Truffe online in crescita, attenzione a questo nuovo metodo: come riconoscerlo e difendersi

Le truffe online sono in forte crescita ed è bene difendersi al meglio. Occhio in particolare a questo nuovo metodo, è pericoloso.

Quando si naviga in rete, l’attenzione non è mai troppa. Bisogna sempre stare attenti a ciò che si va a cliccare o a scaricare, perché il rischio che dietro ci sia una truffa messa in piedi da parte di hacker e cybercriminali è molto alto. Soprattutto negli ultimi tempi, considerando quanto i truffatori abbiano lavorato per sviluppare sistemi più avanzati che possano far cadere nel tranello più vittime.

Occhio a questa pericolosa truffa online, è in crescita
C’è una pericolosa truffa online in forte crescita – Crypto.it

Di recente, la Polizia Postale ha annunciato che c’è un nuovo metodo che sta mettendo a ferro e fuoco internet anche in Italia. Ci sono alcuni sistemi pensati appositamente per fregare più utenti, e a quanto pare stanno funzionando. Almeno secondo i numeri legati alle segnalazioni ricevute. Ecco come fare per riconoscerlo subito e per difendersi al meglio, con la prevenzione non rischierete mai nulla.

Truffa online, occhio a questo nuovo metodo: come difendersi

Tra le tante truffe online, c’è un nuovo metodo parecchio pericoloso e sul quale dovreste riporre la vostra attenzione. A quanto pare infatti, sempre più utenti ci stanno cascando proprio per via del suo approccio diverso e che da molti non viene riconosciuto come illegale. A segnalarlo ci ha pensato la Polizia Postale, con una sorta di vademecum su come fare per difendersi al meglio.

Seguite questi consigli per difendervi dalla nuova truffa online
Come difendersi dalla nuova truffa online pericolosa – Crypto.it

Stiamo parlando delle frodi finanziarie come per esempio il falso trading online. Con dati in crescita costante proprio perché ai criminali si dà la possibilità di ottenere incassi molto alti con rischi pari allo zero o quasi. Secondo i dati emersi, nell’ultimo anno la somma rubata con questo metodo è pari a oltre 109 milioni di euro.Grazie al modello cybercrime-as-a-service, un numero sempre maggiore di organizzazioni criminali guarda al crimine informatico come un’opportunità per poter reinvestire proventi da altre attività” ha spiegato l’esperto Pierluigi Paganini.

In particolare, si parla di condotte predatorie sempre più diffuse e insistenti, che si appoggiano su campagne di phishing e che vanno ad attaccare tanto le persone fisiche quanto le piccole e medie imprese. Ma anche le grandi società non sono escluse, soprattutto tramite email. Per difendersi al meglio, è sempre bene stare attenti ai contenuti che si ricevono e analizzarli con cura. Anche solo un indirizzo poco chiaro o una calligrafia scorretta potrebbero indicarvi la presenza di un hacker dietro il contenuto ricevuto.

Impostazioni privacy