Esonero dichiarazione dei redditi: in questi casi non devi attestare i tuoi beni

La dichiarazione dei redditi deve essere presentata dal contribuente ogni anno entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello di imposta.

La dichiarazione dei redditi consiste in un documento contabile che ogni cittadino contribuente è tenuto a presentare al fine di comunicare al fisco il proprio reddito per poi effettuare il versamento delle imposte secondo base imponibile e aliquote fiscali. Vi sono però dei casi specifici previsti dall’Agenzia delle Entrate in cui non è obbligatorio presentare tale dichiarazione.

esenzione 730
Dichiarazione dei redditi: casi di esonero (crypto.it)

La dichiarazione dei redditi infatti non è obbligatoria in molteplici casi, come segnalato dalla stessa Agenzia delle Entrate. In questo articolo vi daremo una mano ad orientarvi per comprendere quali sono le situazioni in cui il cittadino non è tenuto a presentare al fisco il modello 730 segnalandovi le casistiche particolari.

Tra i vari contesti in cui non si è esonerati a presentare il modello 730, infatti, vi è quello in cui non sussistono imposte da versare o siano state già interamente trattenute dal sostituto d’imposta. La dichiarazione può essere comunque presentata per accedere a detrazioni o rimborsi relativi a crediti o eccedenze di versamento che derivano dalle dichiarazioni degli anni precedenti.

Esonero dal modello 730: ecco i casi principali

Se il cittadino nell’anno precedente ha percepito l’indennità di disoccupazione, è tenuto a verificare la corretta applicazione delle detrazioni applicate. Nel caso in cui nello stesso anno è stata percepita sia la disoccupazione che lo stipendio, si è tenuti a presentare due CU (ex CUD) differenti, una del datore di lavoro e uno dell’INPS ed è quindi obbligatorio presentare la dichiarazione dei redditi.

Per coloro che invece percepiscono redditi da abitazione principale o altri fabbricati non locati esenti Imu, da lavoro dipendente e da pensione corrisposti da un unico sostituto d’imposta, redditi soggetti ad imposta sostituiva con esclusione però della cedolare secca o redditi soggetti a ritenuta alla fonte, possono ritenersi esonerati dall’obbligo di dichiarazione dei redditi.

esonero dichiarazione
Esonero dichiarazione redditi (crypto.it)

Casi di deroga riguardano la percezione di un reddito per l’anno di imposta, per i quali è obbligatoria la tenuta delle scritture contabili, per un importo non superiore a euro 3.000,00 escludendo il reddito derivante dall’abitazione principale o di un reddito complessivo, al netto dell’abitazione principale, non superiore a euro 7.500,00.

Altri casi di esonero sono la percezione di un reddito complessivo, al netto dell’abitazione principale e relative pertinenze, non superiore a euro 7.000,00, redditi da pensione per un ammontare totale non superiore a euro 7.500,00 e redditi provenienti da terreni per un importo non superiore ad euro 185,92 e dell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale e relative pertinenze.

Impostazioni privacy