Bitcoin nel 2022, un anno difficile: ecco gli avvenimenti più importanti di Maggio-Giugno

Quanto costava Bitcoin a Maggio-Giugno 2022 e perché è importante saperlo? Ricostruiamo due mesi determinanti per il futuro di BTC.

Maggio non sarebbe mai stato eccezionale, poiché il presidente della Fed Powell ha iniziato a parlare di un aumento dei tassi fino a un intero punto percentuale, molto più alto di quanto previsto dai mercati generali. E le altcoin erano in condizioni ancora peggiori rispetto a Bitcoin, nonostante quest’ultimo sia sceso del 17% ad aprile.

bitcoin
Adobe Stock

Quindi la stablecoin algoritmica UST – come ben sappiamo – ha iniziato a perdere il suo ancoraggio al dollaro. Il 6 maggio ha vacillato, ma il 9 maggio, nonostante l’LFG abbia versato miliardi di Bitcoin che aveva acquistato, la stablecoin è scesa a 90 centesimi. Anche LUNA, il suo token partner in uno schema di arbitraggio incentivato inteso a mantenere il peg, ha iniziato a crollare, perdendo il 30% in 24 ore. Il giorno successivo, terraUSD sembrava aver riguadagnato terreno, passando da 0,64$ a 0,93$.

Quanto costava Bitcoin a Maggio 2022?

1 maggio: $38.469,09
31 maggio: $31.792,31

Il 12 maggio era tutto finito. LUNA era passato da $87 a meno di un centesimo. UST è sceso a $0,26, crollando a $0,02 entro la fine del mese. Le due criptovalute hanno spazzato via complessivamente $48 miliardi. La capitalizzazione di mercato della stablecoin n.3 è scesa da $18,7 miliardi a $219 milioni.

Bitcoin era sceso da $39.000 a $26.000 tra il 5 maggio e il 12 maggio, anche se è risalito di nuovo sopra i $31.000 entro la fine del mese dopo aver sfiorato i prezzi che non si vedevano dalla fine del 2020. Ma il vento era calato. Entro il 13 maggio, la blockchain di Terra era stata interrotta e gli exchange hanno sospeso LUNA.

MicroStrategy, che il massimalista di Bitcoin Michael Saylor aveva trasformato da una società di software aziendale in un proprietario di Bitcoin, era già in calo di $170 milioni dopo il primo trimestre. Ma con il bagno di sangue si è trasformato – brevemente – in una perdita disastrosa.

La vita è andata avanti, come sempre. Il CEO di FTX Sam Bankman-Fried ha affermato che Bitcoin non avrebbe mai avuto la scalabilità per i pagamenti. Il presidente di El Salvador ha continuato a suonare il tamburo per Bitcoin come moneta a corso legale.

Giugno 2022

1 giugno: $29.799,08
30 giugno: $19.784,73

Un altro aumento del tasso di 0,75 punti percentuali da parte della Fed non ha aiutato. Ma la vera storia del disastroso giugno di Bitcoin è all’indomani del crollo di Terra/LUNA.

L’avvenimento ha ucciso un grande hedge fund, che a sua volta ha ucciso una mezza dozzina di finanziatori di criptovalute, portando con sé un sacco di criptovalute di piccoli investitori in bancarotta. Celsius e Voyager Digital tra questi.

Ha anche contribuito a causare un crollo ancora più profondo di Bitcoin, abbattendo di un terzo il suo prezzo in meno di 10 giorni, spingendolo, brevemente, sotto i 20.000$. Ciò ha riportato il suo prezzo al di sotto del massimo storico del 2017, un importante bull run che ha visto la prima criptovaluta al mondo entrare nel mainstream. Le cose sono peggiorate pochi giorni dopo, quando l’S&P 500 ha confermato un mercato ribassista il 14 giugno.

Un deprimente sondaggio di Bloomberg ha rilevato che il 60% degli intervistati credeva che Bitcoin avrebbe raggiunto i $10.000 prima di raggiungere nuovamente i $30.000. Nel frattempo, MicroStrategy e il suo CEO super-rialzista Michael Saylor si sono trovati con una perdita teorica di $900 milioni e la minaccia di richieste di margine.

Il CEO di Binance Changpeng “CZ” Zhao ha affermato che un nuovo massimo storico potrebbe richiedere due anni, collocandolo nella seconda metà del 2024.