Sam Altman di OpenAI sotto indagine: cosa sta succedendo nel mondo AI

La più famosa azienda di intelligenza artificiale (AI) al mondo grazie a ChatGPT, OpenAI, fondata da Sam Altman, è di nuovo al centro delle cronache per una serie di sviluppi e controversie. Questa volta la Securities and Exchange Commission (SEC) la cita in giudizio per aver presumibilmente ingannato gli investitori.

Secondo il Wall Street Journal (WSJ), l’indagine si concentra sulle comunicazioni interne dell’amministratore delegato Sam Altman e solleva preoccupazioni sulla trasparenza e sulla governance della compagnia.

sec openai intelligenza artificiale sam altman
Adobe Stock

Il Wall Street Journal ha dichiarato che la Securities and Exchange Commission (SEC) ha aperto un’indagine su OpenAI per timore che gli investitori siano stati ingannati. A seguito di una riorganizzazione della leadership della società di AI, l’indagine si concentra in particolare sui contatti interni con l’amministratore delegato Sam Altman.

L’improvviso licenziamento e la successiva reintegrazione di Altman nel novembre 2023 hanno portato a significativi cambiamenti nel consiglio di amministrazione di OpenAI, che ha incluso le dimissioni del co-fondatore Ilya Sutskever. A novembre, anche Microsoft (MSFT), un investitore importante, ha assunto una posizione senza diritto di voto nel consiglio di amministrazione della startup di intelligenza artificiale. In particolare, OpenAI non ha commentato la questione nonostante le richieste di commento del WSJ.

L’esame, tuttavia, accresce il già intenso esame della struttura di governance di OpenAI, soprattutto alla luce della trasformazione dell’azienda da ente non profit a grande forza nel settore dell’IA.

La Sec indaga su Sam Altman e OpenAI

Secondo l’articolo del WSJ, che cita persone a conoscenza della situazione, la SEC statunitense sta indagando su OpenAI; questo fa parte di un’indagine che non è stata resa pubblica in precedenza. Per completare l’indagine, gli attuali e gli ex funzionari e direttori di OpenAI devono fornire documenti interni.

sec openai intelligenza artificiale sam altman
Adobe Stock

In particolare, come parte della sua indagine, l’agenzia di regolamentazione ha citato in giudizio OpenAI a dicembre. La rimozione di Sam Altman dalle sue posizioni di amministratore delegato e membro del consiglio di amministrazione è stata decisa dal consiglio di OpenAI a novembre, e questa azione è successiva a tale decisione. Il consiglio ha licenziato Altman, citando come causa la sua incoerente mancanza di apertura comunicativa; tuttavia, non ha fornito altre informazioni al momento.

L’ascesa di OpenAI non è stata priva di critiche, nonostante abbia ricevuto elogi in tutto il mondo per i suoi modelli di intelligenza artificiale innovativi, come ChatGPT e il nuovo Sora. Gli investitori e l’intera comunità tecnologica hanno espresso preoccupazione per la gestione delle questioni di governance e dei cambiamenti di leadership dell’azienda, scatenando reazioni.

Il percorso di OpenAI nel mercato competitivo dell’intelligenza artificiale è stato anche complicato da controversie legali, in particolare una del New York Times per presunta violazione del copyright.

Impostazioni privacy