tutto quello che devi sapere sul re delle criptovalute

Bitcoin è oramai sulla bocca di tutti, molte persone però si limitano a conoscerlo solo di nomea. Ma cos’è Bitcoin? Scopriamolo!

In questo articolo ti fornirò una panoramica completa di Bitcoin. Scopriremo le origini, le funzioni e l’attuale influenza di Bitcoin sul settore finanziario. Ma partiamo per ordine.

bitcoin blockchain satoshi nakamoto
Adobe Stock

Cos’è Bitcoin

Essendo una criptovaluta, Bitcoin è una valuta digitale la cui transazione procede in una rete decentralizzata. Il termine “Bitcoin” è apparso per la prima volta nel Whitepaper anonimo di Satoshi Nakamoto nel 2008. È stato ufficialmente rilasciato nel gennaio 2009.

La rete Bitcoin è costruita su un sistema Peer-to-Peer (P2P). Consente alle persone di negoziare la valuta direttamente, pubblicamente e in modo trasparente, senza la necessità di autorità centrali.

Bitcoin è open source, è possibile accedere e condividere pubblicamente la rete e nessuno può rivendicare la proprietà o il controllo del sistema. In effetti, questa criptovaluta è pensata anche per essere utilizzata come mezzo di scambio nel mondo reale.

Chi ha creato Bitcoin

Satoshi Nakamoto è accreditato come il creatore di Bitcoin e rimane sconosciuto fino ad oggi. Nonostante ciò, è considerato un argomento affascinante per conoscere le origini di Bitcoin. Nella realtà dei fatti, nessuno sa veramente chi abbia creato Bitcoin.

Nell’ottobre 2008, Nakamoto ha presentato il whitepaper Bitcoin, che presentava l’innovazione peer-to-peer mirata a transazioni trasparenti e decentralizzate tramite un algoritmo crittografico nella rete chiamato blockchain.

Nel gennaio 2009, la blockchain di Bitcoin è stata pubblicata per la prima volta, poiché Nakamoto ha estratto il blocco iniziale della catena con un valore di 0 USD. A quel tempo, il mining di Bitcoin era molto più facile e meno esoso in termini di risorse, richiedeva solo un software sofisticato.

Nakamoto ha anche dato la proprietà del repository del codice sorgente della Bitcoin Foundation e della chiave di avviso di rete a Gavin Anderson, all’epoca il principale sviluppatore di Bitcoin. La visibilità pubblica di Bitcoin ha iniziato a crescere in questo momento, poiché sempre più persone da tutto il mondo hanno iniziato ad adottare e aggiornare il suo software.

Bitcoin e Blockchain

Tutte le criptovalute, incluso Bitcoin, si affidano alla tecnologia blockchain per la loro sopravvivenza. La blockchain è un registro digitale che elabora le transazioni e le archivia sotto forma di blocchi nella chain. Ogni chain sarà organizzata in base alla sequenza temporale delle transazioni, inclusi contratti, informazioni personali, e molti altri dettagli sugli utenti.

Nei blocchi della rete, i dati sono accessibili a tutti gli utenti, consentendo loro di verificarli mentre vengono crittografati per prevenire eventuali attacchi degli hacker.

Bitcoin sfrutta SHA-256 come sua funzione di hash crittografica sulla blockchain. Quando viene richiesta una transazione, il sistema blockchain copia le informazioni esistenti dai blocchi precedenti in nuovi blocchi contenenti nuove informazioni. Successivamente, il sistema passerà attraverso una procedura crittografica in cui i nodi validatori estrarranno i dati per convalidarli. Una volta completata la convalida, nuovi blocchi verranno aggiunti alla chain e i miner che aggiungono con successo i blocchi verranno ricompensati con bitcoin.

Il valore di Bitcoin

Parlando del valore di Bitcoin, funge da riserva di valore decentralizzata, con i suoi proprietari che hanno gli stessi diritti di proprietà che avrebbero su qualsiasi altra risorsa. In effetti, Bitcoin è un’unità di conto.

Tuttavia, l’argomento sul fatto che esso lo sia o meno rimane divisivo. Secondo la comunità e gli esperti di Bitcoin, una volta che verrà utilizzato in modo più esteso, potrebbe portare a un nuovo mondo finanziario in cui le sottomisure svolgeranno un ruolo ancora più importante ed effettueranno più transazioni che mai.

L’unità più piccola di Bitcoin è Satoshi (Sats), 1 Satoshis è pari a 0,00000001 BTC.

Invece di essere utilizzato come mezzo di pagamento, Bitcoin è intrinsecamente una riserva di valore. Molte persone scelgono di acquistare e poi “HODLare” ovvero “hold on for dear life”, piuttosto che utilizzare questa valuta come mezzo di pagamento.

Cos’è il mining di Bitcoin

Il mining di bitcoin, al contrario di quello che molti pensano, non è solo un mezzo per guadagnare denaro, è il metodo per garantire l’integrità e la sicurezza delle transazioni blockchain. Aiuta anche nella capacità della rete di essere un “trustless system” senza la necessità di un controllo centrale.

Per estrarre Bitcoin, è necessario disporre degli strumenti adeguati e avere una conoscenza fondamentale del suo processo. Un’altra opzione è utilizzare un sito Web di mining, ovvero il “Cloud Mining” di bitcoin per migliorare l’efficienza del mining di bitcoin.

Come e dove possiamo comprarlo

Bitcoin, essendo la criptovaluta più famosa al mondo è acquistabile praticamente in tutti gli exchange che trattano criptovalute. Eccone alcuni_

Bitcoin è un buon investimento?

Partiamo col dire che tutte le criptovalute sono investimenti rischiosi. Mentre il trading di azioni ha un interruttore per interrompere il trading a breve termine nel mercato, il trading di Bitcoin non ha tale meccanismo, il che lo rende più rischioso del trading di azioni. Inoltre, non esiste ancora una regolamentazione concreta per monitorare il mercato.

Anche così, Bitcoin rimane un buon investimento. Le sue fluttuazioni, se ben utilizzate, possono portare a grandi guadagni, ma anche a grosse perdite!

Ma quando si tratta di investire in bitcoin, è necessario gestire la tolleranza al rischio. Pertanto, è importante diversificare i propri investimenti di portafoglio poiché Bitcoin presenta un alto rischio di perdere una notevole quantità di denaro.

(Ricordiamo che tutto ciò non è un consiglio finanziario!)

Cosa posso fare con Bitcoin

Anche se Bitcoin non è così comunemente riconosciuto come contanti o carte di credito, molte istituzioni e individui stanno iniziando ad abbracciarlo come una forma di pagamento. Bitcoin ha anche molti altri vantaggi, come ad esempio:

Trasferimenti internazionali

A seconda dell’exchange che utilizzi, per un minimo dello 0,4% della transazione, puoi trasferire i tuoi fondi e arriveranno lì entro un’ora, invece di pagare una commissione elevata e aspettare giorni prima che i tuoi fondi raggiungano l’altro conto per ottenere i tuoi soldi.

Transazioni

Alcuni paesi oggi hanno abbracciato Bitcoin invece dei contanti. Un ottimo esempio è El Salvador, in cui il governo ha regolamentato Bitcoin come moneta a corso legale all’interno del paese. Ha anche svelato un piano per Bitcoin City, una città intelligente con un uso di base completo di Bitcoin in futuro. Inoltre, anche la Repubblica Centrafricana ha recentemente adottato Bitcoin come valuta ufficiale alla fine di aprile 2022.

Conservazione del valore

Nonostante la sua volatilità di prezzo, Bitcoin è un ottimo mezzo per preservare la ricchezza in una situazione inflazionistica. Il suo prezzo è legato a eventi mondiali, come pandemie, guerre ed economia, tanto quanto le azioni o l’oro. Questo è doppiamente vero quando i valori monetari di alcune nazioni sono instabili.

In un paese come il Venezuela, dove l’iperinflazione imperversa, Bitcoin offre un’alternativa per immagazzinare valore nonostante la sua volatilità.

Possibilità di alti guadagni tramite il suo trading

Poiché il prezzo di Bitcoin è ancora volatile, offre molte opportunità di trading. Puoi pensarlo come acquistare un’attività finanziaria (ad esempio azioni) quando il prezzo scende e venderla in seguito quando il prezzo aumenta.

Tuttavia, volatilità significa una maggiore frequenza delle variazioni di prezzo, quindi hai più opportunità di “catturare” i guadagni di tali differenze di prezzo rispetto alle azioni.

i Pro e i Contro di Bitcoin

Non prendere ancora una decisione rapida. Prima di determinare se Bitcoin è buono o cattivo, diamo prima un’occhiata ai suoi pro e contro.

Gli aspetti positivi

  • Accessibilità e liquidità: il mondo finanziario è diventato senza confini grazie a Bitcoin. In pochi minuti, gli utenti possono utilizzarlo come forma di pagamento per rivenditori e fornitori di servizi. Inoltre, rende anche il commercio internazionale e lo scambio più semplici che mai.
  • Anonimato e trasparenza dell’utente: i detentori di Bitcoin sono identificati da codici numerici e chiavi pubbliche, il che aiuta a prevenire il tracciamento pubblico e la fuga di dati. Inoltre, i dati delle transazioni in blockchain saranno conosciuti e verificati solo dagli utenti nella rete.
  • Indipendenza dalle autorità centrali: Bitcoin è una valuta decentralizzata, il che la rende libera da ogni singolo organismo o regolamentazione centrale.
  • Possibile elevato ritorno sull’investimento: nonostante la sua volatilità, bitcoin può generare un potenziale di profitto elevato. Di conseguenza, il valore e le prospettive sul suo prezzo continuano a crescere man mano che investitori e aziende di altri settori entrano nel mercato.

Gli aspetti negativi

  • Volatilità: con una fornitura di soli 21 milioni, Bitcoin è disponibile in quantità limitata. Il suo valore si basa sulla sua scarsità e sul movimento generale dei mercati, che lo rende costoso e volatile.
  • Nessuna regolamentazione: ci sono vantaggi e svantaggi nell’adozione di un sistema di criptovaluta decentralizzato. A differenza di una valuta fiat, le transazioni non sono regolamentate e non vi è alcuna garanzia di un valore predeterminato. Di conseguenza, il valore di bitcoin potrebbe ridursi drasticamente se un gran numero di investitori abbandonasse le proprie posizioni.
  • Irreversibilità: non appena viene completata una transazione, i dati verranno aggiunti alla chain. Pertanto, se viene inviato l’importo sbagliato o il destinatario sbagliato, non c’è nulla che possa essere stornato. Inoltre, la perdita delle chiavi private del tuo portafoglio crittografico potrebbe potenzialmente comportare la perdita dei tuoi asset crittografici.
  • Usi limitati: mentre alcune aziende hanno iniziato a utilizzare Bitcoin, l’innovazione deve ancora ottenere un’ampia accettazione. L’uso delle carte di credito e della moneta fiat è quindi ancora richiesto.

Le sfide che Bitcoin deve afforntare

Bitcoin e le criptovalute affrontano una varietà di rischi. Questo è il risultato della regolamentazione del governo, che garantisce sicurezza, volatilità del mercato e riduzione della criminalità informatica.

Bitcoin ha il potenziale per sconvolgere una varietà di settori se è altamente regolamentato. Ciò ha portato a una reazione contro la regolamentazione di Bitcoin in molti paesi. In effetti, ci sono ancora diverse restrizioni, come la tassazione delle criptovalute, che sono solo agli inizi.

Anche la sicurezza informatica è una grande preoccupazione. Fino a quando bitcoin non sarà ampiamente accettato, ci sono ancora possibilità per i malintenzionati di trarre vantaggio dai suoi utenti inesperti. Ciò solleva anche così tante preoccupazioni sull’immagine vulnerabile di Bitcoin e si dice che sia la criptovaluta più criminale informatica.

Ultimo ma non meno importante, gli investitori devono fare i conti con la volatilità del mercato. Per fare una scelta informata prima di acquistare Bitcoin, è fondamentale ricercare e comprendere a fondo il funzionamento, oltre a tenersi regolarmente aggiornati sulle novità.

Bitcoin è legale?

La legalità di Bitcoin varia da nazione a nazione. Alcuni paesi consentono il suo commercio, mentre altri lo hanno già reso a corso legale.

La Nuova Zelanda e il Giappone sono tra i paesi che lo hanno riconosciuto come denaro legale nell’aprile 2017 e ne hanno autorizzato l’utilizzo per legalizzare i pagamenti dei salari.

El Salvador, d’altra parte, ha il potenziale per utilizzare pienamente la sua accettazione. Per incoraggiare i suoi cittadini a utilizzarlo, il governo del paese ha legalizzato la valuta e l’ha resa una valuta ufficiale. Nel 2022, la Repubblica Centrafricana diventerà la seconda nazione al mondo a riconoscerlo come valuta legale.

Il commercio di Bitcoin è stato soggetto a leggi in numerosi paesi. Secondo uno statuto del 2020, la banca centrale cinese ha sviluppato la propria valuta digitale, lo “yuan digitale”, e ha imposto il divieto di tutte le attività legate alle criptovalute nel 2021.

Bitcoin ha ancora molta strada davanti a se ma di questo passo il suo futuro è più che roseo.